Sierra Spring Break 2008 - Coverage  1

Ovvero tutto quello che avreste sempre voluto sapere sul Sierra Spring Break 2008 e non avete mai osato chiedere.
Non sapendolo.

50 Cent: Blood on the Sand

I risultati commerciali della prima trasposizione ludica dedicata al cantante americano sono stati semplicemente strepitosi – oltre il milione e mezzo di copie nonostante una qualità non stratosferica – ed era quindi prevedibile venir richiamati alle armi per aiutare 50 Cent e i suoi amici della G-Unit a portare a termine un'ancora più spericolata e bizzarra missione. La trama pensata per questo seguito sarà effettivamente qualcosa di folle: il gruppo di rapper, dopo un concerto in medio oriente, verrà pagato con un gioiello a forma di teschio tempestato di diamanti, presto rubato dalle loro grinfie da una non meglio precisata organizzazione criminale; inutile specificare come da questo spunto partirà una guerra senza quartiere per recuperare il prezioso manufatto e tenere alto l'onore a stelle e strisce.
Il gameplay offrirà una serie di livelli da affrontare in terza persona e con al proprio fianco un compagno virtuale comandato dal computer o da un amico, anche online, così da doversi continuamente coordinare nell'uccidere i molti nemici che ostacoleranno la strada in modo più o meno convinto. La natura iper scriptata di ogni singolo momento di gioco, con un effetto che ricorda molto da vicino The Club, ha permesso di inserire un sistema a punti che premierà le combo più spettacolari, chiedendo di volta in volta di portare a termine piccoli obbiettivi secondari o speciali sfide, così da aumentare il moltiplicatore e ottenere un punteggio finale in grado di scalare le classifiche. Non mancheranno decine di armi diverse, divise in quattro categorie e acquistabili grazie ai soldi raccolti dai cadaveri, una barra a riempimento progressivo in grado di donare momentanea invincibilità e particolari eventi cooperativi nei quali premere una sequenza di tasti all'unisono con il proprio compagno.
L'Unreal Engine 3 sarà sfruttato a dovere: l'ambientazione cittadina mostrata presenterà un discreto livello di dettaglio e sarà popolata da un gran numero di nemici che, seppur molto spesso uguali tra loro, disporranno di buone animazioni. Senza essere una rivoluzione, 50 Cent: Blood on the Sand dovrebbe riuscire a raggiungere un livello qualitativo in grado di elevarlo dallo status di mera operazione commerciale, aumentandone ulteriormente il bacino d'utenza; la data d'uscita finale non è ancora disponibile ma sicuramente entro fine anno i possessori di PlayStation 3 e Xbox 360 potranno mettere le loro mani su questo curioso tie-in.

Crash Bandicoot: Mind Over Mutant

Il paramelide più famoso del mondo tornerà anche quest'anno, ad ottobre, con un'avventura che ricalcherà buona parte del lavoro di svecchiamento della serie già fatto con il precedente capitolo, apportando però alcune interessanti innovazioni. L'ambientazione, nonché macro-livello da cui poi accedere a tutti i singoli stage, sarà l'isola di Wumpa, sconvolta da un nuovo malefico piano di Neo Cortex che grazie a un dispositivo elettronico riuscirà a controllare le menti di tutti i suoi abitanti.
La prima grossa differenza rispetto al passato riguarda la precisa volontà da parte del team di sviluppo, Radical Entertainment, di allungare e in qualche modo complicare l'esperienza chiedendo all'utente di tornare molto spesso sui propri passi, visitando a più riprese gli stessi luoghi ma disponendo di volta in volta di differenti abilità così da accedere a inedite ambientazioni; un po' come nei vari Metroid, quindi, una scelta coraggiosa che se implementata a dovere potrebbe davvero garantire una notevole dose di profondità supplementare. Per ottimizzare al meglio la scelta appena descritta, non sarà solo possibile cavalcare e sfruttare le singole abilità di alcuni nemici, ma si potranno miniaturizzare gli stessi e quindi utilizzarli a piacimento quando se ne sentisse la necessità. Tutto ciò ha imposto un più complesso lavoro di design e ha suggerito l'introduzione di nuove dinamiche di gioco: verrà richiesto di scavare e arrampicarsi, mentre i combattimenti si complicheranno con un sistema di contrattacchi e schivate. La versione per console casalinghe mostrata era quella per Nintendo Wii – le altre sono per PlayStation 2 e Xbox 360 – e nonostante i lavori siano ancora lungi dall'essere conclusi, già mostrava uno stile fumettoso convincente e dei personaggi ben modellati.
Sul fronte portatile la PSP disporrà di una propria incarnazione di cui nulla è stato mostrato, mentre quella per Nintendo DS è stata rapidamente presentata permettendo di venire a conoscenza di un gameplay a scorrimento in 2D e su cui si tornerà in sede di recensione, con più elementi a disposizione.

