Sam & Max Season Two: Ice Station Santa - Provato  0

La seconda stagione degli investigatori di Telltale si apre in un clima piuttosto gelido...

Come nelle migliori serie TV, ecco la seconda stagione!

La prima stagione di Sam & Max, con i suoi sei episodi indipendenti ma collegati da sottili riferimenti e dall'apparizione ricorrente di alcuni personaggi, ha rappresentato un modo originale e tutto sommato efficace di proporre una serie a un pubblico di giocatori casuali e non. La libertà di acquistare un episodio piuttosto che un altro e il costo contenuto di ogni nuova uscita si sono rivelati armi vincenti che lo sviluppatore Telltale Games ha deciso di continuare a sfruttare. La seconda stagione delle avventure dei detective "animaleschi" Sam & Max è quasi pronta al lancio e, in occasione dell'E for All di Los Angeles, abbiamo avuto la possibilità di provare il primo episodio e di vedere parte del secondo.

Come nelle migliori serie TV, ecco la seconda stagione!

Ice Station Santa, primo episodio della nuova stagione, non avrebbe potuto sfruttare temi e personaggi più popolari in questo momento dell'anno. L'ambientazione è infatti quella del Polo Nord e il celebre personaggio con cui i nostri detective avranno a che fare non è altri che Babbo Natale. Ma, poichè nel mondo di Sam & Max niente è ciò che sembra, dimenticate cappelli rossi, elfi canterini e giocattoli da consegnare ai bambini... o meglio, trasformateli secondo l'ottica distorta di un coniglio psicopatico e avrete una vaga idea di cosa vi aspetta.
I nostri eroi vengono convocati d'urgenza al Polo Nord per scoprire cosa sta succedendo a Babbo Natale, che è improvvisamente impazzito e si è messo a produrre giocattoli altamente pericolosi. Ci sono ghigliottine, cannoni miniaturizzati ma perfettamente funzionanti e perfino un kit completo per torturare un Muppet. Inutile tentare di instaurare un dialogo: il vecchio barbuto è asserragliato nel suo ufficio, da cui minaccia elfi e detective con un mitra.
Di elfi, in realtà, ne sono rimasti ben pochi: la competitività moderna ha imposto a Babbo Natale di licenziare i suoi aiutanti e affidare la maggior parte del lavoro di fabbricazione dei giocattoli a una misteriosa (ma decisamente sospetta) ditta esterna. Dopo aver parlato con il piccolo elfo neo-assunto che mostrava un eccessivo entusiasmo per il nuovo lavoro, lo abbiamo ridotto in lacrime in pochi minuti grazie ai commenti sarcastici di Max. A quel punto, sapendo che le lacrime degli elfi hanno miracolosi poteri di crescita sulle piante, abbiamo innaffiato una piccola stella di Natale all'esterno del laboratorio ottenendo in pochi secondi un albero enorme che ci ha portati dritti in cima al tetto, offrendoci un'ottima via d'entrata attraverso il camino. A quel punto l'incontro con Babbo Natale era inevitabile, ma la nostra demo è finita lì, lasciandoci a chiederci incuriositi cosa sarebbe successo dopo...

Tornano vecchi amici

Quanto abbiamo visto finora appare piuttosto fedele allo spirito della serie. Sam e Max continuano a lanciarsi in dialoghi surreali e assolutamente esilaranti, ma anche i personaggi secondari hanno una personalità ben delineata e un ruolo determinante nella buona riuscita della trama. All'entrata del laboratorio di Babbo Natale abbiamo incontrato i Soda Poppers, il gruppo di ex-star "verticalmente disabili" che aveva già fatto la sua comparsa nella prima stagione. Questo è solo il primo di una serie di incontri con vecchi personaggi che gli appassionati di Sam & Max conoscono bene: nel corso dei vari episodi ritroveremo la tuttologa Sybil Pandemik, la testa marmorea di Abe Lincoln, il paranoico Bosco e molti altri.
Un ruolo particolarmente importante avrà lo Stinky's Diner, che molti giocatori ricorderanno dai tempi del vecchio Sam & Max: Hit the Road e che era purtroppo rimasto chiuso nel corso della prima stagione.

