Il 2005 di Nintendo  1

Cosa ci riserva per il nuovo anno la Grande Enne? Un primo sguardo a quelli che si profilano come 12 mesi davvero da incorniciare

Donkey Kong Jungle Beat

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Il 2004 del GameCube si è chiuso con una splendida sorpresa, l’apertura del 2005 non vuole essere da meno: primo gioco in assoluto ad uscire dai neonati studios Nintendo di Tokyo, Donkey Kong Jungle Beat è anche in assoluto il primo platform che si gioca... con i bongo! Proprio così, stiamo parlando della periferica che già hanno in casa tutti gli acquirenti di Donkey Konga: in un platform che sembra strizzare l’occhio per design ai DK Country di casa Rare, controlleremo lo scimmione tamburellando e battendo le mani sullo strumento. Sulle prime sembra un’idea strampalata, ma i primi giudizi di chi l’ha già provato in versioni demo o nella versione completa giapponese fuori da poco sono unanimi: anche stavolta Nintendo ha avuto l’idea giusta. In Europa il 4 Febbraio.

NBA Street V3

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
NBA Street ha debuttato questa generazione insieme all’etichetta EA Big, e subito si è segnalato per un gameplay veloce, immediato, arcade e spettacolare nella tradizione dei migliori NBA Jam e per la solita pletora di modalità, opzioni, competizioni, licenze, frizzi e lazzi made in EA Sports. La terza edizione, fuori a Febbraio, non deluderà i fan della serie e anzi potrebbe essere un’occasione per chi non vi si è ancora avvicinato; ma la cosa succosa per tutti i fan Nintendo è che la versione GameCube presenterà, giocabili accanto alle star dell’NBA, nientemeno che Mario, Luigi e Peach! Invece di realizzare un Mario Basket, Nintendo ha preferito affidare i propri portabandiera alle sapienti mani della soft house canadese, e noi siamo ansiosissimi di verificare i risultati: i fan Nintendo, si sa, sono giudici severissimi ma pronti ad elargire le giuste ricompense a chi se le meriti.

Mario Power Tennis

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Come accadde al predecessore nei confronti dell’N64, Mario Power Tennis arriva nella tarda età del GameCube, e visto che il vecchio Mario Tennis era giocabilità allo stato puro, anche questo non dovrebbe deludere. Lo sviluppatore è sempre quello, Camelot, lo schema di base pure, un gioco di tennis arcade dai controlli semplici e immediati ma dalla profondità da scoprire partita dopo partita: quello che cambia è l’impianto tecnico, sembra uno dei giochi più spettacolari che la console Nintendo abbia mai proposto, il roster dei giocatori che insieme alle immancabili presenze di tanti giochi vede alcune novità, e la marea di modalità presenti, da uno a quattro giocatori, dal tennis normale a quello più delirante possiate immaginare. Chi dunque si aspetta un gioco completamente nuovo rimarrà deluso, chi si accontenta di “more of the same” non ha che da prendere racchetta e pallina. Da noi il 25 Febbraio.

TimeSplitters: Future Perfect

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Il terzo episodio della serie dei Free Radical non si discosterà come concept dai primi due, esattamente come i primi due non si discostavano da GoldenEye e Perfect Dark su N64: dietro ci sono infatti per gran parte le stesse persone, poi fuoruscite da Rare. C’è da sperare quindi che anche la qualità resti sugli alti livelli di TimeSplitters e soprattutto del secondo episodio, un FPS in grado se non di competere coi capisaldi del genere, certamente di piazzarsi il gradino immediatamente sotto. Grosse novità non se ne vedono, e su Cubo mancherà l’opzione per il multiplayer online, ciononostante Future Perfect sembra il titolo su cui più puntare per la palma di miglior FPS dell’anno sulla console Nintendo.

Resident Evil 4

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Il 2005 si è aperto per i fortunatissimi videogiocatori americani col nuovo episodio della saga più terrorizzante di sempre: i responsi della stampa d’oltreoceano sono stati letteralmente entusiastici oltre ogni aspettativa, il che non era facile da prevedere visto che Mikami, questa volta, nel tentativo di svecchiare una formula ormai quasi decennale ha rischiato il tutto per tutto. Via i fondali in bitmap, dentro una sontuosa modellazione completamente poligonale, via gli zombie, dentro degli strani esseri umani inferociti con voi, e soprattutto via la vecchia definizione di Survival Horror in favore di un’azione di gioco furiosa e veloce: i nemici non vi daranno tregua un istante e dovrete sfruttare tutto l’arsenale del redivivo Leon S. Kennedy e la vostra materia grigia per sopravvivere. Survival, insomma, e stavolta sul serio. Sugli schermi europei il 18 Marzo, per chi ha il coraggio di aspettare.

