L'essenza del pirata  0

Il 2007 è l'anno dei pirati. Volete sapere perchè? Leggete qui.

Mi è sembrato doveroso aprire l'editoriale dedicandomi a Pirates War perchè non si può liquidare un anno di lavoro di tre persone con un linketto nel menù. Passiamo ora a parlare del 2007. Solitamente queste giornate di limbo, a cavallo dei due anni, sono dedicate alle riflessioni, al relax e a "tirare le somme". Le tensioni dell'anno trascorso si allentano, quelle dell'anno che entra non sono ancora note. C'è chi sceglie di andare in ferie, le aziende spesso sono chiuse, i magazzini (degli altri) sono fermi. Non si ricevono riassortimenti, gli scaffali dei negozi si assottigliano. Non ci sono novità l'ultima settimana dell'anno, solamente scampoli del passato, e premesse di futuro. Ebbene in questo limbo, in ufficio si sta bene. L'atmosfera è decisamente rilassata, metà delle persone in pausa natalizia. Meno domande, meno risposte da dare, appuntamenti zero. C'è il tempo di tirare le somme e pensare a ciò che ci aspetta. Personalmente mi sono sempre prefigurato l'attività di un'impresa come un enorme macigno da far rotolare, ma non in un terreno pianeggiante, piuttosto su una collina. Fatica enorme sul versante in salita, un passo alla volta, un metro dopo l'altro. Poi, una volta in cima, un attimo di pace per tirare il fiato e poi giù dall'altra parte, facendo di tutto per evitare che la pietra che rotola da sola senza spinta non si trasformi in frana. Sono due tipi di attività completamente diverse che danno vita a problemi diversi. All'inizio c'è il mero problema della sopravvivenza del giorno dopo, dopo c'è il problema della sopravvivenza dopo dieci anni. L'attività a un certo punto si autoalimenta e corre da sola, ma non si può perderla di vista. Ho riparlato giorni fa con un collaboratore della prima ora, che mi ha accompagnato per un breve tratto di strada. Oggi anche lui è diventato un piccolo imprenditore e mi ha confessato che, a distanza di anni, i problemi che io gli raccontavo all'inizio, che lui non riusciva a cogliere, oggi, vivendoli in prima persona, li ha finalmente capiti.
Questa pietra che rotola veloce porterà con sé, nel 2007, una serie di novità su vari fronti, che nel limite del possibile racconterò qui.
- Per tutti: ampliamento della webTV, più programmi, più servizi, più video.
- Per tutti: riorganizzazione dei Forum.
- Per tutti: Pirates War (come ho raccontato prima)
- Per abbonati Premium Gold: modulo esclusivo di gioco su Pirates War
- Nascita del canale dedicato ai giochi per cellulari di Multiplayer.it; maggiore interazione tra contenuti su cellulare e sito web.
- Su carta: pubblicazione del libro "Pagati per giocare", un manuale per chi vuole intraprendere la carriera professionale nel mondo dei videogiochi
Oltre non riesco a spingermi, sia perchè è sottile il confine che divide annuncio e sputtanamento della strategia aziendale, sia perchè se c'è una cosa che ho imparato in questi anni, che puoi programmare tutto tranne l'imprevedibile, che è solitamente la parte migliore dell'anno. Confido dunque che anche il 2007 riservi qualche bella sorpresa.

A febbraio 2007 Multiplayer.it compirà 8 anni. Ho iniziato senza sapere dove andare e ho azzeccato qualche bivio, per buon senso e per fortuna. Ero da solo, oggi siamo in venti, da gennaio saremo in venticinque persone. Si può contare sull'abilità propria e dei propri collaboratori ma senza una sana percentuale di culo non si va da nessuna parte. E pensare che non compro biglietti della lotteria e gratta & vinci, e in generale non mi piacciono i giochi d'azzardo in cui il caso (o fortuna, chiamatelo come volete) hanno il ruolo predominante. Ma non ne escludo gli effetti positivi e negativi in un piano pur perfettamente organizzato. Mi piace pensare di controllare il mio futuro con le mie azioni, ma so di non essere l'unico ad agire sulla mia esistenza.
Ecco le mie riflessioni per questo Capodanno. Auguro a tutti uno scoppiettante, imprevedibile e appagante 2007. Se volete qualcosa, andatevelo a prendere.

P.S.: Approfitto di questo momento per ringraziare tutti i collaboratori di Multiplayer.it, vicini e lontani. Mai come quest'anno ho apprezzato, nelle difficoltà e nei successi, il vostro aiuto. Essere soli non serve a niente. La squadra è tutto. Grazie.

Le puntate precedenti

Se vi siete persi le puntate precedenti del Diario del capitano (oltre 1200 editoriali), ecco le coordinate per rintracciarle:

- dal 3 maggio 2004 a oggi
- dal 2000 al 4 aprile 2004

on ci sarà più nessun anno come il 2007 in cui il genere "piratesco" tornerà così di moda. A maggio infatti uscirà il terzo e attesissimo seguito dei Pirati dei Caraibi con Johnny Depp, e intorno è stato tutto un fiorire di progetti, gadget e figurine dedicate a Jack Sparrow. Io ho visto i primi due episodi della trilogia e li ho trovati simpatici, anche se trasudano dal primo all'ultimo minuto citazioni più o meno esplicite di luoghi comuni e videogiochi, in particolare, ovviamente, della saga di Monkey Island. E dunque, in quest'annata dedicata ai pirati, poteva mancare un browser game piratesco? Assolutamente no. Con il rischio di essere tacciati di poca originalità, tre ragazzi in gamba, hanno lavorato nell'ultimo anno a questo progetto ribattezzato Pirates War. Dopo averne assistito alla presentazione e averlo giocato nei primi livellli ci ho ritrovato un po' di Sid Meier's Pirates (come per esempio l'arruolamento di marinai nella taverna), un po' Monkey Island, ma anche tanta originalità. Non ho giocato molti browser game, eppure questo gioco, tutto italiano, aspira a ritagliarsi la sua fetta di pubblico dedicato ed appassionato.
In una sera di novembre abbiamo così deciso di dare massimo supporto a questi sviluppatori per creare un bel browser game. Gli elementi ci sono tutti: gestione delle risorse, sviluppo di tecnologia e strutture, conquista del territorio. Ma ci sono anche degli elementi altamente innovativi per un browser game: interfaccia della navigazione e del combattimento completamente a parte, con un pannello di controllo in tempo reale che ai tempi di Ogame avrei sognato ad occhi aperti. E in più elementi verosimili come nebbia, vento e condizioni metereologiche a disturbare o a favorire i giocatori.
Quest'annuncio per la prima volta pubblico è una specie di regalo di Natale postumo e un'avvisaglia delle sorprese che vi stiamo preparando per il 2007. L'indirizzo per raggiungere Pirates War è il seguente: www.pirateswar.com. Per giocare (gratis) è sufficiente essere già iscritti a Multiplayer.it. Se lo siete con 3 click sarete già in gioco. Altrimenti di click ce ne vorranno un paio in più.