Line-up X-Tecnologies  0

X-Tecnologies presenta 3 nuovi joypad per PlayStation 2. Il nostro Eugy li ha provati per voi.

Racing Shock 2

Nel mondo delle periferiche alternative a quelle Sony si può diventare importanti solo se si presenta un prodotto innovativo e con un buon rapporto qualità-prezzo. Il primo nuovo prodotto X-Tecnologies ha tutte le carte in regola per diventarlo. Il nuovo futuristico joypad è dedicato agli appassionati di giochi di corsa. Infatti questo è costituito, oltre che dai canonici tasti, da una ruota posizionata al posto dei controlli analogici. 1

Prime impressioni

Come detto in precedenza, sul nuovo joypad X-Tecnologies sono presenti tutti i tasti di un normale controller Dual Shock 2 Sony, con l'aggiunta di una ruota analogica che serve durante le corse automobilistiche per controllare meglio il mezzo. L'estetica del joypad è molto curata, ne esistono in commercio due modelli, uno tutto di colore argento e l'altro tutto nero. Una cosa curiosa da notare è che ultimamente tutti i produttori di periferiche non originali non stanno più violando le leggi di copyright (copiando design del joypad e conformazione dei tasti), infatti è da tempo che Sony ha intrapreso battaglie legali per difendere i propri diritti.

Sensazioni

Una volta preso in mano il joypad si noterà subito la diversa impugnatura rispetto i pad originali, mentre la dislocazione dei tasti è uguale a quella originale. Ci vorrà inoltre un po' di tempo per abituarsi alla nuova leva analogica che funziona da sterzo. Un fattore comune a tutti e 3 i joypad in uqetsione è l'impugnatura abbastanza grande che a lungo può stancare, tutto dipende se le proprie mani sono abbastanza grandi in modo da poter avere una "presa" ergonomica, al contrario se si hanno mani piccole o si è abituati ad utilizzare il controller uscito con la prima PlayStation (quello senza funzione analogica), sarà difficoltoso abituarsi alla diversa impugnatura. Altra considerazione va fatta per i tasti posteriori (L1, L2, R1, R2) che, nonstante lo spazio a disposizione sia elevato, risultano un pò piccoli

Test

Per poter dimostrare se un pad merita l'acquisto o no bisogna provarlo. I test di questo nuovo prodotto sono stati effettuati mediante l'ausilio di giochi di guida. Il primo gioco utilizzato è stato il nuovissimo Crazy Taxi dove le corse pazze attraverso la città mettono a dura prova l'innovazione introdotta da X-Tecnologies nel campo dei pad: la nuova leva analogica. Una volta inserito il gioco ci vuole un pò di tempo per prendere familiarità con il nuovo controllo, ma una volta acquistata una certa familiarità il divertimento è assicurato. L'introduzione della leva è stata fatta per permettere al giocatore un controllo preciso della macchina, ma questo si è dimostrato non sempre possibile. Infatti una volta testato il joypad su una PSOne con Gran Turismo 2 all'interno è stato molto difficile effettuare gare decenti, stessa cosa è valida anche per Colin McRae Rally. Fino ad ora abbiamo esaminato solo la nuova leva, anche perchè è l'unico elemento originale presente su questo nuovo joypad, bisogna però sottolienare l'elevata qualità dei materiali con il quale è stato realizzato.

In conclusione

Possiamo affermare che questo nuovo joypad è utilissimo quando ci si vuole divertire senza troppe pretese ma se si cerca la precisione di guida è meglio puntare verso altri prodotti! Nonostante tutto il Racing Shock 2 rimane un ottimo prodotto.

Dark Rumble 2

Mentre il controller precedente trattato presenta una ruota analogica che funge da volante, questo Dark Rumble 2 offre una funzione di auto-fire, opzione d'obbligo per gli appassionati di giochi di combattimento. 2

Caratteristiche

Il secondo pad appartenente alla nuova line-up X-Tecnologies ha una come peculiarità principale la possibilità di programmare l'auto-fire su tutti i tasti, in più è possibile modificare la velocità di ripetizione dei tasti. Fatta esclusione per la precedente funzione il pad è dotato di tutte le normali funzioni di cui un classico joypad per PlayStation è dotato: due motori che permettono una grande vibrazione, tasti analogici che permettono di modulare la forza di pressione. Quest'ultima caratteristica è stata introdotta dai nuovi pad Dual Shock 2 della Sony ma a più di un anno dall'uscita della Ps2 in jap resta una funzione poco sfruttata dai giochi attuali.

