Driver: Parallel LinesHands on Driver: Parallel Lines 

Le strade parallele di Driver per riportare un brand storico dei videogiochi ai livelli che gli competono. Multiplayer.it mette le mani sul volante per fare un giro preliminare sulle strade della grande mela!

Hands on Driver: Parallel Lines Hands on Driver: Parallel Lines Hands on Driver: Parallel Lines

Evoluzioni

La seconda parte del gioco è infatti ambientata in tempi moderni, ed il cambio di era coinvolge oltre al tipo di veicoli e armamenti disponibili, anche tutto il rendering della città, cosi come avremo una mappa modificata parzialmente seguendo la variazione urbanistica di New York. La città che non dorme mai è stata ricostruita virtualmente nel migliore dei modi possibile, mappando oltre 260 chilometri di strade, ma chi è pratico della città, troverà alcune lievi modifiche implementate per rendere più funzionale la mappa agli obiettivi del gioco. Il nucleo di Driver non è mutato con il nuovo capitolo, ed al centro di tutta l’azione stanno ancora le automobili e le corse pazze per la città, stavolta cercando di sfuggire alla polizia. I veicoli non saranno solo un mezzo di locomozione, durante la guida avremo modo di assaggiare sparatorie dai finestrini, gare illegali, inseguimenti vari e molti altre attività correlate. I mezzi a cui potremo accedere sono moltissimi e spaziano dal mondo delle quattro ruote, coinvolgendo praticamente tutti i tipi di mezzi possibili, da auto da corsa a Suv, auto della polizia, mezzi di emergenza come ambulanze, jeep e molti altri, fino ad arrivare alle due ruote. Ovviamente nel pacchetto veicoli, ci sono anche molteplici possibilità di tuning e personalizzazione del proprio, tramiti appositi garage clandestini. I modelli di guida variano chiaramente in base al tipo di veicolo scelto e da come è stato modificato, in ogni caso l’azione rimane sempre improntata sull’immediatezza e su uno stile di guida estremamente arcade, che si adatta perfettamente con l’essenza del primo grande Driver.

Hands on Driver: Parallel Lines Hands on Driver: Parallel Lines Hands on Driver: Parallel Lines

La soluzione di tutti i problemi?

Uno dei difetti del terzo capitolo era legato alla poca libertà di azione ed ad uno sviluppo delle missioni fin troppo lineare, in questo Driver Parallel Lines le premesse per ovviare a questo problema ci sono, osservando alcune degli obiettivi presenti nella seconda metà del gioco, ma a prima vista la linearità non sembra del tutto superata, restando solo da valutare in un'analisi più approfondita il bilanciamento raggiunto in tutti gli elementi di gioco. Un altro peso che affliggeva il precedente titolo era stata la ricerca di un confronto diretto con GTA, ed anche questo aspetto è stato rivisto in Parallel Lines, a cominciare dalle sezioni a piedi che sono state limitate. Queste, nonostante il sistema di controllo sia stato reso più accessibile, sono ancora caratterizzate dal limitato numero di azioni eseguibili ed il risultato globale sembra inferiore a quello raggiunto nella parte dedicata alla guida dei veicoli.

Hands on Driver: Parallel Lines Hands on Driver: Parallel Lines Hands on Driver: Parallel Lines

Il motore grafico è un evoluzione di quello precedente, e comprende anche delle rinnovate routine per la gestione della fisica, assieme ad una gestione delle particelle totalmente riscritta, così come le componenti relative alla deformazione dei veicoli durante gli scontri. Riveduto anche il sistema di illuminazione e della gestione dei riflessi, che risulta essere molto più efficiente. Il gioco presenta ancora difetti di aliasing ed un frame rate non del tutto costante, ma il codice che abbiamo provato è ancora una beta non definitiva, e gli ultimi ritocchi su cui il team sta lavorando coinvolgono in particolare le varie ottimizzazioni a livello tecnico e c’è tutto il tempo per porre in atto tutte le modifiche e gli aggiustamenti del caso. Il gioco è previsto per Marzo su Xbox e PlayStation 2, e seppur la prova effettuata non sia sufficiente per esprimere giudizi, ci sono tutte le premesse per un bel ritorno di Driver ai livelli che competono ad un nome così importante nella storia dei videogame. Dita incrociate…

Hands on Driver: Parallel Lines Hands on Driver: Parallel Lines Hands on Driver: Parallel Lines

Eccoci arrivati al quarto capitolo della serie Driver, i Reflections per questo episodio vogliono tracciare una riga sul recente passato, quel Driver 3 che pur avendo registrato un ottimo successo nelle vendite, con oltre 1 milione e mezzo di copie vendute, non è stato in grado di ottenere lo stesso livello qualitativo dei precedenti, destando più di una critica. A tal scopo l’ambientazione ed il protagonista storico, l’agente Tanner, sono stati tolti di scena, a favore di New York e di un inedito personaggio, un ragazzino appena diciottenne che vuol farsi un nome nel mondo della mala, e che casualmente è molto abile nella guida. Driver 4 inzia nella New York di fine anni ’70 dove il nostro alter ego virtuale cercherà di aumentare la sua reputazione svolgendo una serie di missioni prestabilite, fino ad arrivare al clou della storyline. Evitando di svelare trama e sorprese connesse, diciamo solo che a questo punto del gioco avremo a che vedere con una nuova serie di missioni dagli obiettivi ben differenti, uniti ad una serie di cambiamenti significativi nell’intera ambientazione e struttura del nostro mondo.

TI POTREBBE INTERESSARE