Mario Party 6

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Lo stesso giorno esce anche un gioco che è quanto di più lontano si possa immaginare dalle atmosfere di RE: la sesta edizione del party game Nintendo/Hudson prevede, oltre all’immancabile invasione di nuovi tavoli da gioco e di tantissimi nuovi minigiochi, un’interessante novità, l’uso del microfono. La periferica sarà lanciata assieme al gioco e ha permesso agli sviluppatori di ideare nuove meccaniche per minigiochi sempre all’insegna dell’immediatezza. Inoltre, l’azione sui tavoli sarà velocizzata per rendere il titolo più appetibile quando si gioca in due o da soli, e sarà introdotto il passaggio da giorno a notte che influenzerà alcuni minigiochi. I fan della serie sanno già di andare sul sicuro, per gli altri bisognerà verificare sul campo le novità.

Viewtiful Joe 2

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Se col primo episodio Capcom aveva paradossalmente portato una grossa ventata di freschezza nel panorama degli action game riproponendo un concept vecchio di anni, Viewtiful Joe 2 si avvicina senza dubbio molto di più ad un’evoluzione che non ad una rivoluzione. La novità più degna di nota, infatti, è l’introduzione di un secondo personaggio giocabile, Sylvia, la ragazza di Joe che conosciamo già molto bene dal primo capitolo; gli altri cambiamenti sembrano concepiti per migliorare una formula che resta fondamentalmente la stessa. Poco male per chi non ne ha ancora abbastanza dello stile, del gameplay e della difficoltà di VJ, una piccola delusione per chi si aspetta da questo neonato franchise una novità ad ogni uscita. Ad Aprile in Europa.

Killer 7

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Della produzione Capcom/Grasshopper abbiamo tonnellate di foto e filmati, conosciamo in dettaglio la delirante premessa narrativa, sappiamo addirittura le date precise di uscita su tutti e tre i mercati principali, ma sul gioco il buio è ancora pressoché completo. Dobbiamo affidarci alle dichiarazioni dei produttori perché nessun addetto ai lavori ha potuto ancora mettere le mani su una versione giocabile: il gioco sembra diviso in due momenti, uno Adventure in cui muoversi alla ricerca di indizi, uno Action/Shooter con visuale in prima persona, ma senza i movimenti liberi di un FPS. La curiosità è tanta, ma se lo stile, la violenza estrema, la trama complicata ci hanno già colpito favorevolmente, sul gameplay di Killer 7 non ci si può ancora pronunciare per niente. Il verdetto, per noi europei, il 24 Giugno.

Mortal Kombat: Deception

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Una saga che nel bene e nel male ha fatto la storia dei picchiaduro, quella di Mortal Kombat: il nuovo Deception arriva in ritardo su GameCube, privo di modalità online ma con in più la possibilità di usare due boss storici della saga, Goro e Shao Kahn. Le versioni PS2 e Xbox, già uscite da tempo, si sono segnalate per un gameplay simile all’ultimo Deadly Alliance, affinato il giusto, e per una quantità immane di extra e materiale da sbloccare, caratteristica quest’ultima tipica della serie. Bisogna ancora vedere se la versione GameCube sarà, online e personaggi extra a parte, in grado di sfruttare per bene l’hardware a differenza di tanti titoli multipiattaforma, ma per i fan della saga e dei picchiaduro 3D veloci e immediati è probabilmente tempo di scaldare i pad...

StarFox Assault

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
La nuova collaborazione Nintendo-Namco, sebbene mostrata più volte ai giornalisti, ha ancora tutto da dimostrare, ma è innegabile che ad ogni presentazione venissero fatti passi avanti per quanto riguarda l’impianto tecnico e soprattutto la giocabilità. Assault riprende ed espande all’ennesima potenza il concept originale di Star Fox, e a classici stage a bordo dell’Arwing affianca sezioni a terra in cui pilotare svariati veicoli e servirsi di armi dal diverso potenziale distruttivo. In potenza dunque una vera e propria festa dello sparatutto che riserverà un occhio di riguardo anche agli amanti del multiplayer, da due a quattro giocatori. Lo attendiamo con ansia, sperando che i tanti ritardi siano serviti: a Febbraio oltreoceano, presto anche in Europa.

