Call of Cthulhu: Dark Corners of the EarthSpeciale Lovecraft 

Nel centenario della nascita di uno dei più grandi maestri dell'orrore, Multiplayer.it celebra Howard Philips Lovecraft con uno speciale dedicato all'influenza delle sue opere nel mondo videoludico e dei giochi in generale

GENIO E FOLLIA

H.P.L. Nasce a Providence, nel Rhode Island, figlio unico di Winfield Scott Lovecraft e di Sarah Susan Phillips, seconda di tre sorelle. Presto il padre morirà, e quindi si trasferirà con la madre dai nonni; imparerà precocemente a leggere, grazie anche alla enorme biblioteca situata nella sua nuova casa. Dopo alcuni lutti famigliari ed il conseguente atteggiamento iper-protettivo della madre Lovecraft si rinchiude nella creazione di versi ispirati al '700 inglese. Scriverà inoltre brevi racconti, dalle trame avventurose ma realistiche. Inizierà gli studi liceali, ma alcuni problemi di salute gli impediranno di portarli a termine: non prenderà quindi il diploma. Il 3 giugno 1906 appare in stampa per la prima volta: il Providence Sunday Journal pubblica una sua lettera contenete una ridicolizzazione dell'astrologia.
Intraprenderà quindi diverse corrispondenze letterarie con alcuni autori; su invito di W. Paul Cook, curatore di varie riviste dilettanti, riprenderà la narrativa e scriverà i racconti The Tomb e Dagon. La pubblicazione di quest'ultimo susciterà molte critiche, alle quali Lovecraft risponderà ad una ad una con decine di lettere, che raccoglierà quindi in un documento intitolato In Defense of Dagon. Siamo nel 1921: scrive il racconto The Nameless City, dove per la prima volta nomina Abdul Alhazred. Solo un anno dopo compone il racconto The Hound, nel quale compare il Necronomicon, ovvero il Libro dei Morti.
Scriverà quindi per Weird Tales, una rivista a lui molto cara; dopo il periodo di declino della stessa tornerà a Providence. Qui nascerà uno dei suoi racconti più importanti, The Call of Cthulhu. Entrerà in corrispondenza con August W. Derleth (1909-1971), che diventerà scrittore ed editore, fondando - insieme a Donald Wandrei - la casa editrice Arkham House per perseverare gli scritti e lo sterminato epistolario di Lovecraft.
Da qui in poi ci sarà un susseguirsi di romanzi che andranno a rafforzare e intrecciare il background comune a tutte le opere fantastiche di Lovecraft: i Miti e le loro progenie.
Il 10 marzo del 1937 verrà ricoverato al Jane Brown Memorial Hospital di Providence, dove gli verrà diagnosticato un tumore all'intestino in fase molto avanzata. Morirà il giorno 15, alle 6 del mattino. Il mito era appena iniziato.

CALL OF CTHULHU (RPG Cartaceo)

Il più famoso e seguito gioco di ruolo relativo al mondo lovecraftiano è senza dubbio "Call of Cthulhu" (tradotto completamente in diverse lingue tra cui l'italiano), e ovviamente è ambientato nell'america degli anni venti.
Uno degli aspetti fondamentali che caratterizzano il proprio personaggio (oltre ai più comuni FOR, DEX ecc) è senza ombra di dubbio la Sanità Mentale; il valore di SAN che possederete andrà lentamente ma inesorabilmente scemando non solo quando si avranno contatti con le entità Antiche, ma anche con la presa di conoscenza delle pratiche bestiali dei loro adoratori, e molti altri aspetti legati al soprannaturale.
Da qui si evince che il proprio personaggio non avrà vita lunga: se non verrete uccisi dagli Antichi, dalle loro progenie o dai loro cultisti, presto o tardi la pazzia (tanto amata da Lovecraft nei suoi racconti) prenderà possesso delle vostra membra, intorpidendole, e vi farà rinchiudere in un simpatico manicomio (criminale nella maggior parte delle volte). Inoltre la la vicinanza della vostra persona ai luoghi di culto attirerà l'occhio della legge, con la conseguente caccia all'uomo (voi) che molte volte sarà scambiato con gli stessi invasati. Un altra caratteristica del vostro alter ego sono le fobie: nel manuale se ne trovano diverse descritte dettagliatamente, e altre se ne trovano nelle varie espansioni. In queste ultime troverete inoltre tantissime informazioni sugli usi e costumi di quel periodo storico. Una di queste, il Compendiun della Theron Marks Society, è un must per gli investigatori dell'occulto che vogliono documentarsi ulteriormente sui vari aspetti che incontreranno nel loro tragico cammino. Sono inoltre descritti altri mostri (e i loro metodi di omicidio) e alcuni consigli davvero utili a chi è alle prime armi.

