Grand Theft Auto IVGrand Theft Auto IV - Provato il Multiplayer 

A tre settimane dal lancio, ecco la nostra prova del multiplayer di GTA IV!

Deathmatch e Mafiya Mode

Grand Theft Auto IV - Provato il Multiplayer Il nostro incontro presso Rockstar inizia con un lungo ed esaustivo tutorial sui comandi e controlli principali. I ragazzi che ci stanno per mostrare le modalità multiplayer di Grand Theft Auto IV sembrano essere particolarmente attenti a questa fase di briefing, che definiscono fondamentale per poter godere appieno del gioco che ci prestiamo a provare, e ci spiegano ancora il nuovo sistema di mira e i controlli, che sono stati illustrati nel precedente incontro e nella nostra conseguente anteprima sul single player.
Il primo passo è costituito dall'editor dei personaggi, col quale è possibile scegliere il sesso, cambiare il viso e modificare i vestiti del proprio alter ego. Una volta terminata la spiegazione, si inizia con una modalità online classica e onnipresente in ogni sparatutto, ovvero il deathmatch a squadre, fino a 16 giocatori. L'arsenale disponibile del gioco è stato epurato da armi bizzarre e strane, per concentrarsi sulle "classiche" mitragliatrici AK-47 ed M4, fucili di precisione, a pompa, pistole e lanciarazzi, che troveremo dislocati nel territorio circostante una volta iniziato lo scontro. Non si tratta, come succede in quasi tutti gli sparatutto, di combattere all'interno di una determinata mappa, in uno spazio chiuso, bensì, dopo aver scelto la "zona" della città, si inizia il deathmatch liberi di muoverci in ogni direzione. Spesso gli scontri si concentrano in alcuni punti strategici, altre volte i giocatori si possono prendere la libertà di allontanarsi e allargare così il territorio di battaglia. Free roaming è sempre la parola d'ordine di GTA, d'altra parte. Il deathmatch si può organizzare a squadre o in un tutti-contro-tutti, che grazie al nuovo sistema di copertura e di mira diventa molto tattico e profondo. La grande varietà delle "mappe" crea sempre situazioni nuove e divertenti, tanto che è possibile che nello stesso momento alcuni giocatori si trovino a cecchinare su un palazzo mentre altri si trovino a correre in macchina nella strada sottostante, altri ancora siano appostati dietro dei muri e qualcuno stia sorvolando l'area a bordo di un elicottero. Una volta morti si attende il respawn, solitamente vicino all'azione, guardando cosa stanno facendo i nostri compagni, ma senza poter comunicare con loro.

dopo aver scelto la zona della città si inizia il deathmatch liberi di muoverci in ogni direzione

Deathmatch e Mafiya Mode

La seconda modalità che abbiamo testato è quella chiamata "Mafiya Mode", dal nome volutamente storpiato forse per tutelare Rockstar da eventuali azioni legali contro di essa. Nella modalità Mafiya si agisce in cooperazione di gruppo proprio come una vera e propria banda criminale. Attraverso il telefono cellulare, che ci impartisce ordini e missioni, siamo costantemente aggiornati sul da farsi e ci dobbiamo organizzare con i nostri compagni per eseguire ogni volere del "Boss". Gli obiettivi sono moltissimi e vengono diramati con grande velocità, in modo da non farci mai annoiare o rimanere con le mani in mano per troppo tempo. La mappa di gioco, Liberty City intera, consente a noi e ai nostri compagni di dividerci per poter portare a termine più missioni contemporaneamente. Ognuna di essa ci farà guadagnare un certo compenso in dollari che finirà nel nostro bottino personale, utile poi per fare acquisti. Anche questa modalità, così come il deathmatch, può essere affrontata in gruppo (Mafiya Team) oppure da soli.

Grand Theft Auto IV - Provato il Multiplayer Grand Theft Auto IV - Provato il Multiplayer Grand Theft Auto IV - Provato il Multiplayer

Benvenuti alle corse pazze di Grand Theft Auto!