Baten Kaitos

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Il Cubo non è una console dove si possono trovare decine e decine di RPG alla giapponese, ma quei pochi che ci sono vanno annoverati di certo tra i migliori esponenti del genere: non è da meno Baten Kaitos, nuovo gioiellino dei Monolith Software (quelli di Xenogears) prodotto da Namco. La splendida grafica con fondali prerenderizzati, la trama epica e dal sapore tipicamente JRPG, e soprattutto il sistema di combattimento e di gestione dell’inventario basato sulle carte cosiddette “Magnus” hanno decretato il successo di questo titolo, più di critica che di pubblico a dire il vero, in Giappone e in America. Chissà se in Europa, dove è previsto nel corso dei primi mesi dell’anno, riuscirà ad affascinare molti giocatori...

The Legend of Zelda

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Il 2005 sarà però, soprattutto, l’anno di questo gioco. Del nuovo Zelda sappiamo veramente poco, eppure son bastati un trailer e qualche foto per mettere seriamente in pericolo la struttura del Kodak Theatre allo scorso E3, nonché la sanità mentale di qualsiasi videogiocatore che si rispetti. Quello che possiamo stabilire come un punto fermo è lo stile grafico, figlio di Ocarina of Time e di tutto ciò che è successo nel frattempo (qualcuno ha parlato di Signori degli Anelli?), che riporterà il sorriso sul volto di chi non ha amato Wind Waker; dal punto di vista di giocabilità e struttura, possiamo anticipare i duelli in groppa al fidato destriero (sarà di nuovo Epona?), spazi che sembrano più sconfinati del solito e pochissimo altro. Sarà anche per questo che non vediamo l’ora di mettere le mani sul nuovo capitolo della saga e verificare il lavoro di EAD: decisamente il titolo più atteso dell’anno.

E poi...

Se tutto questo non dovesse bastarvi, che ne dite di... le espansioni di Donkey Konga, Mario che si cimenta col baseball, Homeland (il secondo RPG online per Cubo), un Dance Dance Revolution a tema mariesco, un nuovo Kirby, un nuovo Pokémon (un RPG, stavolta?), NFL Street, Ghost Recon 2, Virtua Fighter Quest, Tak 2, Fifa Street, il terzo Splinter Cell, il ritorno delle Ninja Turtles, Batman Begins, Alien Hominid, Advance Wars, Fire Emblem, Geist, Harvest Moon 2, King Kong, Odama... C’è di che giocare fino all’avvento della Rivoluzione, per cui... giocate!

Nintendo DS

La prima novità di cui è obbligatorio parlare a proposito del Nintendo DS è, naturalmente, il DS stesso: la nuova console portatile della Grande Enne ha già fatto il suo debutto, macinando numeri da primato, in America e Giappone e si prepara al lancio europeo con ogni probabilità già fissato per Marzo. Le caratteristiche di questo innovativo sistema di gioco sono ormai note: due schermi di cui uno sensibile al tocco, wireless e wi-fi, microfono incorporato, capacità hardware che già si sono dimostrate superiori a un N64... Tutto ciò giustifica l’idea del DS come un “terzo pilastro” della strategia Nintendo e non come successore del Game Boy: per maggiori dettagli, non avete molta strada da fare giacché trovate tutto su Multiplayer.it; in particolare la prova su strada effettuata al lancio americano. Intanto andiamo a scoprire i titoli più promettenti: alcuni sono già disponibili nelle versioni giapponesi e/o americane, e per nessuno esistono date europee certe, ma aspettateveli da Marzo in poi...

Super Mario 64 DS

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Non si poteva cominciare che dalla Killer Application per N64, risorta su DS con lo stesso scopo, in parte raggiunto. A differenza dei Mario Advance per GBA, stavolta Nintendo è intervenuta energicamente sul gioco stesso, rivitalizzandolo sia tecnicamente (più poligoni, meno pop up, framerate stabilissimo, sonoro surround), sia soprattutto come struttura: ben trenta le stelle in più da scovare per terminare completamente il gioco, alcune inserite in mini-livelli del tutto nuovi all’altezza di quelli storici che ben conosciamo. Tre sistemi di controllo diversi per abituarsi all’uso del touch screen (e la precisione c’è tutta ma difficilmente si raggiunge la comodità di uno stick analogico), modalità multiplayer fino a quattro giocatori e una pletora di minigiochi da affrontare col pennino completano un quadro decisamente roseo. E se non ci credete ancora, perché non date uno sguardo alla recensione?