Sensazioni

Una considerazione già fatta in precedenza è che tutti e 3 i joypad dela X-Tecnologies hanno una impugnatura molto massiccia. La scelta dei materiali è senza ombra di dubbio di primo ordine ma l'unica nota negativa è data proprio dall'eccessiva grandezza dell'impugnatura. Le due levette analogiche presenti sul nuovo pad sono uguali a quelle apparse sul primo joypad per PSone fornito di vibrazione. La conformazione di queste è leggermente diversa da quella delle leve originali ma nonostante questo risultano le migliori attualmente disponibili per robustezza e precisione. I tasti posti sul retro del joypad (L1, L2, R1, R2) sono uguali a quelli del modello esaminato in precedenza e come già detto possono risultare scomodi da usare se si è abituati a i tasti del joypad originale.

Test

Per testare questo nuovo prodotto sono stati usati alcuni dei titoli più nuovi. Il primo e forse il più bel gioco fin'ora disponibile è stato The Bouncer, anche se la grafica del gioco ci fa incantare davanti al televisore il joypad è stato testato a fondo e non ha dato nessun tipo di problema. Visto che la caratteristica principale di questo nuovo pad sta nel' auto-fire, è stato preso in esame Tekken Tag Tournament. La programmazione dell'auto-fire è estremamente elementare, bisogna però dire che non sempre funziona a dovere la regolazione dell'auto- fire che permette di regolare l'intensità di ripetizione. Un terzo gioco che ha permesso il test di questo nuovo joypad è stato Red Faction, nuovo sparatutto, anche se con questo l'utilizzo del joypad si rivela una scelta secondaria, bisogna ammettere che la precisione delle leve analogiche è tra le migliori in commercio.

In conclusione

Il Joypad appena esaminato presenta un buon rapporto qualità-prezzo. Spetta al videogiocatore scegliere in base al proprio genere preferito se possa essere più utile un pad con leva analogica o con auto-fire.

Multi Force

Ultimo joypad della nuova serie X-Tecnologies è il Multi Force che ha come caratteristica principale la programmazione libera di tutti i tasti presenti sul pad. 3

Prime impressioni

Anche se lo abbiamo già ripetuto per gli altri due joypad, anche questo nuovo joypad presenta tutti i canonici tasti di un normale controller con l'aggiunta di uno solo che permette la programmazione dei tasti. Questo nuovo controller si presenta con una linea molto bombata e un'impugnatura massiccia. Come tutti i joypad fin'ora esaminati anche questo è disponibile in due diverse colorazioni, argento e nero. All'interno della confezione è presente una guida in italiano che aiuta il videogiocatore ad impratichirsi con tutte le nuove funzioni del pad. L'ultimo nato in casa X-Tecnologies è dotato di 2 motori che permettono due diversi effetti di vibrazione.

Sensazioni

Una curiosità che verrà a tutti una volta preso in mano il nuovo joypad è che questo rassomiglia molto al futuro joypad che verrà fornito con la nuova console Microsoft, l'X-Box. Come detto in precedenza l'impugnatura è massiccia è dopo alcune ore di gioco stanca molto, altro fattore negativo da notare è dato dalla errata disposizione dei tasti di azione. Infatti questi non sono messi sullo stesso piano come nei comuni pad ma sono disposti su un piano curvo. Ultimo fattore negativo è dato dai tasti di controllo, infatti anche questo non sono posti sullo stesso piano ma su diversi livelli. Una volta esaminati i lati negativi passiamo a quelli positivi. Il joypad in questione è dotato di due motori di vibrazione veramente potenti, la sensibilità dei tasti è ottima ma mai come quella offerta dai controller originali di "mamma" Sony. Non si possono elogiare ugualmente le leve analogiche, infatti queste non sono molto precise ed essendo inoltre un po' rigide non permettono un controllo sempre preciso del movimento.

Test

Iil primo gioco che ha permetto i test è stato Winning Eleven 5 e non si può dire che il controller si sia comportato bene dato che l'errata disposizione dei tasti ha provocato molti errori di controllo e, se si decide di usare le leve analogiche, capita spesso di controllare in modo errato il personaggio. Un secondo gioco utilizzato nei test è stata la demo di Metal Gear Solid 2, stesso problema apparso in precedenza è stato l'errato comportamento del personaggio dovuto ad un difficile controllo che si ha con questo nuovo joypad. Nonostante i risultati fin'ora negativi bisogna dire che nei giochi di guida come Gran Turismo e Colin McRae Rally il controller si è comportato egregiamente.

In conclusione

I risultati ottenuti con i precedenti due joypad sono stati di tutto rispetto, con questo nuovo joypad non si può dire altrettanto. Viste le difficoltà di controllo e le errate disposizioni dei tasti non mi sento di consigliarlo a coloro che cercano dal controller precisione e affidabilità!

L'avanzamento tecnologioco delle console è pari a quello delle periferiche, fatto testimoniato dalla commercializzazione di volanti sempre più futuristici e Joypad sempre più tecnlologici. In questo campo si distingue X-Tecnologies che presenta la sua nuova line-up di periferiche dedicata alle console Sony, costituita da 3 diversi joypad e un comodissimo telecomando.