Decidere quale è il gioco migliore dell'anno non è mai una cosa semplice. Per questo motivo ci siamo riuniti, abbiamo analizzato, genere per genere, i migliori titoli usciti durante gli ultimi mesi, ed abbiamo tratto le nostre conclusioni: il risultato è stato un lungo ed esauriente articolo nel quale prima vedremo quali giochi si sono meritati la Nomination, e poi quali effettivamente hanno vinto. Oggi pubblichiamo la prima (delle cinque) parte dello speciale, dedicata ai giochi di avventura, sport e simulazione. Restate sintonizzati, sarà una sfida davvero appassionante...

Le nominations


Alone in The Dark The New Nightmare

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Una delle avventure più attese dell’anno, il quarto capitolo della saga di Alone In the Dark propone un motore grafico al passo con i tempi, un protagonista decisamente più cool e moderno rispetto a quanto visto nei titoli precedenti, e soprattutto un sistema di gioco migliorato, capace di competere con la serie di Resident Evil. Una storia di fantasmi davvero intrigante, incontri con creature capaci di destare qualche paura, e soprattutto tanta, tanta atmosfera per un titolo che non ha certo paura della concorrenza: da provare.
Aspetti positivi: Ripropone l’atmosfera del primo Alone in The Dark alla perfezione, ottimo mix tra avventura ed azione, buona la grafica, enigmi interessanti ed impegnativi, grandi animazioni, mostri e creature originali.
Aspetti negativi: La concorrenza di Resident Evil è forse troppo forte, design dei livelli non particolarmente azzeccato, qualche calo di frames di troppo.

Myst 3: Exile

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Il terzo episodio di una saga che ha venduto numeri realmente da capogiro arriva sui nostri monitor con una avventura assolutamente intrigante, capace di coinvolgere ed appassionare gli stessi giocatori che anni fa hanno cominciato ad avventurarsi in mondi alternativi proprio grazie al capostipite. Myst 3 non delude praticamente sotto nessun aspetto: grafica fotorealistica, enigmi di alto livello, e tante altre carte al proprio banco. Da provare almeno una volta nella vita: o si ama, o si odia.
Aspetti positivi: Grafica veramente fotorealistica, longevo, complesso, storia intrigante, un nuovo modo di vivere un’avventura, enigmi al di sopra della media.
Aspetti negativi: E’ un genere davvero a parte, non piacerà a chi ha disprezzato i primi due episodi, un po’ confusionario all’inizio, forse troppo complesso anche per gli appassionati.

Atlantis 3: The New World

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Terzo episodio anche per Atlantis, titolo che in parte ricalca l’atmosfera ed il sistema di gioco di Myst 3: un titolo molto atteso dagli appassionati, che delude in qualche aspetto ma che eccelle in altri. Forse un po’ troppo banale per gli esperti del genere, Atlantis 3 riesce a catturare l’attenzione dei novizi, di coloro cioè che non si sono mai avvicinati a questo tipo di giochi: sicuramente un’ottima alternativa per quest’ultimi al ben più difficile Myst 3.
Aspetti positivi: Titolo d’atmosfera, buona grafica, ottima interfaccia che aiuta anche i principianti, enigmi impegnativi (forse fin troppo)
Aspetti negativi: I puzzle sono alle volte troppo astratti, storia non molto convincente, forse troppo lento il ritmo del procedere, non molto longevo.

Druuna

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Druuna, uno dei personaggi più amati della panoramica cartoon degli ultimi decenni (forse più per le curve che per le storie…), sbarca sui nostri monitor con un avventura di stampo classico, che, tramite l’evoluzione di una storia intrigante anche se a tratti un po’ scontata, si propone come uno dei prodotti più interessanti di quest’anno. Penalizzato forse da una realizzazione tecnica zoppicante, il titolo rappresenta una valida proposta per tutti gli appassionati del genere.
Aspetti positivi: Storia di fondo discreta, personaggio con molto appeal, sfondi realizzati con molta cura, sistema di controllo semplice, audio certificato THX.
Aspetti negativi: Realizzazione tecninca forse un po’ lacunare, enigmi sotto la media, non troppo longevo.