Feel the Magic: XY/XX

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Potevano Yuji Naka e il Sonic Team lasciarsi scappare l’occasione per sfruttare subito le innovative peculiarità del DS? Ovviamente no: Feel the Magic ci vedrà impegnati nel conquistare il cuore della ragazza dei nostri sogni, a colpi di pennino (niente battute maliziose!) e di voce attraverso minigiochi che sfruttano sia il touch screen che il microfono. L’appeal principale del gioco risiede nella sua immediatezza, e, per quanto breve sia l’esperienza, tutti concordano sulla sua estrema godibilità. Da segnalare anche un impatto grafico/stilistico “stiloso” e innovativo: la prima performance di Sega sul DS è un centro, anche se non proprio perfetto, ma per la giovane età della macchina può andare più che bene. Maggiori dettagli nella nostra recensione.

Ridge Racer DS

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Poco più di una conversione del vecchio Ridge Racer 64 (gli autori sono gli stessi, Nintendo Software Technology) con l’aggiunta del controllo via touch per il simulatore di guida arcade di Namco. Ma questo non vuol dire che il gioco non sia di valore, potendo contare su 20 piste e 32 veicoli, alcuni da sbloccare, e sulla possibilità di giocare in multiplayer, da due fino a ben sei piloti virtuali anche con una sola cartuccia. Tecnicamente poco distinguibile dalla vecchia versione, il controllo si rivelerà soddisfacente dopo un po’ di tempo necessario per abituarsi, per un gioco che mantiene intatto il feeling della serie. Certamente il gioco di guida più interessante previsto al momento su DS, specialmente per le opzioni multiplayer.

Spider-Man 2

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Su DS, il tie in del secondo film dedicato all’Uomo Ragno si presenta come un classico action a scorrimento laterale, ma la grafica rende giustizia all’hardware presentandosi completamente poligonale, ricca di dettaglio e oltremodo fluida. Purtroppo il titolo Vicarious Visions non sfrutta molto il particolare setup del DS: il touch screen sarà usato solo per un rapido accesso ai menu e, durante il gioco, per velocizzare la scelta della mossa da far effettuare al vecchio Spidey e per alcune sfide “minori”. In ogni caso ci troviamo di fronte ad un gioco ben congegnato, che tra l’altro ha ottenuto parecchi consensi presso la stampa d’oltreoceano in virtù del reparto tecnico considerato il migliore tra i titoli di lancio della macchina. Per i fan di Peter Parker sarà un acquisto consigliatissimo.

The Urbz: Sims in the City

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Visto il poco tempo disponibile, Electronic Arts ha scelto di portare su DS nient’altro che il codice della versione GBA del gioco e aggiungerci qualcosa qua e là; seppur piacevole da vedere e da ascoltare, la versione DS di The Urbz non vi impressionerà più di tanto. Le aggiunte riguardano i “soliti” contenuti esclusivi, da non sottovalutare un’intera isola completamente nuova, dei minigiochi che sfruttano il touch screen e una sidequest che vi può far ottenere dei cuccioli virtuali che non troverete nelle altre versioni. Anche in questo caso il focus degli sviluppatori non si è rivolto allo schermo sensibile al tocco, sfruttato solo per i menu e poco altro. Per il momento ci possiamo accontentare, è comunque la migliore versione portatile di The Urbz esistente, ma per la prossima edizione sarà lecito aspettarsi una versione nata e pensata per DS.

Wario Ware Touched!

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Ed eccolo qui, il gioco più delirante della storia. La stessa struttura di Wario Ware, un’enorme raccolta di minigiochi (ma veramente mini) che si susseguono a velocità disarmante sembrava reclamare a gran voce una versione per DS, e in Nintendo non si sono lasciati sfuggire l’occasione. Inutile affermare quanto il gioco sfrutti il touch screen per meccaniche completamente nuove e ancora più divertenti, ma stavolta è stato implementato anche l’uso del microfono: in alcuni minigiochi è infatti necessario comunicare a voce al gioco ciò che bisogna fare... Semplicemente pazzesco! Purtroppo l’altra grande caratteristica del DS, il supporto wireless, non è stata sfruttata e così non è disponibile alcuna opzione multiplayer. Resta infine l’art design completamente malato che caratterizza la serie.