Tornano vecchi amici

Ora il ristorante che si vantava di avere il cibo peggiore del mondo è finalmente accessibile e sarà una locazione importante nel corso degli episodi della seconda stagione. Gestito dalla nipote del vecchio proprietario, una ragazza tutto sommato piacevole se non fosse per l'aria perennemente luttuosa e per il grembiule a forma di pesce, lo Stinky's Diner è corredato da uno stuolo di mosche e da una serie di discutibili trofei appesi alle pareti. I giocatori si troveranno a doverlo visitare spesso, dal momento che nasconderà indizi importanti per la risoluzione dei vari casi e accoglierà numerosi personaggi secondari al di fuori delle loro locazioni abituali. Visitandolo per la prima volta ci abbiamo trovato addirittura Sybil e Abe, impegnati in quello che sembrava un appuntamento romantico a tutti gli effetti.
Come più volte gli sviluppatori hanno voluto sottolineare, ogni stagione di Sam & Max fa procedere la trama in modo impercettibile, anche se i vari episodi sembrano scollegati tra loro a un primo sguardo.

Dal Polo Nord all'Isola di Pasqua

Con uno di quegli spostamenti istantanei di cui solo Sam e Max sono capaci, dal Polo Nord ci siamo ritrovati all'improvviso sull'Isola di Pasqua. Il team di Telltale Games ci ha infatti mostrato uno spezzone del secondo episodio della nuova stagione, che non ha ancora un titolo definitivo. In questa nuova avventura, i due detective freelance si ritrovano catapultati sull'isola di Pasqua, a cui accedono paradossalmente attraverso il triangolo delle Bermude. Tra cumuli di oggetti persi e mai ritrovati da inavvertiti viaggiatori che sono finiti nel triangolo, Sam e Max incontrano di nuovo Sybil e Abe, questa volta in viaggio romantico con tanto di pic-nic con tovaglia a quadri. Per la verità, Abe sembra più interessato a fissare una delle grosse teste di pietra caratteristiche dell'isola, per l'esattezza quella di una donna...
E sono proprio le gigantesche statue Moai ad affidare a Sam e Max il loro prossimo incarico, ovviamente specificando che non pagheranno nemmeno un soldo in caso di riuscita del duo: pare che un'antica profezia riveli che il vulcano dell'isola esploderà dopo un millennio di pace, quando un cane senza scarpe e un animale non ben identificato appariranno portando caos e distruzione. La descrizione non fa una piega, perciò Sam e Max decidono di accettare il caso, nella speranza di "spremere tutta la lava fuori dal vulcano come da un tubetto di dentifricio strizzato a sangue". Le premesse per un'altra impresa epica ci sono tutte, ma la nostra demo non ci ha permesso di scoprire altri dettagli sulla trama.

Dal Polo Nord all'Isola di Pasqua

Dal punto di vista tecnico, la seconda stagione presenta una novità: la risoluzione dello schermo supporta ora il widescreen, un'opzione che molti giocatori avrebbero voluto vedere già negli episodi precedenti. E' possibile scegliere di attivare o disattivare i sottotitoli e impostare il livello dei suggerimenti da zero fino a molto frequenti: a seconda del grado selezionato, Max offrirà alcune osservazioni utili nel corso dell'avventura, che si attiveranno quando i giocatori trascorreranno troppo tempo nello stesso punto senza procedere nella trama. Ovviamente anche per questa seconda stagione è garantita la traduzione dei sottotitoli in italiano, in modo da non perdere nemmeno un particolare della storia.
Il primo episodio della seconda stagione sarà pubblicato l'8 novembre su GameTap, servizio per il momento ancora attivo nei soli Stati Uniti, mentre a partire dal giorno successivo sarà scaricabile sul sito di Telltale Games. Il secondo episodio apparirà invece a gennaio, ma da quel momento in poi tutti i nuovi capitoli saranno pubblicati a cadenza mensile, come era già avvenuto per la prima stagione. Pare che una delle avventure non ancora annunciate sarà ambientata in Europa, ma il team di sviluppo ci ha assicurato che purtroppo non si tratterà dell'Italia...