MacWorld SF 2003  0

Ieri si è svolto il tradizionale appuntamento di inizio anno che tutti gli affezionati utenti Apple attendono con il fiato sospeso. Vediamo insieme tutte le novità software e hardware presentate da Steve Jobs sul palco del Moscone Center di San Francisco: la suite iLife, il nuovo browser web Safari e, soprattutto, Airport Extreme e i nuovi PowerBook con monitor da 12 e 17 pollici...

[IMG=None.25.c][/IMG][IMG=None.26.c][/IMG]

Novità Software

Innanzitutto una premessa: a partire da oggi tutti i computer fabbricati da Apple non saranno più in grado di eseguire il boot up con il sistema operativo 9, ma solo con X. Una necessità imposta dal continuo progresso e dall’ormai notevole maturità raggiunta dal nuovo sistema operativo. Tutte le applicazioni per 9 potranno comunque essere utilizzate tramite il sistema Classic integrato in X. Ciò detto, partiamo con la presentazione del nuovo software:

iLife
iLife è la nuova suite per la gestire la propria vita digitale e comprende quattro software già familiari agli utenti Apple: il già rilasciato iTunes 3 e i nuovi iPhoto 2, iMovie 3 e iDVD 3. iLife spingerà al massimo l’integrazione tra i nuovi software e consentirà ancora più facilmente di miscelare musica (iTunes), fotografia digitale (iPhoto), il montaggio digitale di filmati (iMovie) e di combinare il tutto su DVD con il software iDVD.
Tutte le nuove versioni dei programmi offriranno funzionalità aggiuntive di rilievo. In iPhoto avremo la possibilità di migliorare la qualità delle immagini e di eliminare eventuali imperfezioni con un semplice click, mentre iMovie offrirà, oltre a un ambiente di lavoro più completo e a nuove funzionalità, una gamma rinnovata di effetti visivi e transizioni ed effetti audio di altissima qualità realizzati dagli sudios Skywalker Sound di George Lucas.
La suite iLife sarà disponibile gratuitamente su tutti gli Apple commercializzati da oggi (7 dicembre 2003), al prezzo di 58€ per tutti coloro che già possiedono un Mac.
Link: Sito ufficiale iLife

[IMG=None.19.c][/IMG][IMG=None.20.c][/IMG]

[IMG=None.21.c][/IMG][IMG=None.22.c][/IMG]

Safari
Safari è il nuovo web browser sviluppato da Apple e studiato apposta per Mac OS X. Oltre ad offrire un’interfaccia semplice, completa e intuitiva, come da tradizione Apple d’altronde, Safari fa della velocità il suo maggior punto di forza. E si ripromette di essere più veloce di Internet Explorer, più veloce di qualsiasi browser basato su Mozilla, snellissimo (solo una manciata di mega su hard disk), e di offrire un rendering delle pagine html molto accurato e di alta qualità. Basato sull’engine KHTML, Safari è l’ennesimo passo di Apple verso l’Open Source, filosofia di sviluppo di cui Jobs è diventato un’entusiasta sostenitore.
Safari è già disponibile per il download in versione Beta e, dopo averlo provato, non possiamo che confermare l’assoluta bontà del prodotto. Velocissimo, già molto stabile e ricco di funzioni interessanti, tra cui sottolineiamo l’ottimo sistema di gestione dei bookmark e l’integrazione totale con il motore di ricerca Google, Safari ha tutte le carte in regola per diventare il miglior browser web per sistemi Apple. Certo essendo una Beta presenta ancora qualche bug e qualche aspetto migliorabile, e speriamo caldamente che Apple introduca la possibilità di navigare utilizzando i Tab, davvero utilissima per chi è abituato ad aprire molte pagine contemporaneamente.
Link: Sito ufficiale di Safari

[IMG=None.23.c][/IMG]

Spendiamo ancora qualche riga per gli altri due software presentati da Apple: Keynote e Final Cut Express. Il primo è un software studiato appositamente per creare presentazioni di altissimo livello, testato e utilizzato da Jobs in persona, il secondo è la versione entry level del software professionale di montaggio video Final Cut Pro.

Nuovo Hardware


La prima novità sul fronte hardware è l’introduzione di Airport Extreme, ultima evoluzione del vincente formato wireless Wi-Fi introdotto da Apple con Airport. Il nuovo standard, chiamato 803.11g, offre una banda di ben 54Mbps ed è retrocompatibile con il precedente standard 803.11b e quindi con le migliaia di spot wireless presenti in tutto il mondo. Con l’introduzione di Airport Extreme Apple ha anche reso più conveniente la sua gamma di prodotti wireless: il prezzo delle schede Airoport Extreme è di 118. Più convenienti anche le basi Airport, ora disponibili in due versioni, con e senza modem interno e porta per antenna aggiuntiva, dal prezzo di 280 e di 238€.
Link: Sito ufficiale Airport

[IMG=None.18.c][/IMG]

Nuovo Hardware

Ma il piatto forte Jobs l’ha tenuto per la fine della conferenza…

“Il 2003 è l’anno dei portatili, e Apple ha intenzione di seguire il trend fino in fondo”.
Con quest’affermazione, e forte del fatto che il 35% di tutti gli Apple venduti sono notebook, Steve Jobs ha presentato orgoglioso i due nuovi nati della casa di Cupertino. Due nuovi PowerBook davvero estremi: uno è il più piccolo portatile full featured mai realizzato, l’altro è il primo dotato di monitor da 17’ e di altre caratteristiche avveniaristiche.

