Hidden & Dangerous II  0

Abbiamo visto in anterpima questo nuovo tactical shooter, permeato da una decisa ventata di aria nuova.
Ritorniamo nel corso della seconda guerra mondiale, a guidare un manipolo di uomini impegnati in missioni che ci porteranno in tutto il mondo, dalle Alpi all'antartico.

ANTEPRIMA di La Redazione  —  15 Maggio 2003

Molte scelte disponibili

La varietà offerta dal gioco è davvero notevole: 40 tipi diversi di uniformi, 40 personaggi diversi con caratteristiche diverse, più di 40 armi, la possibilità di assegnare ruoli particolari ai soldati, e ben 25 mezzi utilizzabili. La caratteristica più interessante dl gioco è comunque quella di utilizzare una visuale tattica per il controllo delle truppe. Con la pressione di un tasto, la visuale diventa dall’alto, la user interface cambia e ci ritroviamo davanti a una sessione di tattica, che ricorda molto da vicino uno strategico. Attraverso questa interfaccia sarà possibile gestire waypoint, punti di controllo e in generale tutte le fasi di pianificazione del gioco.

Worldwide War II

Un altro spunto interessante viene fornito dal level design, che offre una notevole varietà di ambientazioni, di cui abbiamo potuto vedere due assaggi con le mappe relative alla zona delle Alpi e all’Antartide, davvero immense e con un buon livello di dettaglio, che favorisce a fornire una buona immersività. Anche l’intelligenza artificiale dei nemici sembra aver raggiunto un buon livello: i nemici rispondo agli stimoli in maniera ponderata, ispezionando le zone dove credono di avere visto nemici, usando armi adeguate e in genere comportandosi con una buona coerenza tattica.

Carne fresca o futuri generali?

Purtroppo la preview non ci ha consentito di valutare appieno l’intelligenza artificiale, ma nelle situazioni in cui ci siamo trovati i compagni sembravano in grado di gestire gli ordini senza rischiare di diventare carne da macello troppo in fretta.
Hidden & Dangerous II si presenta insomma come un prodotto con buone potenzialità e una buona dose di innovazione, portata soprattutto dalla gestione tattica, molto comoda in diversi momenti di particolare complessità. La scelta di inserire una caratteristica di questo tipo in un gioco principalmente di azione, è indubbiamente coraggiosa, e sicuramente contribuisce ad arricchire il gameplay, già interessante per via delle molte modalità di gioco presenti, fra cui anche una curiosa modalità ‘lone wolf’ in cui ci si confronterà con i nemici senza il supporto dei compagni.

Le novità.

Il secondo episodio di Hidden & Dangerous si presenta con la volontà di innovare un genere, quello dei tactical shooter, del quale si sente fra i fondatori. Le innovazioni sono molte, sia dal punto di vista del gameplay che da quello tecnico.
La struttura di base del gioco rimane analoga a quella che già conosciamo: il giocatore comanderà una pattuglia di uomini, che potrà comandare indirettamente attraverso ordini, oppure guidare direttamente dopo averli selezionati tramite un comodo sistema di hotkey.