StarCraft II: Wings of LibertyStarCraft II vs Dawn of War II vs Empire: Total War - Speciale 

A pochi mesi dall'uscita, vale la pena fare un raffronto preliminare fra tre dei più attesi strategici di questo 2009.

Come ogni anno gli strategici in tempo reale rappresenteranno un'importante fetta delle uscite per personal computer, con decine di titoli pronti ad essere lanciati tra vecchie glorie e nuove proprietà intellettuali. Aspettando qualche buona sorpresa è bene fare il punto della situazione su tre prodotti che probabilmente svetteranno sopra tutti gli altri, tre ritorni clamorosi e storici perché seguiti di giochi che sono riusciti nelle loro prime incarnazioni a vendere milioni di copie, ponendo nuovi paletti tecnici e di gameplay. StarCraft II, Empire: Total War e Warhammer 40.000: Dawn of War II saranno dei blockbuster sicuri e, dopo mesi di presentazioni e prove, Multiplayer.it ha deciso di metterli a confronto per cercare di capire i punti di forza di ciascuno.

Nobili origini

StarCraft II - Difficile pensare che quando Blizzard incominciò lo sviluppo di StarCraft nel 1995 potesse anche solo immaginare il successo ottenuto all'uscita: lo strategico della softco californiana sarebbe arrivato sugli scaffali solo tre anni dopo e, con la sua espansione Brood War, avrebbe superato i dieci milioni di copie vendute, imponendosi come uno dei migliori titoli competitivi mai realizzati e diventando per molti un vero culto, divertente ora come dieci anni or sono. Due sono le menti dietro all'universo fantascientifico creato, Chris Metzen e James Phinney, entrambi veterani con alle spalle la produzione di Diablo e WarCraft II, evidentemente aiutati da un team di grande qualità e, per la prima volta, in grado di raccontare una trama avvincente anche grazie al supporto del poi sempre più celebrato reparto di produzione di filmati in computer grafica. StarCraft II è quindi il seguito per eccellenza, quello da cui è lecito aspettarsi tutto e che non potrà deludere in nulla, perfetto come chi lo ha preceduto e possibilmente di successo anche sotto il profilo commerciale.
Dawn of War II - Origini gloriose anche per Dawn of War II, alle cui spalle si cela una produzione fatta da personaggi e marchi di ineguagliabile qualità. Il brand Warhammer 40'000 non necessita ovviamente di presentazioni e la sua prima iterazione con i ragazzi canadesi di Relic Entertainment ha portato una ventata d'aria fresca alla strategia su PC, con un'azione frenetica e profonda che non poteva non rappresentare un colpo di fulmine per chiunque provasse a completare gli spettacolari scenari proposti. Dal seguito non si chiederà nulla di meno, magari sfruttando l'esperienza fatta con Company of Heroes e in generale tutto il background di uno sviluppatore spesso non celebrato come dovrebbe ma che dal 1999 - data d'uscita di Homeworld - a oggi, ha sfornato solo capolavori.

StarCraft II vs Dawn of War II vs Empire: Total War - Speciale StarCraft II vs Dawn of War II vs Empire: Total War - Speciale StarCraft II vs Dawn of War II vs Empire: Total War - Speciale

Empire: Total War - Infine la storia più bella, quella della saga Total War e di chi l'ha realizzata, Creative Assembly. Fondata nel 1987, dal 1993 al 1999 lo studio inglese ha lavorato per Electronic Arts creando titoli dedicati a sport secondari nella line up del colosso americano - rugby, cricket e footbal australiano - per poi assumere un ex ingegnere elettronico convertito al game design a capo dello sviluppo, Michael Simpson, e sfruttare i successi ottenuti per avere sufficienti risorse per creare Shogun: Total War. Da quel momento in poi, tra cambi di publisher e ambientazioni storiche, la cavalcata è stata incredibile e nel 2009 potrebbe raggiungere un nuovo livello di coinvolgimento e varietà.