PowerBook 12’
E’ il più piccolo (ed economico) PowerBook mai realizzato e, nonostante le ridottissime dimensioni che ne fanno quasi un sub-notebook, è dotato di tutte le più moderne funzionalità ed accessori. Nel minuscolo case di alluminio anodizzato (10,9 pollici X 8.6 pollici X 1.18 pollici di spessore, 2.1Kg il peso) trovano infatti posto un processore G4 da 867Mhz, 256 Mega di RAM DDR PC2100 base (espandibili a 640MB), un hard disk da 40 o 60 Giga, una scheda grafica NVIDIA GeForce4 420 Go con 32 Mega di Ram e un drive ottico Combo DVD-Rom/CD-RW. Il vero piatto forte però è un altro: nonostante le ridottisime dimensioni Apple non ha infatti rinunciato a dotare anche il più piccolo dei PowerBook del suo SuperDrive, masterizzatore DVD e CD, che può sostituire il drive Combo pagando un sovrapprezzo. Il monitor è un Display TFT XGA da 12’ di diagonale che raggiunge la risoluzione massima di 1024x760.
Ovviamente il PowerBook da 12’ offre ogni genere di porta e presa d’espansione: due porte USB, una porta FireWire, presa Ethernet 10/100, modem 56k interno, uscita VGA per monitor, uscita S-Video, jack per cuffie audio, microfono integrato e jack per microfono esterno. Ottima la dotazione anche sul fronte wireless, con antenna Bluetooth integrata e la possibilità di ospitare una card Airport Extreme che supporta lo standard Wi-Fi fino a 54Mbps. Ottima anche la durata della batteria al litio che assicura fino a 5 ore di autonomia.
Il PowerBook 12’ viene proposto ad un prezzo base (256 mega di Ram, senza SuperDrive e senza la scheda AirPort Extreme) di 2.280€, e sarà nei negozi nelle prossime settimane.
Link: Sito ufficiale PowerBook 12'

[IMG=None.12.c][/IMG][IMG=None.14.c][/IMG]

[IMG=None.13.c][/IMG]

Nuovo Hardware

PowerBook 17’
Non contenta del primato ottenuto con il PowerBook 15’ Titanium, Apple ha deciso davvero di strafare e questo nuovo modello, oltre a proporre un incredibile (per un notebook) monitor da 17’, può vantare una dotazione e prestazioni da far impallidire la concorrenza. Il case di alluminio, il più sottile al mondo (1 solo pollice, 2,8 centimetri di spessore), ospita un processore G4 da 1Ghz con ben 1Mb di cache di terzo livello, 512Mb di Ram DDR da 333Mhz espandibili a 1Gb, una scheda grafica NVIDIA GeForce4 440 Go con 64 Mega di Ram, un hard disk da 60Gb e il SuperDrive, masterizzatore DVD e Cd slot in. Oltre a tutti i connettori presenti anche sul PowerBook 12’, il modello da 17’ può contare su una porta FireWire aggiuntiva che supporta il nuovo standard FireWire 800, e su una più veloce porta Ethernet 10/100/1000. Integrata troviamo anche una scheda wireless AirPort Extreme.
Sul monitor non è necessario spendere altre parole: è un 17’, l’unico disponibile su un portatile, e supporta risoluzioni fino a 1440x900 pixel in formato 16/9. Vale invece la pena spendere qualche parola sul gadget ultratecnologico di cui Apple ha dotato il suo nuovo nato: ovvero una tastiera retroilluminata con fibre ottiche e un sensore di luce che, a seconda della luminosità dell’ambiente, regola automaticamente il contrasto del monitor e l’intensità di illuminazione della tastiera per offrire sempre la miglior visibilità possibile. E, nonostante tutto questo, Apple assicura una durata della batteria pari a 4.5 ore, davvero niente male.
Il PowerBook da 17’ si propone come un portatile decisamente hi-end, pensato apposta per chi vuole ed esige il massimo da un notebook, in tutti i settori. Il prezzo è ovviamente allinato all’offerta: stiamo parlando di ben 4.198€, una cifra non certo alla portata di tutte le tasche. Il PowerBook 17’ sarà disponibile a partire dal mese di marzo.
Link: Sito ufficiale PowerBook 17'

[IMG=None.15.c][/IMG][IMG=None.17.c][/IMG]

[IMG=None.16.c][/IMG]

Il MacWorld di inizio anno a San Francisco e il keynote di apertura sono da sempre appuntamenti attesissimi da tutti gli affezionati utenti Apple. Solitamente è a San Francisco che Steve Jobs svela i suoi progetti più importanti e le novità della casa della mela. Quest’anno, complici i rumor di ogni sorta apparsi sul web a ridosso dell'evento, l’attesa è stata particolarmente dura, ma più che ampiamente ripagata dalle molteplici novità presentate sia in campo software che hardware. Novità che Jobs ha illustrato personalmente abbigliato con la sua più classica mise: maglietta nera e jeans sdruciti.
Seguiteci quindi alla scoperta della nuova suite iLife, del nuovo browser web Safari e, nella seconda pagina del nostro speciale, di Airport Extreme e della nuova linea di portatili PowerBook con monitor da 12 e 17 pollici.