SimCity CreatorSimCity Creator - Provato 

Dopo anni di assenza, SimCity torna su una console Nintendo.

I met my maker, i made him cry

Nonostante l’offerta ludica per le console Nintendo si stia sempre più (pericolosamente?) orientando verso il casual gaming, SimCity Creator sfugge per larga parte a questa tendenza, offrendo un gameplay ovviamente semplificato rispetto alle più “serie” controparti PC, ma che sfrutta il sistema di controllo di Wii senza banalizzare troppo la struttura di gioco. Cominciamo però a parlare della selezione di modalità offerte dal menu principale: SimCity Creator consente sia di affrontare la simulazione in modalità classica (senza dunque limiti di tempo e via discorrendo), sia di cimentarsi in missioni e sfide varie, utili a dare all’utente qualche stimolo in più. Come complemento, sono presenti inoltre delle gallerie relative agli edifici sbloccati ed alle foto scattate alla propria città, mentre sul fronte dell’online dovrebbe fare capolino soltanto una sorta di scoreboard per confrontare i propri risultati con quelli di altri giocatori. Parlando del gioco vero e proprio, invece, fa piacere constatare come la struttura di base sia rimasta intatta, per quanto l’obiettivo dichiarato di EA sia quello di rendere il prodotto fruibile anche ad un pubblico molto giovane. Ci si trova dunque sempre impegnati a costruire e gestire la propria metropoli, suddividendola fra zone industriali, commerciali e residenziali e mettendo a disposizione infrastrutture e servizi essenziali quali strade, ferrovie, ospedali, stazioni di polizia e quant’altro. Gli utenti più tecnici potranno inoltre addentrarsi nella gestione finanziaria di tasse e imposte ed avvalersi dell’aiuto dei consiglieri, che è possibile addestrare ed affidare a vari reparti allo scopo di alleggerire il carico di lavoro che grava sulle proprie spalle.
Anche dal punto di vista grafico, SimCyity Creator pare in equilibrio fra tradizione ed apertura ad un bacino d’utenza più vasto: la cosmesi ha un che di cartoonesco, fattore evidenziato anche dal look delle icone e dei consiglieri di cui sopra (presi paro paro da MySims), ed allo stesso tempo gli edifici dimostrano una notevole complessità e cura nel dettaglio, mentre è perfino possibile utilizzare una visuale top-down sulla falsariga delle primissime uscite della serie. Da segnalare inoltre la presenza dei cosiddetti Hero Buildings, strutture mastodontiche che conferiscono dei particolari bonus alle zone circostanti e che ne influenzano lo stile architettonico: ad esempio, erigendo una cattedrale si noterà che le case nelle vicinanze assumeranno un’aria gotica, ma il prodotto finale promette numerose e pittoresche variazioni sul tema, comprensive di elementi quali piramidi azteche e complessi extraterrestri.

SimCity Creator - Provato SimCity Creator - Provato SimCity Creator - Provato

Silenziosamente costruire

Sul fronte della fedeltà alla strutta ludica classica, SimCity Creator sembra dunque avviato sulla buona strada, e lo stesso si può dire riguardo allo sfruttamento del peculiare sistema di controllo di Wii nell’economia di gioco. Oltre a fungere da puntatore, il Remote gioca un ruolo da protagonista in più di un’occasione, a cominciare dalla disposizione delle strade: SimCity Creator sarà infatti il primo titolo della serie Maxis a permettere all’utente di disegnare tratti di asfalto curvi, semplicemente disegnando su schermo le figure desiderate tramite i movimenti del controller. Niente più corsie esclusivamente parallele e perpendicolari dunque, ma spazio alla fantasia dei giocatori, che potranno anche servirsi di forme predefinite (cerchi, quadri eccetera) per la pianificazione stradale. Altro aspetto legato al Wii Remote è quello del volo: non appena la propria città sarà grande abbastanza da ospitare un aeroporto, sarà possibile mettersi ai comandi di un aereo e svolazzare liberamente oscillando la periferica, in una sezione che prevede anche una serie di missioni il cui completamento porta a bonus di vario genere. Ma un capitolo di SimCity non può definirsi tale senza contare sulla presenza dei disastri, eventi catastrofici gestibili dall’utente (e selezionabili da un apposito menu) che servono unicamente allo scopo di generare divertimento nel distruggere tutto ciò che si è faticosamente costruito. Anche qui il motion sensor di Wii svolge un ruolo chiave, in quanto i vari fenomeni verranno gestiti direttamente dai movimenti del giocatore: ad esempio, un tornado va creato ruotando vorticosamente il Remote, mentre i terremoti si provocano scuotendo il controller, e così via. Non mancano eventi particolarmente ispirati, come quello che vede protagonista una gigantesca palla chiodata da comandare quasi in stile Katamari Damacy, mentre fa storcere un po’ il naso l’assenza di animazioni che accompagnino il crollo degli edifici. In linea di massima, SimCity Creator ci è apparso un prodotto interessante, con delle caratteristiche che si sposano bene con la “filosofia” Nintendo: casual ma non troppo, il prodotto EA potrebbe far segnare un grande ritorno della serie su console.

SimCity Creator - Provato SimCity Creator - Provato SimCity Creator - Provato

TI POTREBBE INTERESSARE