Speciale Lega Basket Videogame  0

Mentre il mercato americano sembra non concedere spazio, l'italianissima Idoru ha iniziato il Motion Capture per il suo nuovo titolo dedicato alla pallacanestro italiana, con un testimonial d'eccezione che Multiplayer.it è andato a filmare in esclusiva...

I believe I can fly

A pochi metri dal campo di gioco che pochi fortunati possono seguire da una così breve distanza durante le partite, gli sviluppatoi di Idoru hanno effettuato le riprese dei movimenti effettuati da Gianluca Basile con e senza il pallone, grazie al sistema del Motion Capture che permetterà loro di mettere in gioco molti passaggi realizzati direttamente da quello che sarà il testimonial di LBV. Si tratta di apparecchiature marcate Smart che grazie ad un sistema di sensori applicati al corpo, permettono di catturare le animazioni desiderate, che dovrebbero ammontare ad una trentina di azioni, mentre per le restanti si affideranno ad un pacchetto realizzato da terzi, fino al raggiungimento di un totale di circa 180 animazioni per il prodotto finito. In attesa di poter visionare una demo con i nostri occhi possiamo anticiparvi che la prima edizione, che vedrà la luce solamente su PC, conterrà tutte le licenze relative al campionato di pallacanestro nazionale di serie A, inclusi gli eventi organizzati da Lega Basket quali la Supercoppa, l’All Star Game e il Final Eight di Coppa Italia. In termini pratici significa che il regolamento sarà una fedele riproduzione di quello vigente nel campionato italiano, con tanto di riproduzioni precise degli schemi che caratterizzano la pallacanestro in Italia rispetto alla lega americana dell’NBA. Dal punto di vista tecnico Idoru intende far tesoro dell’esperienza maturata sul campo con Lega Volley Femminile 2004, proponendo però un motore grafico tridimensionale completamente riscritto per questo nuovo progetto. Attualmente Idoru stima di raggiungere gli scaffali dei negozi per i primi di dicembre del 2005, con un prezzo molto interessante di 19,90 euro. Oltre all’interesse che nutriamo per questo nuovo progetto non possiamo che rimanere in attesa di provarlo con le nostre mani, sperando vivamente che si tratti di un nuovo successo per il mercato italiano, così che in futuro si possa credere alla possibilità che titoli sempre più importanti vengano prodotti nella nostra penisola.

Il filmato in streaming della videointervista è disponibile anche in alta risoluzione a questo indirizzo (in esclusiva per gli abbonati Gold).

L'Italia s'è desta

[VIDEO=305.305.s.s]http://www.multiplayer.it/streaming/Idoru.wmv[/VIDEO]Se da un lato in Italia mancano gli investimenti in grado di coprire lo sviluppo di titoli che possano competere con i più moderni fps o gdr, bisogna ricordarsi che ci sono sviluppatori capaci che sanno mettere a frutto i mezzi a disposizione, per imporsi finalmente all’attenzione di un mercato che non deve dimenticare i buoni titoli prodotti nella nostra amata penisola. E’ il caso di Idoru, che dopo il discreto Lega Volley Femminile 2004, si appresta a sfidare colossi come EA con il suo nuovo titolo sportivo dedicato alla pallacanestro italiana. Proprio in occasione della sessione di Motion Capture, eseguita in collaborazione con Gianluca Basile (Play/Guardia numero 5 della nazionale italiana di pallacanestro), Multiplayer.it si è recato al PalaDozza per seguire con i propri occhi lo sviluppo dei lavori e raccogliere una lunga intervista con Idoru. Nonostante l'afa del palazzetto per l'avvenimento privo di aria condizionata, abbiamo resistito il tempo necessario per seguire Gianluca, reduce dai festeggiamenti per lo scudetto ottenuto con la Fortitudo, mentre si cimentava senza imbarazzo davanti a una costosa strumentazione per l'acquisizione della sua arte con il pallone.