God of War  1

Fino a adesso pensavate che Prince of Persia sia l’unico degno rivale di Devil May Cry? Cominciate a ricredervi, perché sta arrivando da Sony un action-adventure che promette davvero bene: stiamo parlando di God of War, previsto Giugno sui nostri schermi.

Devil May Cry o Prince of Persia? Entrambi, grazie!

Il titolo SCEA sarà un action-adventure, dove elementi come azione, strategia ed abilità saranno preponderanti. Quindi oltre a dover affettare per bene i nemici, sarà necessario anche interagire totalmente con l’ambiente circostante, sfruttando pareti, muri, botti, scatole e chi più ne ha più ne metta. Il combattimento comunque costituirà il punto di forza del gioco, ed i programmatori hanno promesso di far assistere al giocatore duelli e scontri che fanno leva sulla varietà e spettacolarità. Tutto ciò si può presagire guardando il bagaglio tecnico che Kratos avrà a disposizione: innanzitutto il protagonista disporrà di due micidiali lame, grazie alle quali potrà fare a pezzettini con estrema facilità chiunque gli si pari davanti. Se aggiungiamo poi tutte le combinazioni possibili con salti, capriole ed altri movimenti, viene fuori un numero di mosse davvero elevato: addirittura sarà possibile afferrare, lanciare in alto un nemico e sbudellarlo a mezz’aria! Ad ogni modo il protagonista non sferrerà solamente attacchi fisici: saranno presenti infatti ben quattro classi di magie, denominate Medusa’s Head, Zeus’s Bolt, Poseidon’s Rage ed un’altra ancora sconosciuta. Questi gruppi di magie potranno essere ulteriormente potenziate utilizzando le red orbs, pietre preziose che potranno essere raccolta dai cadaveri degli avversari. Come già detto sopra anche cercare di sfruttare appieno l’ambiente circostante, in modo da affrontare al meglio le orde di nemici che ci pareranno davanti: dovremo quindi ricorrere a doppisalti, arrampicamento sulle corde e corsa sui muri, tutto ciò supportato da un sistema di controllo estremamente versatile ed intuitivo. Per quanto concerne i nemici, troveremo mostri mitologici come arpie, minotauri, meduse, ciclopi ed altre amenità simili. Non mancheranno i boss di fine livello, tra cui i noti ma sempre temibili Idra e Cerbero, e per ognuno di essi sarà necessario trovare una strategia apposita per sconfiggerli. Inutile dire che la violenza regnerà sovrana nel gioco: teste mozzate e braccia tagliate saranno all’ordine del giorno. Durante il nostro tragitto incapperemo anche in alcuni puzzles da risolvere. Attenzione però, poiché non ci saranno i canonici “tira la leva per aprire il passaggio, trova la chiave per aprire la porta”: niente di tutto questo. Per risolvere i vari rompicapo non ricorreremo a degli oggetti precostituiti , ma dovremmo essere noi a trovare qualcosa d’idoneo per la soluzione: ad esempio di fronte ad una porta bloccata invece di trovare l'oggetto corretto da inserire nelllo spazio apposito per aprirla, sarà possibile utilizzare la testa mozzata di un nemico! Un'interessante variazione sul tema quindi, che rende il gameplay del prodotto decisamente più vario con dei puzzle assolutamente differenti dai soliti enigmi visti e stravisti.

Anche dal punto di vista grafico God of War promette decisamente bene. I modelli poligonali appaiono piuttosto dettagliati, le animazioni fluide e realistiche, le ambientazioni ispirate e ben realizzate, supportate da un periodo storico, quello dellla Grecia mitologica, che denota sempre un certo fascino. Nel complesso GOW potrebbe quindi rappresentare uno dei titoli di spicco, tecnicamente parlando, per il monolite Sony.

In conclusione

God of War ha tutte le carte in regola per diventare uno dei giochi più interessanti della stagione: il gameplay appare piuttosto ricco e massiccio, intriso da tantissimi combattimenti mozzafiato miscelati a strategia e puzzle, ed il protagonista Kratos in quanto a carisma potrebbe non avere nulla da invidiare ad altri illustri esponenti del genere. La data d'uscita europea è fissata in Europa per il mese di Giugno, nel frattempo potete gustarvi i filmati disponibili del gioco.

Il panorama degli action-adventure sta vivendo un buon periodo di forma, con ottimi esponenti e diverse new entry, come quella di God of War, promettente titolo sviluppato internamente presso Sony.
La storia, ambientata nella Grecia mitologica, verrà narrata sotto forma di flashback: il tutto inizia con una scena dove Kratos, un guerriero spartano protagonista del gioco, è in procinto di suicidarsi sfracellandosi contro le rocce. Pochi istanti prima del fatale impatto verremo catapultati indietro nel tempo, in modo da apprendere per quale motivo Kratos ha deciso di mettere fine alla sua vita. In ogni caso sapremo ben poche cose sul conto del nostro alter ego: egli infatti è un feroce assassino, temuto da molti personaggi che fuggono davanti alla sua presenza, alla ricerca della scatola di Pandora, un misterioso artefatto in grado di donare un immenso potere a chi lo possiede. A quanto pare Kratos vuole impossessarsi della scatola per eliminare Aries, il dio della guerra. Ma come mai la gente ha paura di lui? Qual è il suo oscuro segreto? Perché alla fine si suicida? E’ proprio attorno a tutti questi interrogativi che la trama di God of War ruoterà.