Hitchkock: The Final Cut

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Un’avventura di stampo classico, realizzata con un motore grafico degno delle più grandi realizzazioni, ci regala un titolo ispirato al maestro del brivido, Alfred Hitckock. Dedicato agli avventurieri incalliti, ricco di enigmi intriganti e dotato di una storia piacevole, The Final cut è un titolo che non andrebbe sottovalutato da tutti coloro che cercano un titolo capace di rinverdire i fasti degli anni passati, quando ancora le avventure regnavano sovrane sui nostri monitor…
Aspetti positivi: Storia intrigante, ambientazione, alcune invenzioni non banali nel sistema di gioco, enigmi impegnativi, graficamente piacevole.
Aspetti negativi: Le parti d’azione non sono del tutto soddsfacenti, alcuni enigmi frustranti, la trama può essere troppo complessa per i giocatori meno esperti.

Simulatori

Per i simulatori questo 2001 è stato un anno di transizione, in cui abbiamo assistito alla pubblicazione di ottimi titoli, ma anche ad una mancanza d’innovazione che, a mio avviso, è fondamentale per questo tipo di prodotti: speriamo che la “rivoluzione” giunga in questo 2002
Mi riferisco soprattutto al gioco On-Line che in realtà ha ricevuto un impulso in questo 2001, ma che non ha ancora raggiunto quella maturazione che noi tutti ci aspettavamo.
Un caso emblematico è Motor City Online, che però non è stato inserito in questa categoria per le caratteristiche poco simulative del gioco.
Ad ogni modo la strada tracciata è quella giusta e credo che quest’anno si possa assistere a qualcosa del genere ma con una componente simulativa maggiore.
Beh, speriamo che le preghiere e le speranze di tutti gli appassionati vengano al più presto esaudite.
Ma ora passiamo ad esaminare i candidati di quest’anno!

Le nominations


F1 2001

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


L’anno scorso è stato l’anno delle delusioni per i simulatori di guida di F1.
Abbiamo assistito ad un insieme di prodotti incompleti e sotto tono e già solo per questo motivo merita un plauso l’ultimo capitolo della nuova saga di EA (già siamo al 3 titolo in poco meno di 2 anni). Ma candidare un titolo solo per i problemi altrui è ingiusto, ed in effetti F1 2001 è un ottimo titolo, con un motore grafico all’altezza della situazione, un buon motore fisico ed un ottimo sistema di controllo (questo dopo la patch uscita che sistema molti dei problemi riscontatati con la versione venduta). Inoltre il gioco ha dimostrato di essere facilmente editabile, dando il LA a tutti i numerosissimi e bravissimi editor sparsi per il mondo:purtroppo il Multiplayer è ancora presente in uno stato larvale. Aspetti positivi: Finalmente un buon simulatore di F1 moderna, ottima editabilità, ottimo comparto sonoro, graficamente valido.
Aspetti negativi: Modesto supporto Multiplayer, modello fisico non all’altezza di altri titoli.

Flight Simulator 2002

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Quando si parla di simulatori un posto fisso se lo merita questo mitico prodotto della Microsoft. Il dubbio e che FS 2002 sia come i precedenti capitoli con qualche piccola miglioria, ma per fortuna non è così. Le novità sono tante e tutte di un certo spessore, come il cockpit virtuale in 3D (Finalmente!!) o l’implementazione del Air Traffic Control che dona una longevità infinita al titolo. Inoltre il motore grafico 3D, vecchio tallone d’Achille dei precedenti capitoli, è stato rivisto e risulta più efficace e performante:un altro serio presentente al successo finale!
Aspetti positivi: Migliorie importanti e reclamate da tempo, ottima grafica, ottimo modello fisico.
Aspetti negativi: Modalità Multiplayer perfettibile, molto costoso, mancanza di un manuale cartaceo.

IL2 Sturmovik

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Che dire del gioco di Maddox Game? Una grande, grandissima, sorpresa! Era dai tempi di Falcon che la comunità degli appassionati di simulatori di volo non si esaltava per un titolo così. Le anticipazioni e le immagini che erano circolate su questo gioco non hanno in nessun modo disatteso le aspettative. IL2 è uno spettacolo sia per gli occhi che per le orecchie. Ma non solo l’aspetto grafico e sonoro meritano un plauso, ma anche e soprattutto il motore fisico e il modello dei danni che in questo titolo raggiunge l’eccellenza. Non riesco a trovare veri difetti ad un prodotto che rasenta la perfezione sotto molti aspetti: un serio candidato al successo finale!
Aspetti positivi: Un titolo grandioso, ottima grafica, ottimo sonoro, uno dei migliori modelli di volo mai implementati fino ad oggi, ottima IA.
Aspetti negativi: Mancanza di una campagna dinamica, una certa difficoltà per i neofiti.