Castlevania

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Appena annunciato, Castlevania va già di diritto nelle posizioni più alte dei titoli più attesi: ancora privo di un titolo ufficiale, sarà il seguito di Aria of Sorrow, ambientato un anno dopo e con lo stesso protagonista. Anche la struttura non cambierà molto, basandosi sullo stesso ibrido tra platform, avventura e RPG nato con lo storico Symphony of the Night e che poi ha trovato nei tre titoli GBA il meritato successo. Le caratteristiche del DS saranno sfruttate da un non meglio specificato sistema per eseguire determinate mosse, che dovranno essere “disegnate” sul touch screen, dalla presenza della mappa sul secondo schermo e dalla possibilità di scambiarsi oggetti e power up grazie al wireless. Le pochissime foto disponibili lasciano presagire una qualità grafica simile a quella dei titoli GBA, ma di tempo per migliorare ce n’è: il titolo è previsto per l’autunno.

Mario Kart DS

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Non è una sorpresa per nessuno la presenza di Mario Kart nella lista dei titoli in sviluppo per DS: del gioco non si sa ancora praticamente nulla, ma dai pochissimi filmati e screenshots disponibili possiamo dedurre un impianto grafico simile alla versione per N64, l’utilizzo di diverse tipologie di veicoli (come in Double Dash!!) e non più dei soli go-kart, e la presenza della mappa della pista sul secondo schermo di gioco. Garantito anche l’utilizzo del touch screen per il controllo e soprattutto l’implementazione del wireless per le modalità multiplayer, da sempre fiore all’occhiello della serie. Nonostante i dettagli certi siano così pochi (neanche la data d’uscita è sicura), Mario Kart è di diritto uno dei titoli più attesi per il portatile Nintendo.

Meteos

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Cosa accade quando il creatore di Rez, uno dei giochi più sorprendenti della generazione, e il papà di Kirby uniscono le proprie forze? Uno sparatutto allucinato ambientato in una gigantesca palla rosa? Beh, magari questa può essere un’idea per il prossimo titolo, intanto Mizuguchi e Sakurai ci presentano Meteos, originale puzzle game prodotto da Bandai: migliaia di meteoriti stanno cadendo sul nostro pianeta, e a noi sta rispedirle nello spazio a colpi di pennino. A prima vista potrebbe sembrare un ennesimo clone di Tetris, ma in realtà qui le operazioni vanno compiute dopo che i pezzi sono caduti a terra; inoltre, anche una volta rispediti indietro, c’è la possibilità che tornino indietro... Insomma, come tutti i puzzle sarà molto più facile da giocare che da spiegare. Visti i precedenti, anche il recentissimo Lumines su PSP, da attendere con ansia!

Metroid Prime: Hunters

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Dopo l’inspiegabile iato ai tempi del Nintendone, non c’è dubbio che Samus Aran sia tornata a rivestire i panni della mascotte Nintendo a tempo pieno. Non sfugge alla regola il DS, che presto vedrà il suo primo titolo ambientato nell’universo dei Metroid: le capacità tecniche della macchina saranno sfruttate dai Nintendo Software Technology per proporre lo stesso punto di vista, in prima persona, delle versioni GameCube, con risultati tra l’altro notevoli. Ma la struttura cambierà: il touch screen rende infatti possibile senza alcun problema l’adozione di uno schema in tutto e per tutto simile ai tradizionali FPS per PC. Quanto il DS si adatti a questa tipologia di gioco l’abbiamo già potuto constatare con la demo del gioco inclusa nelle confezioni americane della console; il titolo in sé invece, che punterà pesantemente sulla componente multiplayer, ha ancora tutto da dimostrare, ma siamo fiduciosi.

Rayman DS

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Da buona software house francese, UbiSoft conta di avere Rayman DS pronto per il lancio europeo della macchina, ed in realtà è proprio grazie a lei che abbiamo una prima papabile data di lancio europea. Rayman sarà un platform completamente 3D dove controllare il famoso uomo-melanzana attraverso 45 livelli differenti. Pochissime le altre informazioni: come sarà tecnicamente? Touch screen, microfono e wireless saranno sfruttati per bene? Possiamo certamente dedurre dalle poche immagini in circolazione una veste grafica non dissimile dalla versione N64 e un sistema di controllo simile a quello di Mario 64 DS, ma poco altro; il fatto che Ubi abbia recentemente ritardato l’uscita del titolo ci fa ben sperare a proposito della cura che sta riponendo nel progetto.

Yoshi's Touch & Go

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Per ultimo ci teniamo il titolo che più deve dimostrare quanto le meccaniche “touch” possano portare innovazione al mondo dei videogiochi: nel sequel, se non altro spirituale, di Yoshi’s Island non controlleremo direttamente il dinosauro che porta Baby Mario in groppa, ma al contrario lo terremo lontano dai pericoli e lo aiuteremo a superare gli ostacoli che incontrerà lungo il suo cammino, completamente automatico. Disegneremo col pennino le piattaforme e le strutture utili a Yoshi per avanzare, e al contempo sempre col pennino neutralizzeremo i tanti nemici che cercheranno di mettergli il bastone tra le zampe. Che altro dire? Le potenzialità di rivoluzionare quantomeno il genere dei platform 2D ci sono tutte, e se esiste una software house in grado di farlo quella è Nintendo. La prudenza non è mai troppa, ma non vediamo l’ora di vedere se ci siano riusciti...

