Little King's StoryLittle King Story - Provato 

Rising Star Games ci porta in un mondo fatato, che magari all'inizio non sarà proprio quello dei sogni che si fanno da piccini, ma che potrà diventarlo grazie ad una delle idee più originali del 2009.

Se bilanciassimo l'attesa di un titolo in base al cast che sta dietro alle quinte di esso probabilmente questo Little King Story sarebbe in cima alla lista dei desideri di ogni appassionato di videogiochi che si rispetti. Leggendo infatti i nomi degli sviluppatori che seguono il nuovo gioco di Rising Star troviamo persone di tutto rispetto in campo videoludico, primo fra tutti il creatore del titolo, cioè Yashuiro Wada, già ideatore di una delle saghe più popolari in oriente, ovvero Harvest Moon, divertente serie nella quale bisogna prendersi cura di una fattoria con i suoi relativi animali e curare i propri interessi di allevatore in città. Troviamo però dietro a Little King Story altri elementi importanti già famosi nel settore, come ad esempio Hideo Minaba, colui che cura il design dei personaggi e che si è già occupato di quello di un "titolino" come Final Fantasy XII, o ancora membri dello staff di Dragon Quest e il compositore delle musiche di Kingdom Hearts. Ma che genere va a coprire questo Little King Story? Difficile dare una risposta secca, infatti la nuova creatura di Wada va a ricoprire diversi generi: un po' strategico, un po' jrpg (giochi di ruolo di stampo orientale), un po' gestionale e un po' "MySims" riesce difficile trovargli una collocazione ben precisa. Diciamo che paragonandolo ad altri titoli il primo che viene in mente è ovviamente Harvest Moon, però dopo aver visto durante la presentazione tenutasi in Atari circa dieci sudditi che seguivano il Re per le lande ancora inesplorate cooperando tra loro costruendo oggetti è sembrato di vedere una sorta di Pikmin.
Ma andiamo per ordine: dopo un breve e divertente filmato iniziale proposto con grafica molto stilizzata e somigliante ad un cartone animato vecchio stampo disegnato a pastello saremo catapultati sul trono del nostro reame. Dopo aver scelto un nome per il personaggio verremo immediatamente messi all'opera con l'intento di rendere floride le nostre terre e i nostri villagi e conquistare gli altri sette reami. Più semplice a dirsi che a farsi, infatti inizialmente disporremo di pochissimi sudditi e praticamente nessuna struttura, con in più un castello che con i castelli veri non ha proprio nulla da spartire. Completando poi diverse missioni che ci verranno assegnate dall'ex sindaco del villaggio sarà possibile guadagnare monete che potranno poi essere spese per potenziare il nostro villaggio ed i nostri sudditi costruendo edifici utili al loro addestramento. Le fasi di gioco ci vedranno sempre protagonisti, infatti non basterà mandare in avanscoperta i nostri popolani per migliorare il nostro reame, ma anzi, dovremo noi andare in prima linea facendoci seguire da un numero sempre crescente di sudditi che si disporranno a nostra difesa. Basteranno infatti solo tre colpi per mettere fine alla partita con un bel game over, ma fortunatamente durante le battaglie potremo appunto decidere di utilizzare a nostra difesa i popolani che si schiereranno in diversi modi prestabiliti, ad esempio accerchiandoci o in fila indiana. Per variare questa importante impostazione basterà premere D-Pad del Wiimote verso il basso. Nelle fasi di esplorazione la componente manageriale del party sarà decisamente importante: i nostri sudditi infatti si divideranno in diverse categorie, ad esempio taglialegna, membri dell'esercito o costruttori, tutti utili ad uno scopo durante i vari viaggi, starà quindi a noi saper gestire sapientemente le forze necessarie alla missione.

Little King Story - Provato Little King Story - Provato Little King Story - Provato

Re, mucche impazzite e principesse

I nemici che affronteremo durante il gioco saranno molteplici, si parte da delle simpaticissime mucche impazzite fino ad arrivare ai classici draghi e dragoni che non possono mancare in ogni storia che tratta di Re e principesse. I combattimenti saranno molto lasciati al caso, nel senso che non combatteremo noi in prima persona ma il nostro party, che dovremo dirigere verso il nemico o i nemici in questione. Ovviamente sfidare draghi utilizzando dei taglialegna non sarà molto utile, quindi in nostro soccorso arriveranno vari tipi di truppe acquistabili col crescere del nostro reame. Quello che lascia al momento qualche dubbio in tutto ciò è lo scarsissimo utilizzo del sensore di movimento della console che non viene praticamente mai chiamato in causa se non per gestire il puntatore. Eloquente è stata la dimostrazione di uno dei dieci minigiochi disponibili, nello specifico il Ping-Pong, gestibilissimo tramite Wiimote ma relegato alla sola pressione del tasto A con il giusto tempismo. Graficamente il gioco è ben fatto, nonostante chiaramente non si tratti di una grafica next-gen essa risulta molto piacevole e colorata, con uno stile molto azzeccato ed una visuale dall'alto che ben si adatta alla tipologia di gioco. I personaggi sono molto buffi e simpatici in chiaro stile nipponico, ma quello che come già accennato colpisce di più sono i filmati. Alcune texture e molti elementi purtroppo sembrano riciclati troppo spesso, ma va anche detto che il gioco è ancora in una fase di lavorazione profonda, quindi preferiamo non lanciarci in giudizi troppo affrettati. La longevità dovrebbe assestarsi sulle 20 ore, ma il tutto è relativo a quanta fretta ci metterà l'utente a finire il gioco e quanto vorrà stare a dietro anche alle missioni secondarie o alla gestione del proprio reame. Little King Story sarà totalmente localizzato in italiano per quanto riguarda i sottotitoli, dato che il parlato sarà in una lingua inventata dai creatori del gioco e quindi rimarrà tale, mentre le musiche saranno spesso ottime rivisitazioni di grandi classici.
Il titolo di Rising Star potrebbe essere una piacevolissima sorpresa grazie al suo mix riuscito tra vari generi, nonostante il look molto fanciullesco e un brutto dietro front per quanto riguarda l'online che inizialmente sembrava dovesse essere presente mentre ora rimane un po' un mistero. Sicuramente i fan di Harvest Moon potranno trovare varie similitudini con il loro gioco preferito, così come i fan dei jrpg ci sarà(scendendo molto a compromessi) pane per i loro denti, ma come sempre vi rimandiamo a marzo, mese di uscita del gioco, per la recensione definitiva e per sapere se questa attesa sarà ben ripagata.

Little King Story - Provato Little King Story - Provato Little King Story - Provato