Nascar Racing 4

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Questo è uno dei casi strani del variegato e matto mondo dei videogames. Nascar 4 è il vincitore morale di questa categoria, perché possiede tutte le caratteristiche che un simulatore deve avere e anche qualcosa in più. I Papy hanno compiuto l’ennesimo miracolo tecnologico ricreando, quasi alla perfezione, una delle realtà del panorama motoristico USA. Inoltre Nascar 4 è l’unico gioco del suo genere che consente (anche a chi non ha connessioni velocissime) di partecipare a competizioni On-Line anche tra 40 vetture!! Se poi consideriamo che il modello fisco e quello di GPL con l’aggiunta di un miglior modello delle gomme, ci si rende conto, ancor di più, della grandezza di questo titolo. Insomma Nascar 4 non ha praticamente nessun punto debole… se non fosse che riproduce le vetture Nascar. Capiamoci, sono gare divertenti ed hanno un loro perché, ma qui da noi vengono apprezzate solo da una ristretta cerchia di appassionati. Un vero peccato.
Aspetti positivi: Ricrea alla perfezione il mondo delle vettura Nascar.
Aspetti negativi: Ricrea alla perfezione il mondo delle vettura Nascar.

Rally Trophy

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Dopo Grand Prix Legends, un altro titolo cerca di ripercorrere le grandi gesta di auto e circuiti che appartengono al passato. E anche questa volta Jo Wood Production riesce nell’impresa di regalarci un grande gioco rallistico, che a mio avviso si pone al vertice della sua categoria. Graficamente sontuoso, dotato di uno stupefacente modello di danni e di un ottimo motore fisico, Rally Trophy è la vera sorpresa di quest’anno per ciò che riguarda i giochi di guida. E poi volete mettere il piacere di guidare una FIAT 600 su per le strade sterrate!!
Aspetti positivi: Ottima grafica, eccezionale modello di danni, le vetture hanno un grande fascino, modalità Multiplayer presente
Aspetti negativi: Richieste HW pesanti, reparto sonoro inferiore al resto.

Train Simulator

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


In fase d’introduzione sostenevamo che il 2001 è stato avaro di novità, ma come sappiamo per ogni regola c’è un’eccezione e questa volta è costituita dal simulatore di treni di Microsoft. Altre volte delle SH hanno realizzato giochi sul mondo delle ferrovie, ma mai sulla conduzione. Il risultato è questo strano titolo che va a colmare una lacuna presente nel settore. Come ogni primogenito ci sono luci ed ombre, ma il prodotto resta valido e si dimostra com’è possibile dire ancora molto in un settore, come quello delle simulazioni, ove c’è ancora spazio per le innovazioni.
Aspetti positivi: Assolutamente originale, graficamente valido, buon modello similativo, vario numero di locomotori e tratte.
Aspetti negativi: Può risultare ripetitivo, alcune procedure sono semplificate.

Silent Hunter II

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Questo è il primo dei due simulatori di sottomarini che si sono meritati la candidatura. Ottimo gioco che rinverdisce i fasti di un gran titolo com’è stato Silent Hunter. Una caratteristica unica di questo titolo e che sarà compatibile con il prossimo titolo della SSI che è Destroyer Command, un simulatore di cacciatorpediniere. Com’è facile intuire, questo è il primo tentativo di far colloquiare due giochi diversi all’interno di un unico sistema per ricreare una simulazione totale. Molto bene. Tornando al gioco, ricordo che i sottomarini presenti sono gli arcinoti U-Boat, insomma il top dell’epoca.
Aspetti positivi: Buona grafica, ottima riproduzione delle stazioni, futura compatibilità con Destroyer Command, ottima IA.
Aspetti negativi: Alcuni problemi di realismo legati alla mappa.

Sub Command

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Altro simulatore di sottomarini anche se questa volta ambientato nel presente. Gli autori sono gli stessi del discusso Fleet Command, ma questa volta siamo di fronte ad un grande titolo, dall’incredibile realismo che ha riscosso unanimi consensi un po’ dappertutto. Inoltre sono stati accontentati i fan di Jane’s 688(I) che da tempo reclamavano qualcosa di più fresco. La cosa che desta impressione è il livello di dettaglio e di realismo che raggiunte vette mai raggiunte prima: veramente notevole. Se poi aggiungiamo un’ottima grafica ed un comparto sonoro all’altezza, ci si rende facilmente conto di come siamo di fronte ad un grande titolo.
Aspetti positivi: Fedelissima riproduzione, attenzione maniacale per i dettagli, buona grafica, ottimo comparto sonoro.
Aspetti negativi: Manualistica appena sufficiente, non adatto ai neofiti.

