Population Growing, Parte Ottava: GBA Tuttofare  0

Tutte le features extra che offre il GBA linkato al GC, l'e-Reader e le carte dedicate, ecc.

Tutti a Bordo!

Se possedete entrambi i sistemi Nintendo, direi che l’investimento irrisorio necessario per procurarsi il cavo link GC/GBA è a dir poco dovuto.
.. Provate a dirigervi infatti al molo sulla spiaggia dopo aver collegato il GameBoy e il simpatico Kapp'n vi traghetterà fino all'isola al largo del mare che lambisce il vostro villaggio: qui incontrerete altri personaggi, un clima magnifico che permette la crescita delle noci di cocco e la prosperità di ogni specie di insetto. Mica male poter espandere i propri orizzonti anche al di là dei soliti 30 acri di terra, no? E la possibilità di interagire con i personaggi che popolano l'isola sulla console portatile si rivelerà indispensabile per sbloccare alcuni oggetti particolari, compresi i giochi per il NES di cui abbiamo parlato proprio nella precedente puntata dello speciale. E se ancora non ne avete abbastanza, chiedete alle due sarte, le Able Sisters, di scaricare sulla console portatile il programma per disegnare gli abiti: oltre a risparmiare un bel po' di soldini rispetto al noleggio dell'attrezzatura sul GameCube, sarà molto più comodo poter disegnare il proprio stile di abbigliamento in ogni occasione…
Ma se volete davvero avere il massimo del divertimento, provate a scaricare sul GBA i giochi del NES che avete in precedenza ottenuto: in tutto e per tutto fedeli all'originale, i giochi per NES in versione portatile sono un simpatico e utile diversivo. Almeno così non vi lamenterete che per GBA escono solo remake di giochi del SNES...

Magna Charta

Il top dell'interattività tra le due console però si raggiunge se avete anche quello strano apparecchio chiamato Card e-Reader: in pratica si tratta di uno scanner per carte speciali, ogni carta presenta una banda stampata contenente una fitta rete di puntini, che costituiscono un linguaggio particolare. Nel caso di Animal Crossing, ciascuna carta può avere funzioni molto diverse: alcune ci regaleranno oggetti più o meno rari, compresi quelli che in apparenza (chi ha detto i Forbidden Five?) non possono essere ottenuti in altro modo; altre verranno utilizzate dalle Able Sisters per disegnare textures speciali per i vestiti; infine alcune cambieranno il poco orecchiabile motivetto che viene suonato allo scoccare di ogni ora in qualcosa di più divertente del solito din-don-dan a cui siamo abituati.
Non si può certo negare quindi che con Animal Crossing la connettività tra le due console di casa Nintendo abbia raggiunto un notevole risultato, tanto che l’esperienza con AC ci lascia ben sperare anche per gli utilizzi futuri del tanto decantato cavo link. E dato che ormai non solo Nintendo ma anche le software house indipendenti sembrano aver capito che le possibilità di collegamento tra i due sistemi sono assai numerose, non possiamo che esserne felici.

Magna Charta


Population: Growing! - Speciale Animal Crossing

Prima Parte: First Impact
Seconda Parte: Animal House
Terza Parte: Vivere!
Quarta Parte: Online, ma Offline!
Quinta Parte: Ce l'ho, ce l'ho, mi Manca...
Sesta Parte: Trainspotting
Settima Parte: Saturday NES Fever
Ottava Parte: GBA Tuttofare
Nona Parte: O si Odia, o si Ama
Decima Parte: Il Futuro è Vicino!

Animal Crossing è un gioco enorme, complesso, una vera e propria vita virtuale, e adesso che anche i giocatori PAL, grazie al FreeLoader, possono usufruire di un tale pezzo di software, ci è sembrato giusto dedicare al Communication Game di Miyamoto uno speciale.

Dieci capitoli in cui il nostro Filippo Ferrari sviscererà per bene i dieci aspetti più salienti del gioco, una guida per i turisti di Animal Crossing, perché la vita è dura ed avere un po' d'aiuto non fa mai male!


Capitolo 8: GBA Tuttofare
Già prima della nascita di GameBoy Advance e GameCube, Nintendo ha puntato molto sull’interessantissima feature che permette di collegare tra loro le due console. In più di un gioco abbiamo già potuto sfruttare il portatile della Grande N per ottenere extra o piccole estensioni dei giochi per GC: pensate a Sonic Adventure 2, a Crash Bandicoot o a Rayman 3, per non parlare del nuovo Zelda, nel quale il Tingleceiver una volta scaricato sul GBA diventa uno strumento importante per apprezzare gli aspetti più particolari di Kaze No Takuto. Ma solo con Animal Crossing si è arrivati ad un tale livello di integrazione, tanto che senza un GBA è quasi impossibile godere appieno di tutte le straordinarie potenzialità di questo titolo.