SSX Tricky  0

EA Sports Big anticipa la stagione natalizia con il seguito del gioco di snowboard più pazzo del mondo; ma questa volta in multiformato. E’ il turno del Gamecube…

Neve fresca

Secondo tutto il popolo videoludico, la recente genesi della nuova filiale EA è stata una fortuna. Senza di essa infatti nessuno avrebbe potuto scoprire un gioco come SSX, tanto divertente quanto bello da vedere. Un ringraziamento speciale ai programmatori. Con l’arrivo delle nuove console Microsoft e Nintendo, la softco americana non si è lasciata sfuggire l’occasione di sfruttare il successo ottenuto grazie al proprio ottimo prodotto. Perché quindi non farlo uscire su tutte e tre le piattaforme per ricavarne il massimo risultato? SSX Tricky è il risultato del primo episodio sommato a qualche piccolo miglioramento a livello tecnico e giocabile. I suoi creatori hanno lavorato molto per rendere più fluidi i già bellissimi movimenti degli snowboarders e per eliminare gli occasionali rallentamenti e scatti che affliggevano la versione PS2 del primo capitolo. Il risultato che si può vedere nei filmati sembra buono ed il tutto gira a 60 frames costanti. L’unico piccolo difetto è la mancanza dell’anti-aliasing che comunque, secondo i programmatori, dovrebbe essere implementato nella release finale del gioco. Per il resto non abbiamo problemi grafici di sorta. Anzi il titolo EA Big offre davvero tanto sul piano audio-visivo essendo curato nei minimi particolari, anche quelli che sfuggono all’occhio meno attento, come ad es. fari, automobili, murales, cartelloni pubblicitari e tanti altri elementi di contorno. I colori sono magistralmente utilizzati e donano al prodotto un effetto alquanto gommoso soprattutto dei personaggi. La neve sembra vera e schizza dai lati della tavola quando ci si passa sopra a folli velocità. Le ambientazioni variano da un’immensa distesa di neve sulle montagne alle stradine innevate di città, persino di notte! Per non parlare degli effetti grafici che riescono a far sbavare anche i giocatori più esigenti, come il bellissimo motion-blur (una specie di distorsione dell’immagine NDR) che entra in gioco quando si dà una scarica di adrenalina al personaggio controllato. L’effetto notte, così come quello del tramonto, è ricreato alla perfezione ed è molto suggestivo ammirare enormi spazi illuminati da fonti di luce dinamici che cambiano direzione. I personaggi presentano un’altissima definizione tanto che è possibile scorgere anche il movimento delle labbra quando aizzano contro gli avversari. Questo si che si chiama “Fair Play”. Dunque il comparto cosmetico di SSX Tricky risulta essere di ottima fattura grazie alla cura maniacale che i programmatori stanno riponendo, anche nei particolari che sembrano avere minor rilievo.

Pazzi da legare!

Ciò che si nota fin dalla prima partita a SSX su PS2 è la pazzia dei protagonisti che senza un minimo di razionalità sfrecciano ad incredibili velocità su montagne ripide e pericolose. L’apice della pazzia lo si vede quando costoro compiono delle evoluzioni da far drizzare i capelli anche a gente come il mitico Manolo! E’ proprio questo il bello. Mentre titoli come ESPN Snowboarding di Konami prediligono la componente simulativa di questo sport, SSX tende maggiormente verso quella più arcade e divertente. E questo nuovo episodio per Gamecube desidera essere ancora più spettacolare del suo maestro aggiungendo massiccie dosi di nuove trick moves. Forse proprio da qui il nuovo titolo. Come nel vecchio capitolo anche qui lo scopo del gioco è quello di vincere tutte le competizioni tagliando per primi il traguardo nella modalità Race, mentre in quella Tricks si dovranno eseguire il numero maggiore di acrobazie possibili per raggiungere il punteggio predeterminato dalla CPU a secondo del tracciato selezionato. Grazie a quest’ultima modalità sarà possibile far crescere il vostro personaggio preferito potenziandolo sia con i punti abilità, che con nuove tavole e nuovi vestiti. Durante le corse, maggiore sarà il numero di tricks da voi effettuati e più alto sarà il livello di adrenalina disponibile. Quest’ultimo elemento, preso dalla precedente versione, permette di dare al vostro personaggio una bella scarica di adrenalina grazie alla quale aumenterà la propria velocità. Comando molto utile nei rettilinei in cui serve “gas” per fare concorrenza agli incalliti avversari. Gli snowboarders disponibili sono otto (gli stessi del primo capitolo NDR) a cui si aggiungono altri due, creati direttamente per l’occasione. Abbiamo cinque maschietti e cinque donzelle; ognuno con le sue diverse caratteristiche comunque up-gradabili. Il solido comparto sonoro del vecchio episodio contribuiva a rendere l’esperienza ludica più gradevole. Anche qui, in SSX Tricky, nulla è lasciato al caso e le musiche sono state composte da gruppi esperti nel campo dell’Hip-hop e dell’Acid rock. La cosa più galvanizzante nell’esperienza sonora di questo nuovo game è la musica che non è statica per tutta la durata del tracciato, ma è dinamica, e varia a secondo delle vostre azioni e della posizione che occupate nella singola corsa. Mitico l’effetto “altezza” grazie al quale è possibile sentire la voce del vento quando si vola a chilometri da terra. Davvero coinvolgente!!! Se SSX Tricky manterrà le promesse tangibili che già si possono notare nei filmati disponibili, potete stare certi che si tratterà di un nuovo e sorprendente capolavoro che farà la gioia non solo degli appassionati di questo sport estremo, ma anche di chi, come il sottoscritto, desidera divertirsi con un titolo che è in grado di regalare moltissime ore di divertimento anche con un altro amico. Peccato che non sia stata aggiunta una modalità a quattro giocatori (fermo restando la possibilità di una sua aggiunta all’ultimo momento) in quanto in questo caso si sarebbe toccata la perfezione. Non dobbiamo fare altro che attendere, tanto Novembre non è poi così lontano.

La Playstation 2 era appena approdata nel vecchio continente quando un misterioso gioco di snowboard fece la sua prima apparizione. Proprio mentre per Sony la situazione era critica per la mancanza di killer applications ecco che a sorpresa questo gioco novello riuscì a sbancare i botteghini di tutti i mercati, ma soprattutto quello yankee. Il suo nome era SSX. Il suo biglietto da visita? Grafica da urlo, velocità e fluidità alle stelle ed infine un gameplay semplice ma complesso allo stesso tempo. Un must per i possessori del monolite nero. A circa un anno di distanza la divisione canadese di Electronics Arts desidera lanciare una specie di seguito (meglio upgrade NDR) del loro nuovo capolavoro su tutte le console di nuova generazione. Ecco presentata la versione destinata al Cubo Nintendiano.