Sport

Rimandato ai primi mesi del 2002 Virtua Tennis, conversione diretta del fantastico gioco da tennis arcade di casa Sega, il panorama dei giochi sportivi quest’anno è piuttosto deludente. A fare compagnia ai sequel che ormai appaiono a scadenza fissa ed in forma piuttosto simile alla loro controparte dell’anno precedente, solo tre titoli originali: Dave Mirra Freestyle Bmx, Matt Hoffman’s Pro Bmx e Tennis Masters Series. Se i primi due possono essere considerati come due facce di una stessa medaglia e indicati ad un particolare tipo di pubblico (lo stesso che ha decretato l’enorme successo commerciale dei titoli dedicati a Tony Hawk), il terzo è forse la vera rivelazione dell’anno, proponendo finalmente un titolo tennistico capace di controbattere la concorrenza delle console.
Menzione d’onore per l’ultimo capitolo di Fifa, che cerca finalmente di proporre qualche novità di rilievo (il sistema dei passaggi tra tutti), regalando agli appassionati stimoli nuovi per poter continuare a divertirsi con una saga ormai secolare. Calciatori, tennisti, spericolati ciclisti e giocatori di Football: insieme diamo un’occhio alle Nominations della categoria.

Le nominations


Dave Mirra Freestyle Bmx

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Sulla scia dell’enorme successo raggiunto da Tony Hawk (basti pensare che il il gioco è stato convertito per ogni piattaforma esistente, Game Boy Advance compreso), uno die due titoli dedicati alle evoluzioni ciclistiche sulle Bmx. Questo Dave Mirra è un titolo fresco, cool, che sembra però essere dedicato più ad una fascia adolescenziale che ad una più ampia come è stato con Tony Hawk stesso: l’idea di poter cambiare tracciato in qualunque momento è migliore di quella di doverli affrontare secondo un’ordine pensato dal computer. Piacerà a chi ha poco tempo da dedicare al gioco computer, ma trova la sua incarnazione perfetta su console.
Aspetti positivi: Facile da padroneggiare, animazioni fantastiche, divertente da riguardare, piacevole da giocare, cool.
Aspetti negativi: Grafica datata, meno piacevole del concorrente diretto, meno soddisfacente di Tony Hawk, musiche non azzeccate, necessita di un Joypad per essere giocato.

Fifa 2002

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Il capitolo "2002" di FIFA riesce nel curioso intento di migliorare ulteriormente gli aspetti positivi delle serie precedenti di FIFA e di peggiorare quelli negativi. Se l'esperienza di gioco diventa piu' brillante per via di una maggiore difficolta' della cpu ed un sistema di passaggi innovativo, dall'altra parte il gioco insiste nei soliti automatismi frustranti, limitandone l'entusiasmo. Ma facciamo due conti: le alternative per PC non esistono e tutto sommato il gioco migliora di anno in anno.
Aspetti positivi:Sistema di dribbling semplificato e intuitivo; Direzione e potenza dei passaggi gestiti dal giocatore; Innumerevoli squadre nazionali e internazionali.
Aspetti negativi: Innumerevoli giocatori internazionali senza nome, automatismi assurdi: spesso i giocatori fanno quanto pre-programmato ignorando le direzioni chieste dal giocatore, mancanza della coppa del mondo,pali e volate in solitaria e gol da centrocampo eccessivamente frequenti.

Madden Nfl 2002

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Non smentendosi neanche quest’anno, la Easports ci regala una nuova versione del loro gioco di Football americano più famoso, Madden Nfl. Grafica ancora migliorata, qualche piccolo passo in avanti verso la simulazione definitiva, ma anche qualcuno all’indietro (la maggior parte dei giochi offensivi possibili è per via centrale), pongono per l’ennesima volta la domanda: vale i nostri soldi o è solo un’aggiornamento? La risposta, come sempre, deve essere per ogni singolo giocatore, ma alla Ea certo sanno come sfruttare un Brand…
Aspetti positivi: Graficamente incredibile, un sacco di opzioni nuove, è ancora il top per quanto riguarda questo sport, interfaccia migliorata, il feeling è fantastico, molto televisivo.
Aspetti negativi: Il manuale di gioco non parla approfonditamente del Football Americano, commento non proprio azzeccato, giochi offensivi troppo prevedibili e simili tra loro, è uno sport poco apprezzato in Italia!

