La Next Gen di Tony Hawk  0

Rispolverate gli skate, Tony Hawk torna su Xbox 360, PlayStation 3 e si affaccia in un'esclusiva versione dedicata al Wii e al suo rivoluzionario controller

Nuove modalità

Tra le aggiunte alle modalità di gioco non ancora rese note in maniera completa, vi sono delle sessioni simili al photomode utilizzato per Amped, in cui dovremo effettuare i nostri trick migliori in particolari sezioni della città dove sono presenti fotografi e reporter. Parallelamente ci saranno occasioni in cui saremo affiancati da un cineamatore che, riprendendoci, ci guiderà alle combinazioni da eseguire per realizzare il cortometraggio perfetto. Inoltrem, in Project 8 è stato introdotto un nuovo sistema di statistiche in game per poter tracciare fino all’ultimo dato ed analizzare le varie performance degli skater tramite le classifiche su Xbox Live e, presumibilmente, anche sul servizio in rete di Sony per PS3. Così come è stato inserito il nuovo metodo di controllo manuale per mantenere posizioni ed equilibrio sullo skate durante alcuni grind e tricks avanzati. Insomma, i programmatori sembrano voler dare sostanza al gioco, riprendendone le caratteristiche che ne hanno fatto la fortuna attraverso gli anni.

Tony Hawk dal vivo

Una delle differenze più evidenti rispetto al prequel è, ovviamente, il motore grafico, progettato ex novo per garantire finalmente una resa visiva degna dei nuovi hardware. Il personaggio principale è notevolmente più dettagliato, al maggior numero di poligoni e le texture ad alta risoluzione si aggiungono anche effetti relativi alla fisica dei vestiti, che ondeggiano ad ogni evoluzione. Uno dei nuovi effetti, resi possibili grazie alle nuove console, si può osservare durante il “focus mode” in cui la camera si sposta verso i piedi del personaggio. La velocità di gioco rallenta in simil slow motion, ed il resto della scena viene condito da filtri di blur depth field e quant’altro per enfatizzare al massimo l’esecuzione di evoluzioni ancora più complesse. Punto forte del nuovo motore grafico è però la gestione delle animazioni. Riprodotte fedelmente tramite tecniche di motion capture avanzate, praticamente una sorta di scan completi al corpo dei migliori skater americani, realizzati nei nuovi studi Neversoft, il tutto senza dimenticare le singole animazioni facciali. Tra i particolari rivisti per questa nuova incarnazione ci sono anche i nuovi sistemi per la gestione della fisica, infatti, il gioco sfrutta le routine fisiche realizzate da Havok per poter interagire nel miglior modo possibile con l’ambiente circostante.

Arriva il Wiiiii

Oltre al progetto dedicato alle console next gen in preparazione negli studi Neversoft, Tony Hawk’s Project 8 è previsto anche per Xbox e PlayStation 2 con contenuti molto simili, ma con un motore grafico realizzato a parte, sulla base dei precedenti capitoli. Come preannunciato ad inizio anteprima, al Project 8 va ad aggiungersi una produzione parallela, chiamata Tony Hawk’s DownHill Jam e dedicata esclusivamente alla nuova console Nintendo, il Wii. Di questo titolo purtroppo abbiamo potuto osservare solo alcuni video e quindi rimandiamo ogni commento o giudizio ad una prova diretta sul gioco. Nel frattempo, però, possiamo descrivere brevemente il nucleo di DownHill Jam, ovvero una sorta di SSX che incrocia la velocità ed il traffico di Burnout, però su skateboard. La versione Wii, oltre a coniugare la parte relativa a trick e combo sullo skateboard, gira attorno ad una gara di discesa da montagne, alture o qualsivoglia terreno ripido che i programmatori sono riusciti ad inventarsi, contro sette avversari controllati dalla Cpu oppure da altri giocatori tramite le relative modalità multiplayer, che spaziano dalle corse normali ad eventi di slalom ed altro ancora. Ovviamente i personaggi utilizzabili che provengono dal mondo di Tony Hawk, ma sarà possibile creare anche la propria rappresentazione virtuale personalizzandola il più possibile tramite accessori e tavole da skate provenienti da tutti gli stili ed epoche più o meno recenti, a partire dagli anni ’70 ad oggi. Anche questa versione è prevista anche questa per fine autunno 2006.

Il prossimo sembra essere l'autunno di Tony Hawk. Activision ha messo sul fuoco molte idee per rinverdire i fasti di un gioco che da noi potrà tornare a dire la sua nel caotico mercato natalizio. Skater d'Italia restate in ascolto per tutti i progressi che il gioco farà da qui all'uscita nei negozi.

Durante l'Activision Day, oltre a Call of Duty 3 e a Marvel Ultimate Alliance, del quale leggerete nei prossimi giorni, abbiamo potuto vedere anche il nuovo Tony Hawk’s: Project 8 e lo spin off della serie dedicato in esclusiva al Nintendo Wii. Activision continua ad investire su questo brand che ha scritto una piccola parte della storia recente dei videogiochi, e la saga diTony Hawk si evolve sempre di più.

Rispetto al primo Tony Hawk uscito su Xbox 360, durante il periodo di lancio, in Project 8, in uscita anche per PlayStation 3 ci troveremo davanti ad un episodio completamente pensato per le console next generation. Il suffisso “ project 8 “ deriva dallo scopo principale del gioco, ovvero quello di scalare la classifica dei migliori skater in circolazione, entrando di diritto nella cerchia dei migliori, per poi sfidarli uno per uno. Il nuovo Tony Hawk sarà una sorta di ritorno al passato, verso i primi tre episodi della serie, abbandonando in parte la natura totalmente arcade vista negli ultimi anni nei vari capitoli. La meccanica di gioco oltre, ad una gestione più attenta e simulativa delle varie acrobazie realizzabili sullo skate, comprende più obiettivi, aree segrete da raggiungere, mini giochi all’interno della città virtuale. Questa è realizzata completamente in streaming, il che vuol dire che non troveremo loading time passando da un’area ad un'altra, e che, una volta avuto accesso a tutte le aree, potremo tranquillamente visitare tutto il mondo in completo free roaming. Come in Grand Theft Auto, per capirci.