E non dimenticate...

La lista dei titoli in sviluppo per DS è impressionante, date un’occhiata a questo speciale per constatarlo da soli: tra i titoli per il momento più concreti e più da attendere segnaliamo Asphalt Urban GT, GoldenEye, Madden NFL, Mr. Driller, Puyo Puyo Fever DS, Pokémon Dash, Tiger Woods PGA Tour Golf, Zookeeper, Egg Monster Hero, Jam With The Band, Need For Speed Underground, Pac'n Roll, Pac-Pix, Retro Atari Classics, Star Wars: Revenge of the Sith, Nanostray, Advance Wars, Another Code, Animal Crossing, Bomberman, Dynasty Warriors, Goemon, Final Fantasy Crystal Chronicles, Harvest Moon, Jump Superstars, Monster Rancher, Naruto, Puppy Times, Super Princess Peach, Tendo Dokuta, Kirby, Baten Kaitos, Xenogears e Lunar. Phew...

Game Boy Advance

Sarà interessante vedere come il re dei portatili reagirà alla concorrenza, quella “interna” di DS e quella di Sony con la sua PSP. Il fronte software sembra in effetti un po’ meno movimentato degli anni scorsi, ora che le attenzioni degli sviluppatori sono rivolte ai due nuovi formati, e in mezzo a un numero di uscite comunque mastodontico è un po’ più difficile trovarne un buon numero di interessanti in prospettiva su cui si abbiano molte informazioni. In ogni caso il materiale non manca, e anche chi vuole aspettare un altro po’ prima di passare a un nuovo livello del divertimento portatile, non resterà certo senza giochi...

DK: King of Swing

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Il GBA inaugurerà la sua annata con un titolo che non ha ricevuto finora molta pubblicità, ma che sembra decisamente interessante: a metà strada tra il platform e il rompicapo, King of Swing vedrà lo scimmione preferito di tutti noi alle prese con un’attività che notoriamente tutti gli scimmioni prediligono, e cioè saltare di liana in liana per esplorare i livelli e recuperare i medaglioni rubati dal solito K. Rool. La differenza tra KoS e uno dei mille platform con sezioni simili è che qui tutto è incentrato sull’azione dello “Swing”, del dondolio, con un sistema di controllo diverso dal solito (si usano L ed R deputati rispettivamente al braccio sinistro e destro) e un’attenzione particolare alla fisica, il che è una gran cosa in un gioco per portatile. Prestissimo, il 4 Febbraio, sui nostri schermini.

Kingdom Hearts: Chain of Memories

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Su GBA vedrà la luce anche il sequel di un grande successo PS2, quel Kingdom Hearts che con maestria riuniva in un solo titolo personaggi Square, originali e provenienti da altri giochi, con gli storici personaggi Disney. Anche la versione GBA presenta una struttura di base da JRPG, ma stavolta tutto sarà basato sulle carte, dal combattimento alla gestione dell’inventario alla... conformazione del mondo! Questa è una delle idee innovative che KH porta al genere: a differenza di tanti RPG, Chain of Memories sarà diviso in livelli, ognuno di questi livelli in varie stanze, e la composizione di queste stanze e il loro scopo potrà deciderlo il giocatore selezionando la carta apposita. Siamo ansiosi di vedere questo sistema all’opera, così come non vediamo l’ora di ritrovare Sora, Pippo, Paperino e tutti gli altri, amici e nemici!

Banjo Pilot

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Travagliata la storia di questo gioco... Annunciato praticamente alla nascita della console con il nome di Diddy Kong Pilot, quando poi Rare è stata ceduta a Microsoft oltre a subire vari ritardi per ovvie ragioni ha anche visto cambiare i personaggi e l’ambientazione, che saranno quelli resi famosi da Banjo-Kazooie e Banjo-Tooie su N64. Il gioco però non è cambiato, e praticamente si può descrivere come la riproposizione delle sezioni in volo di quel Diddy Kong Racing che spopolò su Nintendone: sia la guida dei veicoli che il design dei tracciati sono ispirati al grande classico, e non mancheranno certamente le armi e il supporto multiplayer. Chi l’ha visto dal vivo parla anche di un utilizzo impressionante del Mode 7: probabilmente questa è veramente la volta buona!

