Speciale Nokia N-Gage QDSpeciale Nokia N-Gage QD 

Dopo un esordio da dimenticare, Nokia si rimbocca le maniche e tenta il rilancio della propria console portatile: nuovo design, nuova line- up e nuova filosofia. Saranno sufficienti per decretarne il successo?

Speciale Nokia N-Gage QD Speciale Nokia N-Gage QD Speciale Nokia N-Gage QD

N-Gage QD

La decisione di non adottare suffissi numerici è evidente in riferimento alla volontà di non intaccare l’hardware, ma semplicemente il design tanto criticato della macchina originale. Ciò sta a significare che N-Gage QD legge perfettamente i giochi già disponibili, e allo stesso modo i titoli di prossima pubblicazione saranno compatibili al 100% con la prima versione. Le novità dell’ultima arrivata sono però molteplici, a cominciare da un prezzo decisamente più interessante e da un aspetto molto più gradevole: la compattezza delle dimensioni e l’eleganza delle linee sono estremamente più apprezzabili rispetto allo sgraziato predecessore, così come l’impugnatura “classica” durante le telefonate ridona dignità alla console Nokia anche durante il suo utilizzo sulle reti GSM. Importantissimo ed estremamente gradito, il nuovo sistema di inserimento delle schede di gioco permette finalmente l’utilizzo delle stesse con modalità molto meno laboriose: l’accesso allo slot è infatti subordinato semplicemente al sollevamento di una linguetta di plastica sul lato inferiore dell’N-Gage QD, senza bisogno di spegnere la console o di effettuare operazioni aggiuntive. Manca però ancora un comando manuale per modificare il volume sonoro, imponendo quindi lo scomodo passaggio attraverso le opzioni dei giochi stessi. Dal lato software, anche in questo caso il sistema operativo è il Symbian, personalizzato però con un’interfaccia grafica accattivante e in linea con lo stile estetico generale. La bontà del Symbian non ha certo bisogno di conferme, ed infatti N-Gage QD è un telefono cellulare completo, ricco di funzioni ed estremamente versatile grazie alla memoria espandibile, alle suonerie polifoniche, allo schermo TFT a 4096 colori e alla connettività bluetooth. Sotto quest’ottica, l’unica reale mancanza va ricercata nell’assenza della fotocamera, il cui peso specifico è però molto variabile da utente a utente. Rispetto al primo N-Gage, va inoltre segnalata l’eliminazione della radio, della porta usb, del suono stereofonico e del lettore mp3, quest’ultima però facilmente aggirabile installando un programma dedicato. Non manca ovviamente il pieno supporto ai giochi Java, vero e proprio fenomeno degli ultimi mesi e che, secondo gli analisti, sarà destinato a crescere ulteriormente nel futuro. Inutile dire che la conformazione della console è l’ideale per ottenere il meglio da tali applicazioni. Detto questo, va quindi dato merito a Nokia di aver cercato di porre rimedio ai gravi difetti nel design della sua prima console, ma ovviamente tutto ciò è destinato a cadere nel vuoto se non supportato da una buona dose di giochi di qualità. Diamo quindi uno sguardo agli ultimi titoli usciti sul mercato, assieme a quelli in arrivo nei prossimi mesi e che vale la pena seguire da vicino.

Recensioni

ASHEN
Dopo il deludente Red Faction, su N-Gage debutta un altro FPS poligonale. L’esperienza insegna che console portatili e sparatutto in prima persona rarissimamente sono un’accoppiata vincente, vuoi per l’inadeguatezza dei controlli, vuoi per gli hardware incapaci di restituire una fluidità accettabile, ingrediente fondamentale per il genere. Ciò nonostante la fatica di Torus Games non è affatto un prodotto da evitare, a fronte di una cura nella programmazione evidente sotto ogni aspetto. A parte una trama banale ed una generale “ispirazione” più o meno marcata alle atmosfere di Quake, Ashen riesce a catturare il giocatore grazie ad uno stile intrigante e ad un aspetto tecnico di buon impatto nonostante il frame rate piuttosto basso e ai frequenti errori prospettici. Il level design è lineare ma piuttosto godibile, così come la buona varietà di nemici e armi da utilizzare. Lo schermo verticale della console Nokia non è però l’ideale per questo genere di giochi, e allo stesso modo non tutti possono essere disposti ad accettare i compromessi tecnici che danno di fatto ad Ashen il sapore di un prodotto per Psone o giù di lì. Un gioco quindi fin troppo ambizioso, ma che i possessori di N-Gage amanti del genere farebbero bene perlomeno a provare: gli aspetti positivi, nonostante tutto, non mancano di certo.
VOTO: 6,5

