Tom Clancy's Splinter CellSplinter Cell: in arrivo per PC 

Pochi giorni fa abbiamo avuto l’opportunità di mettere le mani su una versione praticamente finale dell’attesissimo Tom Clancy’s Splinter Cell . Se già da qualche tempo sapevamo di trovarci davanti ad un capolavoro quanto mai annunciato (l’ultimo premio è stato quello di “Game Of The Show” al ECTS 2002) la possibilità di vedere da vicino l’oggetto di tante speranze era quanto mai impedibile. E per quelli che non c’erano … il resoconto di Matteo Caccialanza!

Splinter Cell: in arrivo per PC Splinter Cell: in arrivo per PC

Un'ombra invisibile nella notte...

Indubbiamente si renderà necessario un hardware di notevole mordente per apprezzare appieno la maestosità grafica di un gioco simile, ma il fatto che il requisito minimo per riprodurre la gran parte degli effetti grafici sia una semplice GeForce 2, fa ben sperare sulla scalabilità di un engine che, è il caso di ricordarlo, è una sorprendente evoluzione di quello di Unreal Tournament.
Sorprendente a dir poco, perchè come avevo già detto in altra sede, esso è praticamente irriconoscibile, sia per quanto iguarda la gestione delle texture che per il motore fisico, paragonabile soltanto a quanto già visto in UT 2003.
Una menzione d'onore la merita il sitema di controllo, che in versione PC si è omologato al classico connubio "mouse&keyboard" diventanto molto simile a quello di Max Payne.
Resta però un'importante differenza, ovvero la gestione della telecamera, che diversamente dalla maggior parte degli action in terza persona che vi verranno in mente, non è automatica e può essere liberamente governata, in modo da esplorare con lo sguardo ogni cosa nei dintorni, senza affidarsi ad algoritmi di gestione che per quanto efficienti non possono adattarsi alle estreme esigenze tattiche di uno stealth game.

Splinter Cell: in arrivo per PC Splinter Cell: in arrivo per PC

Un'ombra invisibile nella notte...

Ma l'evento più importante di questa giornata dedicata a Splinter Cell è stato sicuramente il suo naturale prosieguo, nei termini di una lussuosa serata presso l'esclusivo Cafè l'Atlantique di Milano, in occasione del party organizzato da Microsoft e UbiSoft per l'imminente lancio del loro gioco su piattaforma XBox.
Numerose postazioni di gioco, musica e un buffet d'antologia hanno fatto da cornice a un ospite gradito quanto inatteso: Luca Ward, star italiana del doppiaggio, che dopo aver impersonato colossi cinematogrfici come Samuel L. Jackson, Keanu Reeves e Russel Crow, ha prestato la sua voce inconfondibile anche a Sam Fisher, protagonista di Spliter Cell.
Circostanza più unica che rara in Italia, dove le localizzazioni audio di titoli anche blasonati, hanno spesso rasentato il ridicolo.
Che altro aggiungere? Fra poco più di un mese i fan di PC e console si ritroveranno a festeggiare l'uscita dello stesso, attesissimo, gioco.
Non è forse un evento anche questo?

Splinter Cell: in arrivo per PC
Splinter Cell: in arrivo per PC Splinter Cell: in arrivo per PC
Splinter Cell: in arrivo per PC Splinter Cell: in arrivo per PC
Splinter Cell: in arrivo per PC Splinter Cell: in arrivo per PC

Un'ombra invisibile nella notte...

Come vi avevamo anticipato, il prossimo capolavoro che uscirà sotto il nome di Tom Clancy sbarcherà sui nostri amati PC pressochè in contemporanea con la versione Xbox.
Se infatti quest'ultima è prevista per la metà di Novembre, la conversione che stiamo aspettando non si farà attendere oltre la fine dello stesso mese.
Giusto pochi giorni fa una coraggiosa spedizione di baldi redattori (composta dal sottoscritto e i prodi compari Matrascia e Monti) ha avuto modo di toccare con mano presso gli uffici UbiSoft i progressi compiuti dall'ormai pronta versione PC, che sembra non avere nulla da invidiare alla pur impressionante controparte per console.

TI POTREBBE INTERESSARE