Speciale Lovecraft

GURPS CTHULHUPUNK (RPG Cartaceo)

In questo GURPS gli orrori classici dei Miti di Cthulhu incontrano l'oscuro futuro del cyberpunk.
Gli investigatori avranno a disposizione super computers, corpi cibernetici e devastanti armi.
Si tratta di un esperimento ben riuscito, che comunque non e' riuscito a spodestare dal trono il suo concorrente Call of Cthulhu, campione di vendite e di giocabilità.

Speciale Lovecraft

HOUND OF SHADOW (1989)

Si tratta di un'avventura testuale nella quale impersonificherete un personaggio vissuto in america negli anni '20.
La particolarità di questa avventura (dalla trama interessante e dall'alto grado di suspance che il gioco saprà regalarvi) è la creazione e configurazione maniacale del vostro personaggio; potrete letteralmente sbizzarrirvi a creare ciascun aspetto che caratterizza il vostro alter-ego, nella falsariga del suo 'cugino cartaceo' Call of Cthulhu

Speciale Lovecraft Speciale Lovecraft

ALONE IN THE DARK (1992)

Questo è il primo videogame 'importante' liberamente ispirato al mito di Cthulhu.
Alone in The Dark è un'avventura grafica in 3D con alcuni elementi di azione basata sui lavori di H.P. Lovecraft.
Uno strano caso di suicidio vi porterà ad indagare in una inquietante, vecchia villa nella Louisiana.
Il grande successo riscosso grazie anche al saggio uso di telecamere posizionate in locazioni ed angoli 'originali' ha permesso a questo gioco di avere ben quattro seguiti: Alone in the Dark II, Alone in the Dark III e Alone in the Dark - The new Nightmare.

Speciale Lovecraft

DAUGHTER OF SERPENTS (1992)

DoS è un'avventura grafica di tipo punta e clicca con elementi RPG basata sui miti di Cthulhu.
La storia è ambientata in Egitto, nei soliti anni '20. Una città esotica, antica e misteriosa, un omicidio, una creatura soprannaturale: tutto questo ruoterà intorno a voi e al vostro viaggio di lavoro in Egitto.
Un aspetto che differenzia DoS dalle altre avventure grafiche è la personalizzazione iniziale del vostro personaggio; sceglierete infatti il sesso e la sua professione tra le sei disponibili.
Ogni professione dispone di 5-6 talenti, nei quali potranno essere investiti i punti che guadagnerete man mano. Questi talenti non influenzeranno la trama, ma bensì i dialoghi e alcune scene, rendendo quindi l'avventura giocabile per 6 volte. Il modo in cui affronterete gli enigmi vi permetterà infine di intraprendere uno dei tre finali disponibili.

Speciale Lovecraft

SHADOW OF THE COMET (1993)

Nel 1834, nel piccolo villaggio di Illsmouth (teatro di diversi racconti di H.P.L.) che si trova nel New England, lo scienziato Lord Boleskine impazzì improvvisamente.
Dopo aver studiato antichi manoscritti blasfemi si recò in questo posto per osservare il passaggio della cometa di Halley, ma cio' che vide quella notte lo trasformò in un pazzo lunatico.
Ora, 76 anni dopo, la cometa sta tornando e voi, John T. Parker avete viaggiato alla volta di Illsmouth per cercare di capire se ciò che disse Boleskine furono semplici pazzie o paure fondate.
Purtroppo questa avventura grafica non riscosse grande successo, forse per colpa dell'interfaccia troppo datata per quei tempi; il personaggio era mosso solamente tramite tastiera, mentre gli altri titoli del momento vantavano già la comoda interfaccia punta e clicca grazie all'utilizzo combinato della tastiera e del mouse.
Le locazioni non erano splendide, ed il personaggio si presentava un pò troppo grossolano: probabilmente l'unico aspetto che valorizzò questo gioco fu la trama ben studiata ed intrigante.

