Gran Turismo 3: A-SpecGran Turismo: la storia di un mito 

La storia di Gran Turismo dal primo capitolo fino a GT3 A-Spec, passando per il misterioso GT2000, in uno speciale da non perdere!

Gran Turismo (1998 - Polys Entertainment)

Un giovane team di programmatori interno alla Sony, dopo il discreto successo ottenuto con Motor Toon Gran Prix, si dedicò allo sviluppo di un nuovo gioco di un genere completamente diverso dal primo. Così, quasi in sordina Polys Entertainment (questo il primo nome dei Polyphony Digital) sfornò il primo capolavoro di una fortunata serie destinata a durare nel tempo. I numerosi possessori di PlayStation accolsero Gran Turismo con grande entusiasmo premiando la sfida lanciata allora da Sony ai personal computer. Per la prima volta una console poteva vantare una simulazione di guida in grado di competere con le migliori produzioni per PC, superandole quasi tutte nonostante le limitate potenzialità offerte dalla macchina. Gran Turismo fin dall'inizio non fù solo un videogioco e forse proprio per questo motivo che è stato coniata la definizione The Real Driving Simulator. 11 bellissimi tracciati ma soprattutto 166 (e anche di più) differenti veicoli e una grafica, per quei tempi, straordinaria contribuirono in modo determinante al successo del primo GT.

Gran Turismo: la storia di un mito Gran Turismo: la storia di un mito
Gran Turismo: la storia di un mito Gran Turismo: la storia di un mito

Gran Turismo 2 (1999/2000 - Polyphony Digital)

Polys Entertainment assunse successivamente il nome di Polyphony Digital e ottenne inoltre una maggiore libertà di iniziativa all'interno del gruppo Sony potendo così lavorare con più impegno a Gran Turismo 2. Dopo il clamoroso riscontro ottenuto da GT, il seguito arrivò quasi a completare l'opera incominciata poco più di un anno prima. Polyphony riuscì a superarsi e ad accellere di nuovo proprio in quelle caratteristiche che già in GT si pensava fossero state sfruttare fino al limite. L'hardware della PlayStation venne ottimizzato alla perfezione per riprodurre una grafica ancora più accurata e una fisica tuttora difficile da eguagliare. Il gioco doveva inizialmente includere 300 auto ma col tempo si passò a 400, 500 e ancora di più. Nuovi tracciati e competizioni furono invece introdotti per rinnovare la sfida su strada fino all'infinito. GT2 nella sua forma commerciale era costituito da 2 cd. Il primo includente la modalità arcade, il secondo per il Gran Turismo Mode. Nella modalità Gran Turismo era possibile, come già nel primo capitolo, costruirsi una vera e propria scuderia e "allevare" parchi auto vastissimi in vista delle competizioni più impegnative. Tutto questo, unito alla passione soprattutto "nostrana" per i motori, portò ad un nuovo incredibile successo. Polyphony Digital e Gran Turismo entrarono così di diritto nella storia dei videogiochi.

Gran Turismo: la storia di un mito Gran Turismo: la storia di un mito
Gran Turismo: la storia di un mito Gran Turismo: la storia di un mito

Gran Turismo 2000 e Gran Turismo 3 (2000/2001 - Polyphony Digital)

Spremuta fino all'osso ogni goccia dell'hardware della PlayStation, la sfida non era certo più rinnovabile sull'ormai vetusta console a 32 bit. Una nuova scommessa venne lanciata da Sony che consegnò a Polyphony Digital uno dei primi kit di sviluppo disponibili per la futura console delle meraviglie, la PlayStation 2. Si miserò subito al lavoro per portare il mitico marchio di GT sulla nuova console in un gioco che non sarebbe stato un vero seguito ma più una conversione "pompata" dei precedenti capitoli, una sorta di Gran Turismo 2,5, che sarebbe stato commercializzato in occasione del lancio Giapponese della PS2. E fù proprio allora che i creatori di Gran Turismo commisero il primo errore della loro carriera. In realtà Gran Turismo 2000 non vide mai la luce e se avete avuto occasione di provarne il demo presente allo SMAU 2000, potrete facilmente capirne il motivo. GT2000 deluse gli aspettative non solo dei fan ma anche della stessa Sony. Una grafica migliorata ma non certamente in grado di sfruttare le potenzialità della PS2 e le poche innovazioni rispetto al passato convinsero Polyphony Digital a ricominciare il lavoro dall'inizio. Stava per nascere Gran Turismo 3....

Gran Turismo: la storia di un mito Gran Turismo: la storia di un mito
Gran Turismo: la storia di un mito Gran Turismo: la storia di un mito

Gran Turismo 2000 e Gran Turismo 3 (2000/2001 - Polyphony Digital)

Argomenti collegati: Recensione Gran Turismo 3 A-Spec Lista definitiva auto GT3 A-Spec Pal

In una mattina come tante altre di tre anni fà arrivò sugli scaffali dei negozi di videogiochi una scatoletta di plastica contenente un disco nero che nei mesi immediatamente successivi avrebbe rivoluzionato il mondo dei videogiochi come mai nessun altro era stato capace di fare in precedenza. Da allora nè è passata di acqua sotto i ponti e inevitabilmente è trascorsa un'intera generazione di console. Sono stati 3 anni che hanno visto prima arrivare all'apice del successo e poi sfiorire un gioiello della tecnologia chiamato PlayStation, reso indimenticabile proprio da piccoli capolavori come Gran Turismo e il suo seguito. Sono convinto che molti di voi conosceranno alla perfezione i primi due capitoli di questo meraviglioso gioco ma credo comunque che valga la pena ripercorrere le tappe che ci hanno portato ai 128 bit della PlayStation 2 e a Gran Turismo 3 A-Spec. Allacciate le cinture perchè si parte!

TI POTREBBE INTERESSARE