Astronavi e fucilieri

StarCraft II - Ognuna delle tre uscite di StarCraft II percorrerà un differente punto di vista, dedicando una campagna a ciascuna delle tre fazioni in campo: Terrans, Protoss e Zerg. Il punto di partenza sarà però uguale per tutti e si posizionerà quattro anni dopo la fine di Brood War, vedendo Arcturus Mengsk ancora una volta a capo di una mai così incerta fazione terrestre, tra le cui fila spiccherà l'ancora misterioso marine Tychus Findlay mostrato per la prima volta tramite il filmato in computer grafica di annuncio, mentre i Protoss e gli Zerg dovranno cercare di ricostruire i rispettivi imperi dopo una sequenza di invasioni, ribaltamenti di fronte, antiche stirpi a lungo scomparse e la dipartita dell'Unica Mente e di Tassadar. La narrazione sarà sempre un punto fondamentale e dovrà spiccare per scrittura, magari appoggiandosi sul nuovo sistema per la gestione delle missioni che lascerà una libertà prima non sperimentabile.
Dawn of War II - Con Dawn of War II si resta nella fantascienza e ci si sposta nel quarantunesimo secolo sci-fi gotico creato da Games Workshop, con i toni epici e di ampio respiro, quasi corali, a cui si è stati abituati. Non ci sono ancora enormi indicazioni sulla trama ma quel che è certo è che si svilupperà sul lontano pianeta Tartarus e implicherà un po' tutte le tematiche possibili, dalla vendetta al tradimento, sfruttando anche in questo caso una progressione non lineare.
Empire: Total War - Nessuno spazio alla fantasia in Empire: Total War, dove verrà semplicemente richiesto di dominare la mappa mondiale nello scenario sociale e politico a cavallo tra diciottesimo e diciannovesimo secolo, scegliendo tra una cinquantina di fazioni e affrontando eventi topici, Rivoluzione Francese e Guerra d'Indipendenza Americana comprese.

Libertà di scelta

StarCraft II - Blizzard ha chiaramente detto che con StarCraft II vuole creare un titolo che dovrà essere giocato negli anni a venire e perfetto per spingere in modo definitivo il servizio Battle.net e il concetto di e-sport. Un proposito lodevole che inevitabilmente passerà dalla riproposizione di tutto il buono visto in precedenza unito alle inevitabili novità richieste per poi arrivare nei negozi in modo sensato. Spazio quindi a nuove unità e a un ritmo forse leggermente più lento, mantenendo l'impostazione classica e introducendo un singolo punto caratteristico per ogni campagna: i Terrans potranno gestire la propria armata missione dopo missione, acquistando nuove truppe e potenziamenti direttamente all'interno dell'astronave spaziale di comando Hyperion, mentre Protoss e Zerg dovrebbero approfondire rispettivamente elementi ruolistici e diplomatici. Completerà il tutto un editor delle missioni che, seppur non sia ancora stato mostrato, sarà il cuore di una comunità di modder mai così in attesa per l'arrivo di nuovo materiale da usare come base di partenza per dare libero sfogo alla fantasia.
Dawn of War II - Diversa la scelta di Relic Entertainment che con Dawn of War II scuote vigorosamente il concept originale per offrire qualcosa di fortemente inedito. Anche in questo caso la campagna avrà delle svolte che la renderanno non lineare, offrendo inoltre la possibilità di attraversare tutte le missioni in solitaria così come con un amico in cooperativa, mentre il gameplay risulterà snellito nella gestione delle risorse - si sceglieranno le unità a inizio missione e si avranno un limitato numero di rinforzi - puntando su un maggiore realismo delle battaglie, tanto che sarà ripreso il sistema di coperture di Company of Heroes e verrà implementato un motore fisico per gestire l'interazione con gli scenari, i personaggi e i mezzi.
Empire: Total War - Il gioco presenterà la solita doppia impostazione, con una mappa tattico-strategica che si alternerà al campo di battaglia gestibile in tempo reale. Non ci saranno quindi rivoluzioni nelle fondamenta ma tante aggiunte imposte dal periodo storico che, se ben realizzate, giustificheranno l'acquisto: largo quindi alle battaglie navali ed a un complesso sistema che valuterà il morale dei propri soldati, più spazio e approfondimento nella creazione di uno stato democratico unito a una generale rivisitazione dell'interfaccia, così da renderla più fruibile e snella.