Speciale Lovecraft Speciale Lovecraft

PRISONER OF ICE (1995)

Si tratta di una classica avventura grafica, con una solida trama ottimamente strutturata, musiche apprezzabili ma un parlato (italiano) decisamente scadente.
Impersonificherete il ruolo di Lt. Ryan, un agente americano a bordo del sottomarino H.M.S. Victoria in missione di soccorso nell'Antartide. Una volta completato il salvataggio di personale e equipaggiamento, da una delle casse che saranno state caricate a bordo uscirà un terribile mostro che ucciderà il Capitano e imprigionerà tutti i membri dell'equipaggio.
L'interfaccia non è delle migliori, o perlomeno è davvero scarna rispetto a quella che Sierra e Lucasarts ci hanno fatto conoscere e apprezzare nei loro capolavori; in questo caso è sufficiente cliccare su tutti gli oggetti nello schermo e sperare che siano quelli giusti per terminare l'azione.
Prodotto dalla Infogrames, non ha riscosso un discreto successo ma non è stato nemmeno stroncato, probabilmente grazie ai fan lovecraftiani che non si sono fatti scappare questo invitante oggetto da collezione. Il racconto da cui questo gioco ha preso spunto è "Alle Montagne della Follia".

Speciale Lovecraft Speciale Lovecraft

BLOOD (1995)

In questo divertentissimo e splatteroso shoot'em'up impersonificherete il ruolo di Caleb, un non-morto che si farà strada tra cultisti impazziti e creature abominevoli.
Nel gioco vi saranno dozzine di cenni a H.P.L., tra cui alcuni edifici maledetti o semplicemente menzionati da Lovecraft nei suoi racconti, e tante citazioni.

QUAKE (1996)

Il capolavoro della ID Software contiene differenti riferimenti alle opere e agli orrori di Lovecraft.
Il più eclatante cameo è il mostro finale: un ammasso di tentacoli dal nome Shub-Niggurath, meglio conosciuto come il Capro Nero dei Boschi dai Mille Cuccioli, ovvero uno dei tanti Miti di H.P.L.

Speciale Lovecraft

NECRONOMICON: THE DAWING OF DARKNESS (2001)

Ancora un'avventura grafica nel New England del 1927.
Il vostro alter ego William Stanton è visitato da un amico, Edgar Wycherley, che gli porta uno strano oggetto piramidale e gli chiede di non mostrarlo a nessuno, nemmeno a lui quando e se glielo chiederà.
Da qui inizia l'avventura che porterà William nei misteri che circondano questo strano oggetto, fino alla conoscenza di un probabile rischio dell'intera popolazione terrestre (argomento caro a H.P.L.).
Grafica dettagliata, dozzine di personaggi modellati in 3D e numerose locazioni spettacolari renderanno questo viaggio nel mondo degli Antichi più coinvolgente che mai.

Speciale Lovecraft Speciale Lovecraft

ARCANE (2001)

Si tratta di un gioco prodotto dalla Warner Bros completamente online.
I differenti capitoli della trama saranno visualizzati tramite filmati Macromedia; il fulcro in cui ruota tutta l'avventura è il libro dei morti, il Necronomicon. Di questo particolare gioco è possibile visualizzare un filmato presso questo indirizzo

CALL OF CTHULHU - DARK CORNERS OF THE EARTH

Dopo essersi dimesso dal corpo della polizia, Jack Walters divenne un investigatore privato. Nel 1922 si occupò in un caso che cambiò per sempre la sua vita.
Nella sua carriera vide cose che avrebbero fatto impazzire la maggior parte della gente, e inabissò tali orrori nei meandri della sua mente. Ma questo caso... questa strana città luccicante... li fecero riaffiorare tutti.
Call of Cthulhu – Dark Corners of the Earth è un gioco in visuale soggettiva che permetterà di impersonificare il ruolo di Jack, e di seguire passo passo tutti gli avvenimenti inquietanti che gli accadranno e che metteranno in difficoltà la sua precaria sanità mentale.

Speciale Lovecraft Speciale Lovecraft

Il 20 Agosto ricorre il 113° anniversario della nascita di un grande scrittore che ha coltivato e visto crescere attraverso le gesta dei suoi racconti le proprie inquietanti opere: stiamo parlando del sognatore di Providence: Howard Phillips Lovecraft. Multiplayer vuole festeggiare questa ricorrenza con questo Speciale, con il quale vuole toccare con mano l'influenza che le opere di H.P.L. hanno avuto nel mondo videoludico ma non solo, specificando dove possibile i principali racconti dai quali i vari videogiochi hanno preso spunto. Mettetevi comodi e... accendete tutte le luci.