The Legend of Spyro: l'Alba del Drago

Un'altra freccia autunnale nella faretra di Sierra Entertainment, che con questo nuovo capitolo dedicato alla saga di Spyro tenterà di portare anche sulle console di nuova generazione un marchio oramai storico e dal grosso potenziale commerciale. La versione osservata in azione è quella per Xbox 360, a detta degli sviluppatori uguale a quella PlayStation 3, mentre bisognerà ancora attendere per avere un primo riscontro su quelle per Nintendo Wii, PlayStation 2 e Nintendo DS.
La prima grande innovazione rispetto al passato è la presenza sullo schermo di due draghi: oltre al celeberrimo protagonista sarà infatti presente Cynder, nemica di un tempo che una volta redenta ha deciso di accompagnarlo nel lungo viaggio contro le forze oscure. Questa introduzione permetterà di implementare una modalità cooperativa lungo tutta l'avventura principale e solo in locale, senza la possibilità di connettersi e giocare online, chiedendo di sfruttare le peculiarità uniche di ciascun personaggio: Spyro e Cynder domineranno infatti quattro elementi ciascuno – dai classici fuoco e acqua fino ai più esotici ombra e veleno – che andranno utilizzati e potenziati non solo per eliminare gli avversari ma anche per risolvere i molti puzzle sparsi per l'area di gioco. L'altra novità è quella che vedrà possibile librarsi in volo in qualsiasi punto e per tutto il tempo che si desidera, vedendo così di molto ampliate le diverse situazioni offerte: è stato possibile osservare il combattimento contro una sorta di gigante di lava all'interno di un tempio e la necessità di schivare i colpi alzandosi in aria unita alla natura a più piani dell'area di gioco, ha messo in evidenza un'ottima cura nel design dei livelli.
Belle infine le coloratissime ambientazioni e rassicurante la fluidità, sempre stabile nonostante ci fossero su schermo molti personaggi.

Sierra Online

Il primo titolo appartenente a questa etichetta e in uscita nel prossimo periodo estivo su Live Arcade è Assault Heroes 2, seguito dell'originale sparatutto uscito lo scorso anno e in grado di vendere oltre 150'000 copie. La struttura del gameplay sarà uguale a quella precedentemente sperimentata, con fiumi di avversari da sconfiggere utilizzando le armi montate sui mezzi a disposizione – non solo la macchina ma anche un elicottero e una navicella per questo secondo capitolo – o imbracciate dal protagonista quando a piedi. I livelli spazieranno dalle foreste innevate fino alla profondità spaziali, passando per alcune divertenti variazioni sul tema come un bosco dotato di funghi allucinogeni che, se schiacciati, garantiranno l'alterazione della vista e una strana percezione del suono. Il feeling sembra lo stesso e il divertimento pure, con le ulteriori rassicurazioni che non mancherà la cooperativa e che la longevità dovrebbe essere raddoppiata rispetto al passato.
Zombie Wranglers sarà invece un gioco d'azione in cui vagare liberamente per i livelli, soprattutto ad ambientazione cittadina, e sconfiggere gli zombie che li abitano. Il divertimento consisterà nelle diverse abilità di ciascuno dei quattro personaggi selezionabili, che a loro volta potranno potenziarsi nel corso delle loro avventure spendendo i soldi raccolti dai non morti risucchiati dentro uno speciale aspirapolvere. Velocità e frenesia, quindi, in un mix che anche grazie a una grafica molto colorata e alla cooperativa per quattro persone, potrebbe conquistare un pubblico di giovani.
Infine Sea Life Safari, un viaggio su binari attraverso cinque differenti fondali marini. Lungo i tragitti si dovranno fotografare quanti più pesci possibile, stimolandone delle reazioni simpatiche grazie a degli appositi bussolotti da lanciare nella loro direzione. Le foto saranno valutate e poi raccolte all'interno di appositi album, così da conservarle. Chiaramente solo i più piccini saranno stimolati da un titolo che comunque presenta indubbie doti di originalità.

Il piccolo grande assente

Il nuovissimo Leisure Suit Larry non era presente al Sierra Spring Break 2008, ma noi non ce la siamo sentita di sorvolare su questo ennesimo capitolo di una delle saghe più strampalate e sui generis di cui il mondo dei videogame dispone. In Box Office Bust vestiremo ancora una volta i panni del piccolo Larry Lovage che si troverà nel mezzo di una battaglia tra alcuni set cinematografici, tra cui quello dello zio, e contemporaneamente dovrà conquistare il maggior numero possibile di giovani fanciulle. La grande novità dovrebbe consistere nella natura free roaming del titolo, lasciando liberi di esplorare un'intera città, completando le missioni e risolvendo le erotiche vicissitudini di questo fantastico (?!) personaggio. A settembre su console next-gen e PC.

Ci sono eventi ed eventi, dove la differenza è soprattutto legata alla capacità di ottimizzare il tempo e dare la possibilità ai pervenuti di farsi un'idea sufficientemente articolata dei titoli presentati, così da poterne poi parlare con cognizione di causa. Il Sierra Spring Break 2008 è stato sotto questo punto di vista davvero soddisfacente, avendo permesso di avere un primo, o secondo in taluni casi, contatto con tutti i giochi di prossimo rilascio del produttore e di potersi contemporaneamente relazionare con gli sviluppatori pervenuti, raccogliendo ulteriori curiosità e producendo interviste d'approfondimento. Il lavoro redazionale già fatto ha coperto le opere di maggior interesse - Ghostbusters, Prototype, The Bourne Conspiracy e World in Conflict: Soviet Assault - lasciando a questo speciale tutto ciò che per motivi di tempo è stato rinviato a una trattazione più sintetica ma comunque sentita, essendo la qualità media decisamente elevata. I capitoli che seguiranno avranno al centro del loro interesse tre produzioni per il normale mercato e altrettante pensate per essere scaricate tramite il servizio Live Arcade di Xbox 360.
Dato che non si vive di soli videogame, l'apprezzabilissima cornice di Mallorca ha comunque fatto da sfondo a una serie di interessanti attività secondarie, tra bagni nelle gelide acque primaverili riservati ai cittadini anglosassoni e barbecue a bordo piscina con tanto di mangiare e bere a volontà, hostes carine e un considerevole cerchio alla testa in dote per il giorno successivo.