Boiling Point: Road to HellL'anteprima di Boiling Point 

GTA 3 nella pericolosa giungla colombiana? Questo e molto altro nell'attesissimo titolo di Atari che vi presentiamo in anteprima...

La trama principale del gioco ricorda molto da vicino i canoni di un classico action movie

La trama principale del gioco ricorda molto da vicino i canoni di un classico action movie: mister Saul Meyers (che ha le fattezze dell’attore Arnold Vosloo visto nei panni di Imothep nei primi due episodi della Mummia ma anche in Darkman 2 e 3) è un tranquillo ex mercenario in pensione che si gode la vita dopo un’esistenza piuttosto avventurosa. Quando tutto sembra andare per il verso giusto però, riceve una chiamata disperata della figlia, di professione giornalista d’assalto, che si trova invischiata in una situazione non troppo piacevole visto che viene rapita da una non meglio precisata organizzazione criminale in una nazione che ricorda da vicinissimo la Colombia (ovvero gruppi paramilitari, guerriglia antigovernativa, narcotrafficanti e compagnia andante…). In questo background così caotico, Meyers dovrà farsi largo e salvare la figlia: per nostra fortuna il nostro alter ego virtuale è piuttosto pratico di situazioni del genere…

L'anteprima di Boiling Point L'anteprima di Boiling Point L'anteprima di Boiling Point

Come vi dicevamo in apertura, Boiling Point ha molto di GTA 3 nella sua struttura portante: come nel titolo made in Take 2, anche qui avremo la totale libertà di azione negli oltre 625 chilometri quadrati che costruiscono il vastissimo ambiente di gioco (ed almeno in questo codice preview, non c’è mai stato alcun caricamento che bloccasse l’azione) con la possibilità di utilizzare un numero veramente alto di mezzi (25 per la precisione) a cominciare da auto, mezzi per l’acqua e per l’aria. Come in GTA poi, oltre alla missione principale (che, a detta dei programmatori, dovrebbe durare all’incirca 50 ore!!!) potremo imbarcarci in tante altre sottoquest secondarie in grado di far arrivare l’esperienza di gioco a vette di longevità veramente impressionanti. Un altro punto di contatto sarà il rapporto con le fazioni presenti sul campo: queste non solo ci saranno utili per ottenere varie missioni ma la diplomazia in alcuni casi sarà fondamentale per avere dei buoni alleati in particolari circostanze.

Boiling Point si propone con un’anima da gioco di ruolo molto sviluppata

Boiling Point però non è affatto un clone di GTA, tutt’altro visto che ha molti elementi peculiari. Oltre al fatto di essere tendenzialmente un FPS, il titolo dei programmatori di Deep Shadows si propone con un’anima da gioco di ruolo molto sviluppata a cominciare dai tanti dialoghi presenti a scelta multipla che influenzeranno in modo diretto lo svolgersi degli eventi, per passare poi alla gestione del nostro equipaggiamento che riprende molto da vicino gli archetipi del role playing. I pesos saranno infatti fondamentali per acquisire mezzi e armi ma diverranno indispensabili anche in talune situazioni per avere informazioni necessarie alla nostra missione. Non meravigliatevi quindi se vi ritroverete a fare i tassisti o i commercianti per ottenere un po’ di “dineiro”….

L'anteprima di Boiling Point L'anteprima di Boiling Point L'anteprima di Boiling Point

Come potete capire, siamo di fronte ad una struttura di gioco molto ambiziosa che, almeno in questo preview code, ci ha convinti in pieno, capace di farci provare la sensazione di trovarsi veramente in un microcosmo completo e vivente anche al di là della nostra presenza. Se quindi, a livello “ontologico” Boiling Point si prende la nostra benedizione, non si può dire lo stesso per l’aspetto più interattivo: il gioco sembra sempre essere sul filo di confine tra velleità simulative e approccio arcade senza però dimostrare di avere una natura ben precisa ma soprattutto incapace di svettare qualitativamente ne quando si è a bordo dei mezzi, ne in situazioni più tipicamente shooter. La sensazione è che i momenti action siano in realtà alle dipendenze degli aspetti narrativi e “RPGistici” del gioco. Se i programmatori sono all’ascolto, mi permetto di consigliarli sul fatto che su questo aspetto dovrebbero maggiormente concentrarsi prima dell’uscita del gioco: non basta avere un sistema simile a quello Soldier Of Fortune 2 per quanto riguarda le ferite (ovvero con risultati diversi dei danni a seconda di quale parte del corpo colpiamo) per battagliare con i migliori FPS attualmente sul mercato.

Passando all’aspetto tecnico, anche in questo caso ci siamo di fronte a molti aspetti positivi ma anche a qualche deficit. Indubbiamente, sotto il profilo quantitativo, Boiling Point è impressionante: non mi riferisco solo alla grandezza dell’immensa mappa, ma anche alla mole di elementi su schermo con un orizzonte non solo lontanissimo ma capace di presentare tantissimi oggetti anche a lontanissima distanza. Particolare attenzione è stata poi posta sulla realizzazione della vegetazione e sotto questo aspetto BP non sfigura assolutamente con qualsiasi titolo presente oggi sul mercato. Gli effetti speciali sono ugualmente di primissima qualità così come la realizzazione poligonale dei vari edifici presenti nei villaggi in cui ci troveremo. Dopo tutti questi complimenti però dobbiamo anche annotare una mediocre realizzazione visiva dei personaggi (con il povero attore Vosloo che in versione digitale sembra ingrassato di 20 chili) e dei mezzi: una maggiore cura del design per questi elementi sarebbe veramente gradita per la versione completa del gioco.

Sin dal momento dell’istallazione saremo accompagnati da un rock-pop latino in stile “Dal Tramonto All’Alba”

Torniamo invece a parlare bene senza esitazioni di Boiling Point per quanto riguarda la componente sonora: sin dal momento dell’istallazione saremo accompagnati da un rock-pop latino in stile “Dal Tramonto All’Alba” che si addice in modo sublime all’atmosfera del gioco. Il doppiaggio dei personaggi si attesta su di una qualità elevatissima, assolutamente degna di un lungometraggio filmico ed anche tutti gli effetti sonori presenti si dimostrano molto convincenti.

L'anteprima di Boiling Point L'anteprima di Boiling Point L'anteprima di Boiling Point

Come avete potuto capire da questa preview, Boiling Point è un progetto molto ambizioso che lascerà sicuramente il segno. Resta qualche dubbio su alcuni elementi che abbiamo ampiamente dibattuto nei paragrafi precedenti. Rimaniamo in attesa della versione definitiva per capire se ci troveremo di fronte ad un vero capolavoro o ad un buon gioco con una struttura ludica di assoluto rilievo.

L'anteprima di Boiling Point Che GTA 3 (e i suoi seguiti) sia stato un successo di mastodontiche dimensioni, capace di vendere decine di milioni di copie e influenzare una buona parte delle produzioni videoludiche più recenti, è un dato di fatto assodato. Allo stesso tempo, si può affermare con la stessa certezza che nessun prodotto, deciso a sfruttarne la “scia”, abbia ottenuto dei risultati neppure paragonabili alla miniera d’oro di Rockstar Games. Ora Atari propone questo Boiling Point che, pur presentando molte features innovative, indubbiamente deve molto in termini strutturali a Grand Theft Auto: sarà la volta buona per un vero “competitor” di GTA? Cerchiamo di scoprirlo insieme in questa preview…