Speciale Nokia N-Gage QD Speciale Nokia N-Gage QD Speciale Nokia N-Gage QD

Recensioni

THE SIMS: FUORI TUTTI
La versione N-Gage della serie campione di incassi ricalca quasi perfettamente la versione per GBA, proponendo in aggiunta solo una manciata di minigiochi ed extra in verità non particolarmente interessanti. Fortunatamente, il gioco anche in questa edizione si rivela di buona fattura, allontanandosi dalla struttura originale per pc e console da salotto per proporre al contrario un’esperienza più “guidata”, con obiettivi precisi e compiti da eseguire. Il risultato è un titolo godibile e divertente, perfetto per riempire i momenti liberi e capace di catturare l’attenzione come pochi altri. Creare il proprio personaggio, partire da zero e lentamente guadagnare denaro, comprare un’abitazione ed arredarla, instaurare relazioni coi personaggi che popolano la città sono solo alcuni degli aspetti di un prodotto stimolante, vario e longevo. Resta il fatto che si tratta di una conversione, perdipiù di un gioco già uscito parecchi mesi fa sulla console portatile più venduta al mondo. Come dire: difficilmente sarà The Sims Fuori Tutti a trainare le vendite dell’N-Gage QD. Ma sicuramente la produzione Electronic Arts rappresenta una aggiunta di qualità al portafoglio di giochi disponibili, fattore questo tutt’altro che da disprezzare.
VOTO: 7,5

Speciale Nokia N-Gage QD Speciale Nokia N-Gage QD Speciale Nokia N-Gage QD

Anteprime

PATHWAY TO GLORY
Senza dubbio uno dei titoli su cui Nokia punterà maggiormente per il rilancio della sua console è questo Pathway To Glory, promettente strategico bellico ambientato nella seconda guerra mondiale. Compito del giocatore è guidare un gruppo di soldati, ognuno con differenti caratteristiche, attraverso livelli ricchi di insidie e nemici, oltre che di obiettivi da completare. I combattimenti avverranno a turni, con il classico ma sempre apprezzato metodo dei “punti azione” da gestire per far eseguire le azioni richieste. Uno degli aspetti di maggior spicco è senza dubbio il comparto tecnico: la visuale a volo d’uccello propone ad ampio respiro ambientazioni realistiche e estremamente dettagliate, ricreate anche tramite l’utilizzo di foto dal vero di locazioni d’interesse. Ottime anche le animazioni, realizzate attraverso la tecnica del motion-capture. Un titolo quindi dalle premesse estremamente promettenti, e che potrebbe finalmente rafforzare quella serie di esclusive N-Gage che finora non hanno brillato né per numero né per qualità. Uscita prevista per il prossimo novembre.

Speciale Nokia N-Gage QD Speciale Nokia N-Gage QD Speciale Nokia N-Gage QD

Anteprime



POCKET KINGDOM
Probabilmente Sega, con l’esperienza maturata grazie a Phantasy Star Online, era il nome ideale per concretizzare il progetto Pocket Kingdom, ovvero realizzare il primo Massive Multiplayer Online game per console portatile. Non resta quindi che attendere, per vedere se tali ottimi punti di partenza si concretizzeranno in un gioco di pari valore: per il momento la produzione Sega sembra perlomeno interessante, proponendo come fulcro dell’esperienza la costruzione e difesa del proprio castello dagli attacchi degli avversari online. Potendo decidere tra 400 parti per realizzare il proprio maniero, con a disposizione ben 100 creature da schierare al proprio servizio e addirittura 50.000 oggetti per equipaggiare quest’ultime, è evidente come il progetto si poggi su fondamenta piuttosto solide –è il caso di dirlo-. La componente grafica, fumettosa e colorata, appare come l’ideale soluzione per cercare di offrire un’impostazione originale rispetto alla stragrande maggioranza dei titoli N-Gage. Un gioco da tenere quindi d’occhio, senza ombra di dubbio. Uscita prevista per il prossimo novembre.

