Paper Mario 2  0

Mario di carta colpisce nel segno?

ANTEPRIMA di La Redazione —  14 Maggio 2004

PaperMario (o Mario Story) è un gioco che vede il famoso idraulico italiano impegnato in un'avventura che riduttivamente potrebbe essere classificata tra gli RPG. Ma PaperMario è un sapiente mix che racchiude in sé più generi: dall'RPG all'action, dal platform al puzzle game. Questo spin-off della saga uscì nella sua prima incarnazione per N64, ormai quasi 4 anni fa, e vede finalmente un seguito sulla console 128bit della casa di Kyoto. Per chi sentisse parlare per la prima volta di questo titolo, ricordo che PaperMario sta per Mario "di carta", visto che l'intera ambientazione di gioco è interamente in grafica 2D.

Lo storyline è degno di ogni avventura di Mario che si rispetti: è sempre lo stesso! Ma questo non ci scoraggia, e quindi per l'ennesima volta ci buttiamo all'inseguimento del cattivo di turno (chissà chi???) per salvare la principessa di turno (anche qui non ci vuole molta immaginazione!). Qui sullo showfllor sono tre i livelli giocabili e per poter testare al meglio le potenzialità di PaperMario ho dedicato un bel po' di tempo ad ognuno di essi. Star Crystal Field, Hooktall Castle e Booggly Woods: questi tre nomi (probabilmente provvisori) che ho potuto testare in PaperMario 2. Graficamente si ha quasi l'impressione di giocare sulla tavola di un fumetto: colori brillanti e vivaci, tratti molto nitidi e puliti. Quasi non si rimpiange la terza dimensione, se non nel momento in cui ci accorge che gli spostamenti sono abbastanza limitati. Anche in considerazione del fatto che il gioco è diviso in "stanze" che limitano un poco la libertà di azione. Interessante è il fatto che Mario è sempre accompagnato da un compagno (selezionabile dall'utente) che ha caratteristiche peculiari che possono aiutare il mitico idraulico nel risolvere particolari enigmi. Anche in questo caso sono tre gli amici attualmente selezionabili: Koopa, Flurry e Goombella. Mi sono particolarmente divertito durante i combattimenti che, a turni in accordo con i dettami di gioco dei migliori RPG, hanno però quel pizzico di azione che i fans di Mario non possono non apprezzare. Se quindi si decide ad esempio di prendere a martellate un nemico, bisogna prepararsi con accuratezza e rilasciare il pad analogico al momento giusto, per poter assestare un colpo che sia il più micidiale possibile. Oltre a colpi di martello e il classico salto mariesco, si possono usare abilità speciali oppure incantesimi provenienti direttamente da Mario World: quindi ecco il fiore infuocato, la cascata di stelline e il terremoto provocato dal "POW".

Personalmente ho trovato questo nuovo capitolo di PaperMario molto molto carino, sia graficamente che a livello di trovate (mitico Mario che si trasforma in aeroplanino - in fondo è di carta!) ma la perplessità che ho è che Nintendo, volendo fare un gioco che sia per tutti, rischia un po' di renderlo poco appetibile agli amanti di un particolare genere: non è un RPG, non è un platform, non è un adventure. Ma un mix, che con gli ingredienti giusti e soprattutto il dosaggio corretto può essere davvero un ottimo gioco.