Stronghold: CrusaderStronghold Crusader 

Stronghold è stato uno dei più importanti successi della scorsa stagione, soprattutto in considerazione dell'ottimo rapporto tra la qualità del titolo ed il prezzo a cui veniva venduto: dopo essere entrato nel cuore degli appassionati, davvero è il momento di dare un'occhio più da vicino a questo promettente seguito, e grazie alla nostra sessione di gioco siamo in grado di fornirvi già qualche prima impressione...

Stronghold Crusader Stronghold Crusader

Simon Brandbury, membro del team di sviluppo, mi ha mostrato lo stretto rapporto che lega la costruzione militare, leggasi castello, con il grado di difficoltà di assediarlo. Un castello privo di torri, senza fossati difensivi, senza merli per gli arcieri potrà essere espugnato nel giro di pochi minuti. Al contrario un castello munito di tutte le difese, naturali o artificiali, potrà resistere a lungo ad assedi nemic. La novità rispetto al prequel ci viene proprio dalla fase gestionale. Avremo alta libertà di siglare allenze con altri capi di eserciti, i quali non solo potranno soccorrerci in caso di necessità ma anche combattere al posto nosto.Cosmeticamente appagante è l’arrivo dei messi nel nostro castello e la conseguente lettura dei messaggi.
Per concludere mi è stato detto che, al contrario di Age of Empires, potremo seguire nemici durante ogni fase di gioco col duplice vantaggio di poterli tenere costantemente sott’ occhio e di carpirne i segreti di costruzione così da poterli mettere subito in pratica. Il gioco è ancora troppo indietro nello sviluppo per poter esprimere un giudizio anche semidefinitivo, per cui rimandiamo ogni ulteriore considerazione su questo interessante sequel e vi lasciamo gustare le immagini inedite a disposizione.

Stronghold Crusader Stronghold Crusader

Ogni titolo strategico o gestionale di successo, merita una espansione che ne manifesti le potenzialità inespresse, introduca nuove opzioni e nuove modalità di gioco, aumentando insomma la longevità del prodotto stesso.
Stronghold si distinse per essere stato il primo “simulatore di assedio”, un gioco in grado di porre gli utenti di fronte a problemi inediti e originali, offrendo al tempo stesso un gameplay insolitamente divertente, rispetto alla media dei titoli gestionali sul mercato, tale da risultare appetibile anche per fette di utenza tradizionalmente interessate a generi differenti.
Consci del discreto successo rfiscontrato da Stranghold ci siamo avvicinati con non poca curiosità al nuovo sequel in dirittura di arrivo su PC, Stronghold Crusader.
La trama del gioco si snoda attraaverso il periodo delle crociate e ci porterà a impersonare ben 10 diversi personaggi storici sia cristiani che mussulmani, tra cui il re d’Inghilterra Riccardo cuor di leone e il sultano arabo Saladino. Fondamentale sarà l scelta iniziale del personaggio perché, come ho avuto modo di vedere, ognuno avrà una propria personalità e un proprio stile militare che si ripercuoterà nelle strategie adottate sul campo.

TI POTREBBE INTERESSARE