Speciale Nokia N-Gage QD Speciale Nokia N-Gage QD Speciale Nokia N-Gage QD

Anteprime



CALL OF DUTY
Dopo lo splendido esordio su Pc, e con le versioni per console domestiche in dirittura d’arrivo, Call of Duty si prepara a sbarcare anche su N-Gage cercando di mantenere invariate le caratteristiche che ne hanno decretato il successo. Il motore grafico è rimasto quindi in 3d così come la meccanica da FPS, nella quale si potrà prendere parte al secondo conflitto mondiale vestendo i panni di britannici, americani e russi. Malgrado le prime immagini dimostrino un buon numero di poligoni ed una discreta quantità di dettagli su schermo, il risultato finale sarà legato alla fluidità dell’azione, fattore fondamentale in questo genere di giochi. Completano il quadretto le 12 missioni disponibili e la modalità multiplayer per 2 giocatori via bluetooth. Uscita prevista per fine anno.

Speciale Nokia N-Gage QD Speciale Nokia N-Gage QD Speciale Nokia N-Gage QD

Anteprime



IN PROSPETTIVA
Quelli appena elencati non sono però gli unici titoli interessanti previsti per N-Gage nei prossimi mesi. Requiem of Hell sarà infatti il primo RPG per la console Nokia, basandosi sullo stampo occidentale “alla Diablo” ma promettendo profondità sia nella gestione del personaggio che nello sviluppo della trama. Worms World Party riporterà invece la apprezzata serie al 2d, ovvero l’ambiente dove si è sempre espressa meglio, offrendo però una intrigante modalità multiplayer online via N-Gage Arena. Electronic Arts convertirà inoltre SSX e Fifa 2005, mentre negli ultimi mesi dell’anno usciranno le edizioni per la console Nokia di King of Fighters, Colin Mc Rae Rally, Splinter Cell Chaos Theory e Leisure Suite Larry. La casa finlandese sembra quindi credere, oggi più che mai, nel progetto N-Gage, proponendo una line-up sicuramente in crescita rispetto ai deludenti primi mesi di vita e risolvendo, con la versione QD, gran parte dei macroscopici errori di design commessi con la prima versione. Guadagnare il rispetto della comunità internazionale non sarà certo impresa facile: ciò nonostante Nokia, giocando al meglio le proprie carte, potrebbe garantire un degno futuro al proprio sistema nel mondo dei videogiochi. Il che, senza ombra di dubbio, sarebbe un traguardo di grandissimo valore.

N-Gage QD

Sarà stato l’eccessivo ed immotivato ottimismo, sarà stata una punta di supponenza, sarà stata semplicemente l’inesperienza nel settore, fattostà che il debutto di Nokia nel mondo dei videogiochi con N-Gage si è rivelato tutt’altro che un successo. Nato con velleità di unire telefono cellulare, organizer, radio, lettore Mp3 e handheld, nella realtà dei fatti l’esperimento ibrido della casa finlandese non fu in grado di centrare il bersaglio, con lacune più o meno marcate in ciascuna delle citate caratteristiche. Gran parte dei difetti erano riconducibili a scelte strutturali davvero deprecabili: su tutte, la necessità di impugnare di taglio l’N-Gage per effettuare le telefonate e, ancor peggiore, l’inaccettabile meccanismo che obbligava di fatto a smontare la console per poter semplicemente cambiare gioco. In realtà, alla fine dei conti il vero problema è stato il posizionamento del prodotto sul mercato: troppo costoso per gli amanti dei videogiochi, troppo grande e “bruttino” per gli appassionati di telefonia, N-Gage ha finito per collocarsi in mezzo ad un deserto vero e proprio. Nemmeno il parco software ha portato grandi gioie, con una offerta piuttosto limitata e nella maggior parte dei casi affossata da una qualità non soddisfacente, fatta eccezione per qualche conversione che comunque non era in grado di rappresentare un reale incentivo all’acquisto per i consumatori. Partendo da tali risultati, per Nokia la strada più semplice sarebbe senza dubbio stata quella di accettare la sconfitta e tornare nel mondo dei cellulari; al contrario invece, il progetto N-Gage è stato riveduto, corretto e rilanciato sotto il nome di N-Gage QD.

TI POTREBBE INTERESSARE