Harvest Moon: Friends of Mineral TownHarvest Moon: Friends of Mineral Town 

Tutti gli aspiranti contadini gioiscano: Natsume ci riporta nella vita campagnola simulata di Harvest Moon con ben due titoli che usciranno in contemporanea sulle console Nintendo. In questa sede, ecco un'anteprima della versione per Game Boy Advance, Friends of Mineral Town.

Beato te, Contadino...

Quindi, Harvest Moon è un simulatore di contadino. No, non state leggendo male, c'è scritto proprio contadino. Perchè sorprendersi, del resto? I giapponesi sono riusciti a tirar fuori dal cilindro i simulatori di gestione di un fast-food, figuriamoci che difficoltà può esser per loro costruire un gioco intorno alla vita in campagna. E' bene precisare, comunque, che Friends of Mineral Town non è esattamente un titolo nuovo, bensì un remake upgradato (Sword of Mana anyone?) di Back to the Nature, penultimo titolo della serie, uscito su PlayStation alcuni anni fa. Anche qui, come allora, il giocatore all'inizio si trova a dover amministrare una piccola fattoria senz'arte nè parte: una casetta, un appezzamento di terreno, qualche gallina. Ed è proprio qui che bisogna rimboccarsi le maniche e cominciare a gestire le cose: coltivare la terra, nutrire gli animali e prendere le loro uova, sgombrare il terreno dai sassi e dalle erbacce... Lentamente, si comincia a prendere confidenza con questo unico sistema di gioco, che a tutti gli effetti mette il giocatore nei panni di un contadino virtuale in modo mai frustrante e sempre vario e divertente. Ma il gioco non è tutto qui. Grande importanza ha nel concept anche il rapporto che il giocatore dovrà mantenere con la città vicina (Mineral Town, appunto), dove dovrà recarsi periodicamente a vendere e acquistare il materiale necessario a portare avanti la fattoria. Lì sarà possibile interagire con una moltitudine di personaggi diversi (cinquanta, dice Natsume) e il relazionarsi con loro inciderà sui vari eventi che accadranno durante il gioco, compresa la possibilità di sposarsi e di tirar su famiglia. Ad amplificare il già profondo e intrigante gameplay ci pensa l'immancabile connettività con il GameCube: collegando, infatti, Friends of Mineral Town a A Wonderful Life sarà possibile sbloccare quest, eventi aggiuntivi e minigame che si aggiungeranno alla già presente corsa a cavallo...

Harvest Moon: Friends of Mineral Town Harvest Moon: Friends of Mineral Town

Nella bella fattoria...

Come già detto, Harvest Moon: Friends of Mineral Town è un remake/sequel di Back to the Nature, uno dei pochi Harvest Moon tridimensionali, pertanto l'edizione Gameboy Advance, pur mancando di poligoni, si presenta con una grafica bidimensionale stilizzata e curata, benchè lontana dai virtuosismi grafici di Golden Sun, Final Fantasy Tactics o Megaman Battle Network (considerando anche il fatto che le locazioni nelle quali si svolge il gioco sono veramente poche). Gli sprite sono ben animati e colorati, di grandi dimensioni e dall'aspetto nipponicamente "kawaii". Va' considerato, comunque, che Harvest Moon è un genere di gioco nel quale l'aspetto visivo incide poco o niente, ma nel 2003 diventa sempre più necessario rispettare il fatto che "anche l'occhio vuole la sua parte". Harvest Moon, semplicemente, non delude ne gratifica, presentandosi come un titolo senza troppe pretese tecniche. Il gioco, nella release list del GBA da quasi due anni, è stato continuamente posticipato in attesa del completamento della versione GameCube, un'attesa che finalmente terminerà il 21 Novembre, quando Friends of Mineral Town sarà disponibile in Europa, assieme all'edizione per GameCube. Stay tuned.

Harvest Moon: Friends of Mineral Town Harvest Moon: Friends of Mineral Town
Harvest Moon: Friends of Mineral Town

Il primo Harvest Moon fa capolino nei negozi giapponesi nel 1996, ad opera della Pack-in Soft (che da lì a breve diventerà Natsume), e conquista subito un'abbondante fetta di appassionati. Incredibile ma vero, lo stravagante titolo riesce a raggiungere le coste occidentali, diventando un piccolo oggetto di culto per una nutrita schiera di giocatori. Da allora, Natsume ha riproposto versioni sempre nuove e aggiornate di Harvest Moon, quasi sempre su console Nintendo (con due incursioni su PlayStation e PlayStation2), quasi sempre acclamatissime dalla critica e dall'utenza. Ma cosa nasconde questo titolo, Harvest Moon? Cosa celano queste due parole? Presto detto: un simulatore di vita. Di vita da contadino, è necessario aggiungere. Confusi? Continuate a leggere...

TI POTREBBE INTERESSARE