Shaun White Snowboarding: World StageShaun è nintendaro 

La serie Ubisoft trova dimora definita ed esclusiva su Nintendo Wii, con un secondo capitolo molto interessante

Con il primo Shaun White, Ubisoft aveva deciso saggiamente di seguire una doppia strada: sviluppare un titolo per console next-gen (quindi 360 e Ps3) piuttosto classico e "serio", e allo stesso tempo realizzare una versione specifica per Wii completamente diversa e contraddistinta da un approccio molto più colorato, immediato e sopra le righe. Shaun è nintendaro Tra l'altro il primo Shaun White era anche compatibile con la Balance Board, la periferica venduta assieme a Wii Fit e che in questo caso aumentava in maniera molto positiva il coinvolgimento nel gioco. Alla prova dei fatti fu proprio la versione per console Nintendo la migliore, e tale superiorità fu attestata anche dalla comunità che la premiò con un buon successo di vendite. Fatti due conti, Ubisoft ha quindi pensato quindi che l'ideale era continuare il franchise proprio su Wii; ecco quindi che durante questo E3 2009 abbiamo avuto modo di provare il nuovo episodio, sottotitolato World Stage e che sarà anche l'unica versione ad uscire sul mercato, legando così ulteriormente il nome di Shaun White a quello di Nintendo.

Una bilancia sulla neve

Rispetto all'anno scorso cambia il setting: non più un gruppo di amici snowboarder su un furgone in giro per il mondo, ma un atleta professionista già affermato pronto a gareggiare sulle vette innevate. Oltre alla classica scelta del proprio alter ego, va deciso anche quale cameraman dovrà seguire le nostre gesta; ognuno di essi avrà una preferenza per un certo tipo di acrobazie le quali, una volta eseguite, andranno a caricare una barra del rispetto. Una volta riempita, questa potrà poi essere usata per un boost di velocità da sfruttare al momento più opportuno. In realtà a parte alcuni dettagli, una larga parte delle meccaniche sono state recuperate dal primo capitolo; la balance board gestisce la velocità e i cambi di direzione a seconda di dove si sposta il peso, così come i salti abbassandosi rapidamente. Il wiimote invece è delegato ai grab e ai trick, da eseguire premendo i tasti B, A o entrambi assieme. Shaun è nintendaro Probabilmente la novità di maggior spessore va ricercata quindi nella terza modalità di gioco disponibile ed inedita, che va ad affiancarsi a quelle già conosciute dell'halfpipe e della discesa a tempo; stiamo parlando della gara boardercross, dove 8 atleti si sfidano a chi arriva prima al traguardo gettandosi giù da una montagna a folle velocità. Una aggiunta a dir poco gradita, che dona una nuova prospettiva ad un titolo che già al suo esordio aveva lasciato un'impressione più che buona tra critica e pubblico. Con ogni probabilità questo seguito saprà bissarne il successo, grazie anche alla migliorata componente estetica capace di renderlo uno dei titoli più validi sotto questo punto di vista per la console Nintendo. Le nostre impressioni quindi sono state sicuramente buone, e con ogni probabilità esistono quindi le premesse per gettare le basi di una serie che farà molto piacere tanto a Ubisoft quanto all'utenza Wii.

Certezze

  • Come il primo, ma meglio
  • Nuova modalità molto ben riuscita

Dubbi

  • Forse troppo simile al primo?