Need For Speed Underground 2  0

Stanno per tornare le velocissime cosrse notturne di Electronic Arts, venite a scoprirle insieme a noi nella nostra anteprima.

Come prima più di prima

Abbiamo avuto la possibilità di provare Need For Speed Underground 2 (d’ora in avanti NFSU2) allo scorso E3 losangelino, e possiamo subito affermare che i presupposti per vedere un ottimo gioco sembrano esserci tutti. I dirigenti di Electronic Arts hanno insistito nello specificare che NFSU2 è un vero e proprio seguito e non una versione intermedia. Le novità apportate, e non possiamo che confermarlo, rendono infatti NFSU2 un gioco che mantiene sì inalterate le caratteristiche vincenti della serie, ma innovandole e inserendole in un contesto molto più aperto e decisamente meno lineare del prequel. Il gioco è ricco di aggiunte, le vetture utilizzabili sono incrementate nel numero come anche le corse disponibili, che ora ammontano a più di 150, come da tradizione divise per specialità: race, drift e drag. Race è la classica competizione contro altre vetture, Drift è la sfida fatta da sgommate e sbandate effettuate in un tortuoso percorso e per finire Drag che è una sfida testa a testa nella quale è fondamentale evitare il traffico cittadino e cambiare le marce in modo ottimale. E’ ovviamente riconfermata anche la modalità carriera, vero fulcro del gioco e percorribile secondo i propri gusti, senza dover per forza affrontare sfide “non gradite”.

I dirigenti di Electronic Arts hanno insistito nello specificare che NFSU2 è un vero e proprio seguito e non una versione intermedia.

Come prima più di prima

La novità che balza all’occhio di più è la libertà di movimento offerta dal titolo, un differenza abissale rispetto alla linearità di NFSU. Ci potremo infatti muovere nei circa 200 km della città, (nel prequel erano solo 40) ricostruita perfettamente e quanto mai viva e pulsante, senza incontrare barriere e senza caricamenti tra una zona e l’altra. Nei nostri spostamenti saremo guidati dall’ottimo sistema PDA, che ci indicherà le zone della città nelle quali intraprendere nuove sfide. Potremo inoltre scegliere di gareggiare anche senza seguire i consigli del nostro sistema di navigazione PDA, basterà trovare l’avversario giusto in mezzo al traffico(spoileroni e alettoni al vento sono un chiaro segno di riconoscimento) e dopo averlo seguito per un po’ di tempo, partirà la sfida che si concluderà solo quando uno dei due contendenti riuscirà a stare davanti all’altro ad una distanza di oltre 300 metri. Vi garantiamo che con la buona Ai dei nostri avversari tali sfide dureranno parecchio e vi consentiranno di attraversare diverse zone della città.

Il marmittone sul cinquantino? Acqua passata…

Il gioco si svolge esclusivamente di notte ma, a differenza del prequel, durante la serata passeranno le ore e quindi capiterà di iniziare a correre al tramonto per finire poi all’alba, con le prime luci del giorno. Non solo il tempo scorrerà come nella vita reale ma anche le condizioni atmosferiche potranno subire variazioni improvvise; capiterà di iniziare una corsa all’asciutto per continuarla poi in una zona in cui imperversa una bufera per concluderla in un altro settore con l’asfalto appena umido. Davvero impressionante e parecchio coinvolgente visto che dovremo adattare il nostro stile di guida alle condizioni climatiche per non finire a ruote all’aria. Il feeling con il gioco è rimasto lo stesso, il modello di guida prettamente arcade e fatto di sportellate e derapate al limite convince appieno, come anche l’effetto di velocità che è reso al meglio. Ciò che comunque caratterizza da sempre la serie è il tuning, l’arte di modificare ogni pezzo del nostro potente mezzo. Tale caratteristica non poteva certo mancare in NFSU2 e, a quanto abbiamo visto, è stata portata ai massimi livelli. Praticamente ogni parte del nostro bolide è modificabile, più di 20 parti dello stesso sono upgradabili e personalizzabili. Nei vari shop che incontreremo nel corso della modalità Carriera, e sbloccabili vincendo le varie competizioni, sarà possibile acquistare i singoli pezzi da sostituire oppure, per i giocatori meno esperti, i kit con le varie modifiche già pronte. Tecnicamente il titolo, come già anticipato, si presenta molto valido con i modelli delle vetture ben ricreati che si muovono in una città viva e pulsante, con strade illuminate dai lampioni e dai fari dei numerosi veicoli che ingorgano ogni incrocio. Ricordiamo inoltre che il gioco uscirà su tutte e tre le next generation console e su Personal Computer, con abilitazione del gioco online su tutte tranne che per la console Nintendo. Una delle novità più succose è proprio la presenza dell’online game anche su Xbox sfruttando il servizio Xbox Live di Microsoft. E’ una novità, frutto del recente accordo tra il colosso di Redmond e Ea, che sarà sicuramente capace di entusiasmare la platea dei giocatori verdecrociati. Delle modalità presenti non si conosce ancora molto ma comunque è certo che sarà possibile utilizzare il proprio bolide customizzato per sfidare gli altri concorrenti. Non è sicuro invece che saranno possibili sfide incrociate tra i possessori dei diversi hardware, anche se a parere nostro la cosa sarebbe decisamente interessante, venendosi così a creare un’unica comunità di “Amanti delle Velocità”; purtroppo da superare ci sono non solo difficoltà tecniche ma anche burocratiche e solo il tempo ci saprà fornire la risposta, tenete le dita incrociate. Per quanto visto fino ad ora Need For Speed Underground 2 ha tutte le caratteristiche per essere uno dei must del prossimo anno videoludico, non vi resta che rimanere sintonizzati sulle pagine di Multiplayer.it per ulteriori novità.

Le corse e la velocità offrono, da sempre, un’attrazione a dir poco irresistibile e gli appassionati inseguono questo loro desiderio in ogni ambito, anche in quello videoludico. L’anno appena passato non è stato di certo avaro di soddisfazioni per i possessori di Xbox amanti delle gare automobilistiche, che hanno potuto godersi Project Gotham Racing 2 e il recente Rally Sport Challenge 2. Ottimi titoli di impronta arcade che hanno saputo imporsi all’attenzione generale. I puristi delle corse in strada e del tuning sono però rimasti legati “affettivamente” a Need For Speed Undeground, uscito lo scorso inverno con una discreta fortuna e che ritorna per volontà di mamma EA decisamente migliorato e ricco di novità.