StarCraft II vs Dawn of War II vs Empire: Total War - Speciale StarCraft II vs Dawn of War II vs Empire: Total War - Speciale StarCraft II vs Dawn of War II vs Empire: Total War - Speciale

La battaglia si sposta online

StarCraft II - La componente multiplayer di StarCraft II è stata la prima ad essere mostrata e ancora oggi l'unica sperimentabile in prima persona. Paradossalmente non sono però disponibili indicazioni riguardo le modalità e le opzioni presenti nella versione finale, se non che la classica Schermaglia tornerà immutata e granitica, pronta a fare la gioia dei giocatori professionisti e della popolazione sud coreana. Troppo poco per dare un giudizio, ma davvero saranno necessarie alcune importanti aggiunte per venire incontro ai palati dei giocatori più giovani e abituati a rutilanti partite dalle più articolate regole. Bella l'idea di rendere disponibili nell'editor le unità presenti nel primo StarCraft e poi accantonate, così da dare più possibilità di bilanciamento con poco sforzo.
Dawn of War II - Tra i tre giochi presi in analisi, Dawn of War II è forse quello con l'esperienza multiplayer più fresca e immediata grazie a un'impostazione che converge tutto o quasi l'interesse direttamente sul fronte di battaglia, rendendo nel contempo più veloce la fase iniziale di pianificazione dello scontro. Due sono le modalità a oggi mostrate: al classico combattimento all'ultimo sangue volto alla distruzione della base nemica si aggiungerà una partita dove conquistare alcuni punti di controllo, garantendosi nuove risorse e diminuendo progressivamente i punti vittoria dell'avversario.
Empire: Total War - Resta in divenire il discorso riguardante Empire: Total War che fino al rinvio avvenuto poche settimane fa si pensava avesse solo la possibilità di sfidare altri avversari in battaglie in tempo reale, magari ripercorrendo i passi di alcuni storici scontri realmente avvenuti. Arriva quindi come una sorpresa l'annuncio di una campagna multiplayer, inizialmente disponibile in versione beta e solo per due utenti ma in futuro migliorabile tramite aggiornamenti; un'aggiunta d'interesse assoluto che dovrà essere studiata a lungo per capirne le reali potenzialità.

Motori di nuova generazione

StarCraft II - Il motore di StarCraft II è stato realizzato per l'occasione e sfrutterà su Windows le DirectX 9 - pur dando comunque pieno supporto alla decima versione delle librerie Microsoft - e le OpenGl su Mac. Come prevedibile il grosso del lavoro è stato fatto sul fronte artistico e nella modellazione delle unità che riempiranno lo schermo, senza spingere eccessivamente sugli effetti o l'illuminazione, così da mantenere più leggero e scalabile un prodotto che guardando anche a oriente dovrà essere fruibile su macchine dalla configurazione tutt'altro che high-end.
Dawn of War II - Prima apparizione della versione 2.0 dell'Essence Engine in Dawn of War II, un motore inaugurato da Company of Heroes e in grado di gestire ambienti affascinanti e vivi grazie a un'ottima interazione con i fondali, per l'occasione potenziato sotto tutti i i punti di vista, dall'illuminazione fino ad una migliore gestione del normal mapping, oltre che un perfezionato supporto ai processori multicore.
Empire: Total War - Il titolo di Creative Assembly sarà quasi certamente il più spettacolare dei tre dal punto di vista visivo, con centinaia di soldati su schermo in ambienti enormi e ben particolareggiati. In particolare le battaglie navali sono sembrate di magnifica fattura, con i singoli marinai intenti a cercare di spegnere gli incendi scoppiati a bordo, alberi e vele che si rompono e cadono su sè stessi e infine lo scafo che si distrugge inabissandosi.

StarCraft II vs Dawn of War II vs Empire: Total War - Speciale StarCraft II vs Dawn of War II vs Empire: Total War - Speciale StarCraft II vs Dawn of War II vs Empire: Total War - Speciale

Tre giochi molto diversi, tutti dall'enorme potenziale e diversamente interessanti. Dawn of War II ed Empire: Total War usciranno nella prima metà dell'anno, in particolare il primo sarà disponibile già a partire dalla prossima settimana, entrando in qualche modo in competizione. StarCraft II invece sarà con ogni probabilità una delle punte di diamante natalizie di Activision-Blizzard.

TI POTREBBE INTERESSARE