Mario Party Advance

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Poche informazioni sulla prima versione portatile della serie Nintendo/Hudson: certamente riprenderà la struttura delle versioni per home console, fortemente orientata al multiplayer, ma i minigiochi, come in ogni Mario Party che si rispetti saranno in gran parte completamente nuovi, dovranno tenere conto delle caratteristiche diverse di una console portatile. Farà la sua comparsa anche il Professor Strambic, lo stesso di Luigi’s Mansion ormai diventato a tutti gli effetti parte del Mushroom Kingdom, con alcune delle sue strampalate invenzioni come benvenuta aggiunta alla formula originaria. Non ci resta che aspettare ancora pochi giorni per verificare se MP può avere successo anche nel vostro taschino.

Ace Combat Advance

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Il fortunato franchise di Namco, che tanti successi ha mietuto e continua a mietere sulle due PlayStation, sbarca su Game Boy Advance come un gioco, per forza di cose, quasi completamente diverso. Ace Combat Advance è infatti uno sparatutto a scorrimento verticale come se ne vedevano tantissimi ai tempi degli 8 e 16 bit, ma il fatto che oggi siano praticamente scomparsi potrebbe aiutarlo a spiccare nella produzione GBA. Nei panni di una giovane recluta dell’United Air Defense, il vostro compito sarà quello di affrontare, da soli, l’intera armata di una malvagia megacorporazione, attraverso 12 missioni e potendo scegliere tra 10 velivoli diversi. Non mancheranno armi e power up, e una discreta dose di materiale da sbloccare. Vedremo i risultati.

Mega Man Anniversary Collection

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Non è solo per una questione di nostalgia che citiamo anche questo gioco, da inserire nell’ambito dei festeggiamenti capcomiani per il quindicesimo anniversario del personaggio, nella nostra lista dei giochi più attesi dell’anno; i giochi che saranno presenti, e cioè i Mega Man per Game Boy dall’I al V, sono decisamente tra i migliori Action mai prodotti, e, anche se ormai tecnicamente superatissimi, averne cinque in un solo gioco ci sembra motivo sufficiente per aspettare con ansia la raccolta. Capcom ci dà la possibilità di giocare i cinque capitoli sia in versione originale in bianco e nero che con l’aggiunta del colore; presente anche, e non potrebbe essere altrimenti in una raccolta, diverso materiale dedicato al personaggio. Ah, un’ultima cosa: occhio che i titoli qui proposti sono tra i più difficili al mondo!

Wario Ware Twisted!

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Se quello per DS era “Touched” per ovvie ragioni, cosa spinge Nintendo a chiamare “Twisted” il nuovo Wario Ware per GBA? Semplice: per risolvere molti dei minigiochi presenti dovrete ruotare la console! La cartuccia è infatti dotata di sensori di movimento, che comunicheranno al programma le vostre azioni fisiche e non più semplicemente la pressione di un tasto. Inoltre la cartuccia presenta capacità di vibrazione, per un effetto rumble che aggiunge una certa “consistenza” alla rotazione. Inutile dire quanto tutto questo abbia permesso ai designer del gioco, già notoriamente malati, di ideare minigiochi del tutto nuovi, ancora più pazzi dei precedenti, il tutto mantenendo lo stesso feeling e lo stesso humour degli episodi precedenti.

Pokémon Emerald

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Un nuovo episodio di questa serie che si avvia ai dieci anni d’età senza mostrare una sola crepa nel suo successo non può che entrare di diritto nella lista dei giochi GBA più attesi del 2005. Pokémon Emerald potrebbe essere associato per certi versi a Pokémon Versione Gialla per Game Boy, perché come il gioco di cui Pikachu era protagonista assoluto esce da solo, senza alcuna versione complementare, e perché è anch’esso una sorta di spin off degli episodi precedenti: ritroveremo infatti i pericolosi Team Aqua e Magma di Sapphire e Ruby. Queste le novità finora comunicate da Nintendo, e inserite nella classica struttura RPG della saga: i Pokémon effettueranno alcune delle proprie mosse prima della battaglia (anche se non si sa ancora a che scopo), ed inoltre ci sono tre modalità da giocare a fianco dell’avventura principale.

