Ring of RedRing of Red 

Ring of Red Ring of Red

Hitler? Uh mamma!!! Mi devo abituare a questi giochi "innovativi"!

Il gioco si svolge in un lasso di tempo immediatamente successivo alla seconda guerra mondiale, Hitler è stato sconfitto e gli americani, dopo una sanguinosa e lunga battaglia, riescono ad imporre il loro dominio sul potente Giappone dividendolo in tre diverse regioni: la prima è controllata dall’Unione Sovietica, una dalla forza comunista cinese e l’ultima dagli alleati uniti ai giapponesi. Voi prenderete per l'appunto il controllo di quest’ultimo con lo scopo di recuperare il prototipo di un robot rubato dalle altre regioni rompendo il fragile equilibrio di pace creato fino a quel momento (scusate questa piccola nota, ma prima gli americani fanno una strage e smembrano il Giappone, poi si fanno fregare una nuova arma e ricominciano daccapo un conflitto? Valli a capire..), vagando col vostro esercito per le isole nipponiche assistendo ai dolori ed alla distruzione arrecata dalla guerra, presenza che a poco a poco si fa sempre più pesante, passando dalla desolazione dei territori circostanti e dalle città che vanno a fuoco e, permettetemelo di dirlo, proprio i colori e i particolari degli scenari vanno a mostrarci un motore grafico davvero ben fatto.

Ring of Red Ring of Red

That's all Folks!

Inoltre, avrete dei “mech” che si adeguano allo standard dell’epoca risultando alla fin fine dei semplici carri armati modificati e dimenticando i complessi robot ai quali eravamo abituati con i vari Z.O.E., Gundam ed Armored Core.
Dello stile di gioco si conosce una particolare funzione che rende RoR simile al Front Mission della Square: quando un vostro mezzo od unità entrerà in pieno contatto con i nemici se ne dovrà assumere il controllo manualmente.
Lo vedremo salvo complicazioni a marzo, per ora è tutto.

Ring of Red Ring of Red

Red? Mi piace ^_^

La Konami non smentisce la sua fama e, dopo l’avvento di Kessen si prepara a sfornare il secondo titolo strategico per Ps2, scegliendo una trama quantomeno originale…