Matt Hoffman's Pro Bmx

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


L’altro titolo nato sull’onda del successo di Tony Hawk è questo Matt Hoffan’s Pro Bmx, che per gli appassionati rappresenta una valida alternativa al titolo sopracitato. Ricco di trick da scoprire, di segreti da sbloccare e di livelli ben realizzati, è sicuramente un gioco destinato ad avere maggior successo su console, anche per la modalità Multiplayer: peccato infatti per la mancanza del supporto Online, che avrebbe potuto donargli maggiore appeal e longevità. Sarà per il seguito?
Aspetti positivi: Design dei livelli azzeccato, molte cose da sbloccare nel singleplayer, controllo ottimo con un joypad, cool, il migliore del genere (anche se Tony Hawk è su un altro pianeta).
Aspetti negativi: Nessuna modalità Multiplayer Online, richiede un Hardware pesante per girare bene, grafica assolutamente datata, non è Tony Hawk, effetti sonori ripetitivi.

Nhl 2002

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Dedicato agli appassionati di una disciplina che non ha ancora incontrato molta fortuna nel nostro Paese, Nhl 2002 si presenta con una grafica ancora migliorata rispetto all’anno passato, un sistema di gioco livellato verso la perfezione e con pochi, pochissimi difetti. Tuttavia il gameplay, per quanto solido, non ha subito praticamente nessuno stravolgimento rispetto all’anno passato, rendendo di fatto l’acquisto di questa edizione un obbligo solo per chi non ha mai provato un titolo della serie o per i super appassionati.
Aspetti positivi: Il meglio presente sui nostri monitor per quanto riguarda questa disciplina sportiva, grafica splendida, visuali televisive che rendono moltissimo, ottime animazioni.
Aspetti negativi: Davvero troppo simile all’edizione 2001, Intelligenza artificiale non troppo evoluta, necessita di un gamepad, sport poco conosciuto in Italia.

Tennis Masters Series

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Tennisti di tutto il mondo, gioite! Finalmente non solo le console possono godere (e lo hanno fatto in maniera fin troppo vistosa con i due capitoli di Virtua Tennis) di un gioco di tennis degno di tutte le lodi, ma da oggi anche i giocatori di Pc possono finalmente gustarsi un titolo ottimo, divertente e davvero imperdibile. Tennis Masters Series è una simulazione quasi perfetta, in grado di regalare ben più di una emozione ai giocatori che davvero da troppo tempo desiderano vivere il tennis sui monitor!
Aspetti positivi: Finalmente il Tennis sui pc, 10 stadi di versi, ottime le animazioni, buona la fisica della palla, diverse caratteristiche per i giocatori, ottimo sistema di controllo.
Aspetti negativi: Necessita di un Joypad, ci vuole un hardware aggiornato, mancanza di modalità allenamento, può non piacere il tennis.

Avventura

Un genere che non gode di buona salute già da qualche anno, quello delle avventure: convolato a nozze con gli Rpg e con gli Fps per trovare nuovi stimoli, nonostante tutto gode ancora di una folta schiera di appassionati (gli stessi che hanno decretato la saga di Myst come una delle più importanti, da un punto di vista commerciale, degli ultimi due decenni).
Appassionati che si possono dichiarare soddisfatti del 2001, poiché negli ultimi dodici mesi hanno potuto scegliere tra un discreto numero di titoli. Accanto a tre sequel (il terzo capitolo di Myst appunto, Atlantis 3 e Dracula 2), quest’anno fa la comparsa sugli scaffali un titolo, il quarto capitolo di Alone in The Dark, quarto capitolo della saga che creò il genere delle action/adventure. Più orientato, sull’onda del successo di Resident Evil e degli altri giochi Capcomiani, all’azione che alla risoluzione degli enigmi, The New Nightmare offre la possibilità ai giocatori di vecchia data di ritrovare un personaggio ormai sepolto dal tempo ed una ambientazione particolarmente affascinante. Molto diverso dal titolo sopracitato, arriva un’avventura ispirata al maestro del brivido, Alfred Hitckock, che strizza l’occhio ai suoi film più famosi ed è capace di catturare l’attenzione anche dei giocatori più smaliziati: The Final Cut è dedicata a chi preferisce più il cervello che le rivoltelle.
Infine due titoli, Druuna e Blood And Lace, realizzati interamente da Software House europee, che hanno puntato molto sull’ambientazione e sul personaggio principale (una procace signorina in tutti e due i casi), e che hanno riscosso un discreto successo, forse inferiore alle aspettative.
Ma ora scendiamo nei particolari e godiamoci le singole nominations per la categoria.