Resident Evil Online  1

L'Orrore è pronto per diffondersi online...

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Terrore sulla rete

I realtà è passato non poco tempo dall’annuncio da parte di Capcom di questo exploit online della serie su Playstation2, tuttavia le notizie a riguardo scarseggiavano ad arrivare, a tal punto da far temere il peggio sulla concreta possibilità del titolo di vedere la luce (insomma, il vecchio detto “no news, bad news” insegna). Fortunatamente da un po’ di tempo a questa parte Capcom si è finalmente decisa a sbottonarsi un po’, e le prime indiscrezioni che arrivano, seppur col contagocce, ci permettono se non altro di fare un po’ più di chiarezza sulla meccanica gioco.
Innanzitutto la supervisione del progetto é passata da Shinji Mikami, l’ideatore della serie, a Noritaka Funamizu, che nel curriculum vanta titoli come Street Fighter 2, per intenderci. Cronologicamente gli avvenimenti che faranno da sfondo a questa nuova avventura andranno a collocarsi a cavallo tra i primi due episodi: si ritornerà quindi nella ridente (si fa per dire) cittadina di Raccoon City, in procinto però di essere completamente bruciata dalle forze governative, in un disperato tentativo di arginare la diffusione del T-virus.
I personaggi selezionabili saranno otto (anche se il gioco sarà limitato a quattro giocatori contemporaneamente, con i rimanenti controllati da sofisticate, si spera, routine di intelligenza artificiale), ciascuno caratterizzato da precise abilità, che renderanno sensibilmente differente l’approccio alla partita: a questo proposito Capcom ci tiene a precisare che sarà fondamentale la creazione di team il più possibile eterogenei, in quanto durante l’avventura sarà facile imbattersi in situazioni ed oggetti gestibili unicamente da precisi personaggi.
Appaiono inoltre quantomeno confortanti le dichiarazioni di Capcom di voler mantenere il più possibile intatta la meccanica esplorativa della serie, tra l’altro cercando di limitare lo scambio selvaggio di messaggi da parte dei giocatori online.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

2D addio

Ben poco si sa anche per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, tuttavia i primi screenshots lasciano intravedere particolari decisamente interessanti. Il titolo sembra proprio aver abbandonato i fondali bidimensionali che, salvo qualche eccezione, sono da sempre uno degli elementi caratteristici della serie: le immagini infatti lasciano ben pochi dubbi, con personaggi perfettamente integrati in ambientazioni ricche di poligoni e dall’ottimo dettaglio, tuttavia contornate da texture un filino altalenanti in quanto a qualità; in ogni caso il tempo per migliorare non manca di sicuro.
Particolarmente azzeccata appare la scelta di Capcom di supportare anche i collegamenti “narrowband” per la connessione al gioco, oltre che dispensare i giocatori dell’acquisto dell’HDD, elemento che, dato il suo costo non proprio accessibile a tutti, avrebbe rischiato seriamente di compromettere la diffusione del titolo.
Il debutto online della saga survival-horror più celebre del mercato videoludico è prevista in Giappone per metà del 2003, mentre ancora non ci sono informazioni riguardo un’eventuale conversione (comunque molto probabile) per il mercato PAL.

La recente perdita di Resident Evil rappresenta sicuramente un boccone amaro da digerire per gli appassionati sostenitori del monolite nero di mamma Sony.
La serie infatti, nata e divenuta celebre su Psx, è stata di recente dirottata sui fertili lidi di casa Nintendo, apparentemente a causa delle ormai note difficoltà legate allo sviluppo su Playstation2, ma più realisticamente in seguito all’esborso di fior di pecunia da parte della grande N, alla disperata ricerca di titoli in grado di far perdere definitivamente ai suoi prodotti la nomea di “kid- oriented”. Quando tutto sembrava però irrimediabilmente perduto, ecco spuntare questo ambizioso progetto di evoluzione online della saga, in grado, a quanto sembra, di poter regalare ancora qualche brivido ai possessori di Ps2. Preparatevi dunque, perché l’orrore, a quanto pare, ha seriamente intenzione di incominciare a correre anche lungo il doppino telefonico…