Mario Tennis

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Pochissime, quasi nulle le informazioni su questo gioco. E allora perché lo trovate qui? Beh, semplice, perché possiamo comunque aspettarci grandi cose. Del resto al lavoro sul titolo ci sono i soliti Camelot, sinonimo di garanzia quando si tratta di sportivi arcade e a tema mariesco. Immancabile la solita pletora di personaggi del Mushroom Kingdom, i campi a tema, l’azione immediata eppure profonda e le mille diversioni dal tema principale. Possiamo anche aspettarci il collegamento alla versione cubica, e qualcuno specula su una struttura ricca di elementi RPG come la versione portatile di Mario Golf... Cominciate a prendere nota in attesa di sapere qualcosa di più concreto.

Mega Man Battle Network 5

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Mega Man Battle Network nacque praticamente col Game Boy Advance, e il fatto che sia già al quinto episodio la dice lunga sul successo riscosso... Tutti gli elementi JRPG che hanno fatto il successo dei titoli precedenti faranno senza dubbio il loro ritorno, con in più, questa volta, la possibilità di cambiare al volo durante un combattimento il leader del party tra i sei componenti disponibili. Il nuovo leader influirà sulle sorti della battaglia, e considerando che ciascun personaggio gode di caratteristiche precise, questa meccanica dovrebbe aggiungere un po’ di ulteriore strategia alle battaglie. I fan della serie, inoltre, si sentiranno subito a casa con l’usuale stile grafico e narrativo. Come tradizione avremo due versioni, che però usciranno a distanza di qualche mese l’una dall’altra: Team of Blues per prima, e poi Team of Colonel.

Tales of Phantasia

Aggiungilo ai tuoi giochi Favoriti
Insieme a PS2, Game Boy Advance è decisamente la piattaforma più amata dagli sviluppatori di JRPG, e anche Namco non si tira indietro, proponendoci addirittura il titolo che ha dato origine all’ormai anche da noi nota saga dei “Tales of”. Tales of Phantasia presenterà la stessa struttura tecnica e di gioco dell’originale SNES unita ai miglioramenti al gameplay apportati dal remake PlayStation. Da segnalare quella che è la caratteristica distintiva della saga, nata proprio con questo gioco: il sistema di combattimento detto “Linear Motion”, che a differenza della stragrande maggioranza degli altri esponenti del genere è in tempo reale, con un personaggio controllato dal giocatore e gli altri membri del party dall’IA. Sul fronte tecnico si segnala il sonoro, con tonnellate di parlato e addirittura un’introduzione cantata! In realtà Namco non ha ancora comunicato se porterà o meno il titolo in Europa, incrociamo le dita!

Piccola console, tanti giochi!

Il solito paragrafo per tutti quei giochi che non trovano spazio qua sopra: A Sound of Thunder, Ice Nine, Payback, Racing Gears Advance, Tokyo Xtreme Racer Advance, Rave Master: Special Attack! Now!, Shaman King: Legacy Hawk e Shaman King: Legacy Wolf, Winnie the Pooh: Rumbly Tumbly, CT Special Forces 3: Navy Ops, Klonoa 2: Dream Champ Tournament, Super Army Wars, Dragon Ball: The Red Ribbon Army Saga, Pac-Man Pinball, Robots, Star Wars: Revenge of the Sith, Madagascar, Dragon Ball GT: Transformation, Tim Burton's The Nightmare Before Christmas: The Pumpkin King, Batman Begins, Bejeweled, Mega Man Zero 4, Metallica: The Game, Mr. Driller 2, Prince of Persia: Warrior Within, Puyo Puyo Fever, The Chronicles of Narnia: The Lion, The Witch and The Wardrobe, The Fast and the Furious, Wizardry: The Summoning, Worms 3 e poi ancora un’altra marea e mezza... Decisamente tanti per una console così piccola.

Nintendo GameCube

Il Cubetto si prepara a vivere quello che con ogni probabilità sarà il suo ultimo anno da ammiraglia della flotta di Kyoto: all’E3 di Maggio le nuove console saranno ormai realtà concrete e le attenzioni di tutti si sposteranno prevedibilmente sulla Next Generation. Un anno di transizione, quindi, questo 2005, ma fossero tutti così gli anni di transizione... Dall’horror definitivo all’RPG epico, dal platform innovativo allo sportivo esagerato, il 2005 del GameCube si profila come un anno ricco di varietà e qualità. E non dimentichiamo un certo Zelda...
Se invece volete saltare a pié pari la sezione dedicata al Cubo (Ma siete sicuri? Guardate che vi perdete delle cose molto belle...) potete tranquillamente cliccare uno dei link qua sotto per visionare le novità delle console portatili marchiate Enne.
Nintendo DS
Game Boy Advance