Grand Theft Auto è sì un gioco d'azione, un'avventura e anche uno sparatutto, ma come dal titolo stesso si evince, basa molto del suo gameplay sulle automobili e l'interazione con esse. Rockstar non poteva quindi non pensare e progettare delle modalità di gioco che sfruttassero sia le tantissime strade di Liberty City, che gli innumerevoli mezzi di spostamento inseriti in questo quarto capitolo. Si chiama banalmente "Race Mode", ma nasconde un gameplay inedito e fresco. L'obiettivo è sempre quello, arrivare per primi al traguardo. Ma è il come ci si arriva a fare la differenza. Si parte tutti insieme da una linea di Start, ognuno dotato della propria automobile precedentemente scelta, sia per modello che per colore.

Grand Theft Auto è sì un gioco d'azione, un'avventura e anche uno sparatutto

Benvenuti alle corse pazze di Grand Theft Auto!

Essendo però GTA un free roaming, è in ogni momento possibile scendere dal proprio mezzo, prenderne un altro, rubare una moto, una macchina o procedere a piedi. Le auto hanno ovviamente i danni, e dopo un po' di incidenti c'è il rischio che queste esplodano, rendendo necessaria la nostra fuga e la conseguente ricerca di mezzi alternativi. La mappa, durante la gara, segnala il percorso, ma non è strettamente necessario seguirlo: si possono imboccare strade secondarie in modo da accorciare il tragitto, purchè si rimanga nell'area di gioco prevista. La possibilità di distruggere gli avversari, di procedere come vogliamo e di muoverci con una certa libertà, dona un fascino tutto particolare alla gara di auto di GTA, risultando un mix di gameplay molto divertente. Senza dimenticare la rinnovata fisica applicata alle vetture, efficace e realistica. Il modello di guida è stato differenziato molto per ogni mezzo disponibile, risultando così più ostico dei precedenti capitoli, ma allo stesso tempo capace di dare maggiori soddisfazioni man mano che impariamo le diverse reazioni delle vetture disponibili.

Grand Theft Auto IV - Provato il Multiplayer Grand Theft Auto IV - Provato il Multiplayer Grand Theft Auto IV - Provato il Multiplayer

Dalla parte dei buoni

In Grand Theft Auto IV si può fare anche il poliziotto, grazie alla modalità multiplayer chiamata "Cops N Crooks", una vera e propria caccia al criminale che si estende per tutte le vie di Liberty City. Nella mappa da noi provata eravamo divisi in due squadre da cinque giocatori ognuna, criminali da una parte e forze dell'ordine dall'altra. L'obiettivo dei malviventi era quello di raggiungere il punto di evacuazione sul molo, dove un potente motoscafo li aspettava pronto a partire. Il gioco fa partire le squadre in punti relativamente lontani ma equidistanti dall'obiettivo, in modo da non avvantaggiare nessuna delle due parti, dopodichè i criminali decidono come arrivare alla fuga con totale libertà di scelta affidata ai giocatori. Si può andare in macchina, che può trasportare fino a quattro persone contemporaneamente, a piedi, in moto e così via. La cooperazione è molto importante per resistere agli attacchi della polizia, che deve cercare di uccidere gli avversari per bloccarne la fuga. I banditi non possono vedere la posizione della squadra avversaria nella mappa, ma viceversa sono ben visibili e localizzabili. Il gioco diventa quindi uno spettacolare film d'azione con improbabili sparatorie in città, esplosioni, fughe solitarie o di gruppo.
Prima di iniziare ogni modalità online, l'host della stanza ha la possibilità di modificare e cambiare ogni possibile parametro e opzione, come il fuoco amico, i punti di respawn, la durata, le armi e molti altri dettagli presenti in ogni sparatutto online. L'impressione generale è che il multiplayer di GTA IV sia stato enormemente curato e destinato a durare nel tempo grazie alle sue numerose modalità e al rinnovato sistema di mira e controllo, che sembra progettato e pensato con l'online in mente.
GTA, finalmente, si può definire un gioco completo sotto ogni punto di vista.

Grand Theft Auto IV - Provato il Multiplayer Grand Theft Auto IV - Provato il Multiplayer Grand Theft Auto IV - Provato il Multiplayer

TI POTREBBE INTERESSARE