Pony FriendsPony Friends - Anteprima 

Eidos pensa ai più piccini e crea il primo simulatore dedicato al mondo dei pony, tra mille affettuose cure, passeggiate e molto altro.

Pony Friends - Anteprima Pony Friends - Anteprima Pony Friends - Anteprima

Nintendponies

Le somiglianze con il celebre simulatore di cane prodotto dalla casa di Kyoto appaiono immediatamente. Inserita la cartuccia nella console e scelto di creare un nuovo profilo, viene chiesto con quale nome, data di nascita, razza e colore si desidera caratterizzare il pony: queste scelte non saranno fini a se stesse, ma influenzeranno il carattere ed i gusti del nostro nuovo amico virtuale, che terminata questa prima e piuttosto rapida fase, sarà pronto ad essere messo nella stalla.
La partita “tipo” a Pony Friends si articola in una serie di mansioni principali che risultano piuttosto fini a se stesse, per quanto decisamente adatte al target a cui ci si rivolge. Spazzolare e lavare con la massima cura il pelo, decidere quale alimento meglio soddisfa le necessità del quadrupede e prendersi cura dei suoi zoccoli, non sono attività certamente originali che però ben si adattano all'accoppiata touch screen più pennino e che se svolte con dedizione e cura, potrebbero garantire la vittoria nella prestigiosa “Perfect Pony Competition”. Avanzando nell'esperienza potranno essere insegnati alcuni comandi, che renderanno l'idea del crescente feeling tra cavallo e padrone, mentre per guadagnare i soldi necessari tanto al cibo quanto agli extra, dovranno essere completate alcune missioni di crescente difficoltà.
Sensibilmente più interessanti dovrebbero risultare altre caratteristiche pensate per l'occasione; ad esempio le passeggiate nella campagna esterna al maniero, durante le quali poter fotografare gli animali della fauna locale e raccogliere determinati oggetti specificatamente pensati. Presente anche un diario nel quale verranno annotati i progressi e dove si potranno scrivere sensazioni ed esperienze vissute nel gioco, feature quest'ultima chiaramente pensata per il gentil sesso.
La quantità di oggetti sbloccabili, unita alle praticamente infinite combinazioni, pare possano garantire una notevole longevità che, caso mai, rischia di essere minata da una varietà non incredibile – cosa comunque verificabile solo in sede di recensione. Nulla è dato sapere riguardo un eventuale multiplayer, che, se dovesse essere presente, probabilmente proporrebbe lo scambio di selle, cibarie ed ammenicoli vari.

Pony Friends - Anteprima Pony Friends - Anteprima Pony Friends - Anteprima

Il DS parte al galoppo

Tecnicamente Pony Friends sembra offrire una resa di indubbia qualità. Se infatti i modelli dei cavalli e la quantità di particolari che li caratterizzano sono buoni, lascia davvero impressionati, in positivo, il risultato raggiunto con i paesaggi, che dispongono di colori estremamente realistici e di un orizzonte visivo notevole, tenuto conto l'hardware a disposizione del DS. Da verificare la varietà delle ambientazioni stesse, mentre affascina, pur senza inventare nulla, la scelta di sincronizzare il gioco con l'orologio interno alla console, così visualizzare in modo credibile il passare delle ore e le diverse condizioni di visibilità.
L'interazione con lo schermo inferiore, come detto, è vincolata ad alcune brevi azioni, che non si distinguono l'una dall'altra per un diverso uso del pennino – più chiaramente, per accarezzare, insaponare e pulire il cavallo si compiono i medesimi movimenti.
Previsto per maggio, difficilmente Pony Friends catturerà il cuore dei “videogiocatori” più smaliziati, ma sembra avere le carte in regola per diventare l'ennesimo tormentone dei più piccoli, che dopo aver allevato pulcini, cani e gatti, avranno ora l'opportunità di avere tra le mani questo ennesimo virtual pet.

Pony Friends - Anteprima Pony Friends - Anteprima Pony Friends - Anteprima

Da Nintendogs a Tamagochi, passando per un'infinità di surrogati ed imitazioni, il Nintendo DS si è dimostrato una macchina perfetta per ospitare i vitual pet, ovvero tutti quei prodotti che mettono l'utente nella condizione di prendersi cura di un più o meno realistico animaletto. Eidos,dal canto suo, non è stata a guardare le altre software house dedite a questo tipo di produzioni e, durante l'evento di presentazione della Line Up 2007 tenutosi nel “The Townhouse” di Milano il 19 febbraio, ha mostrato il suo Pony Friends.
Come facilmente intuibile dal nome, sarà data la possibilità di creare ed accudire il proprio piccolo cavallo, arrivando a gestirne gli aspetti più disparati, dalla salute all'alimentazione, oltre ad una serie di aggiunte che faranno la felicità del pubblico più giovane.
Lo sviluppo è stato affidato all'australiana Tantalus Interactive, che dal 1994 ad oggi si è specializzata nelle produzioni per portatili ed ha all'attivo titoli come Top Gear Rally e South Park Racing, entrambi per Game Boy Advance.