Super Smash Bros Brawl - Anteprima  0

Più grosso, più completo, più furibondo. Il picchiaduro di casa Nintendo riesce a stupirci e a farsi aspettare sempre più...

Un concentrato di Nintendosità!

Tornando a bomba ai personaggi le novità sono decisamente interessanti: partiamo da una Samus senza la sua tutona arancio –forse nella migliore e più femminile interpretazione di questo personaggio- per passare ad un enigmatico allenatore di Pokemon –preso di peso dalla serie televisiva- che non combatte in prima persona ma fa combattere tre tipi diversi di mostriciattoli. Altre piacevoli novità sono rappresentate dall’arciere Pit, di Kid Icarus, dal buffissimo Wario di Wario Ware con la sua moto e le sue… flatulenze, da Ike di Fire Emblem con la sua spadona, dall’enigmatico Meta Knight, dal simpatico Diddy Kong con la sua spara noccioline e i suoi razzi barile, dal semi sconosciusciuto Lucas dal sempreverde Mother, dall’inutile King Dedede e, infine, dal simpaticissimo Olimar che combatte utilizzando i suoi Pikmin con una tecnica decisamente particolare e unica. Se ne vedono veramente di tutti i colori tra cui alcune buffissime, a voi abbinare i seguenti esempi al giusto personaggio! Non mancano delle emissioni di “aria” incendiata, potentissimi lacci al plasma, richiamo di elicotteri con annesso lancia razzi, spadate di potenza inaudita, Giga Bowser, danze addormentanti… Ovviamente anche i vecchi personaggi hanno avuto una bella rinfrescata ed in alcuni casi un bel rifacimento di alcune mosse. Queste si effettuano esattamente come in passato con la combinazione della pressione di un tasto con una delle quattro direzioni. Ma oltre ai portagonisti “giocanti” fanno la loro comparsa per la prima volta gli “assistenti”. Personaggi come i cagnetti di Nintendogs, il Dottor Wright di Sim City su Snes, Saki Amamiya da Sin and Punishment,o Androos dalla serie Starfox sono ripetutamente chiamati a combattere, ognuno con il suo stile, al fianco dei lottatori principali. Rappresentano quindi una specie di aiuto da attivare nei momenti più confusionari. Il bello è che la loro identità non viene svelata fino al momento del loro utilizzo, ecco quindi il tipico pizzico di fortuna che Nintendo inserisce in tutte le sue produzioni multiplayer.

Da Melee a Brawl...

Non manca la possibilità di utilizzare i più svariati oggetti. Si parte dalle già conosciute casse e spade laser per arrivare alle inedite bombe radioguidate o al piccantissimo Curry che ingerito fa incredibilmente emettere fuoco e fiamme dalle fauci. E poi ancora una nutrita schiera di Pokemon contenuti nelle loro fantastiche sfere Pokè, e… gli incredibili scenari! Questi rappresentano uno degli aspetti più importanti e fantasiose del gioco. L’inventiva Nintendo ha raggiunto veramente livelli epocali. Come da tradizione sono presenti sia stage enormi sia lillipuziane e meschine arene. I richiami sono sempre molto forti, ecco quindi comparire il mitico ed evocativo Ponte di Oldin, preso di peso dall’ultimo Zelda casalingo, con tanto di inseguitore a cavallo di un “cinghiale”, oppure perché non combattere nelle strette stradine dell’esotica Delfinia di Super Mario Sunshine? Perché non inserire uno scenario preso di peso da Animal Crossing dove scorre il tempo e compaiono i tipici personaggi dell’apprezzatissima saga, o ancora le distese dì lava di Norfair che tanto ci hanno fatto paura da piccoli in Metroid…? Non mancano ovviamente novità e idee originali. Molto simpatica per esempio New Pork City in cui compare veramente di tutto, da una giostra “galeone” all’Empire Porky, in una delle arene di dimensioni maggiori di sempre. Evocativa anche “Lylat Cruiser” dove ci si picchia di santa ragione cavalcando una bellissima astronave in pieno stile Starfox. Si distinguono, infine, le due ambientazioni ispirate a Wario Ware e alla Pictochat! Sono indubbiamente le due più originali e fuori di testa. Nella prima il fondale cambierà in continuo per star dietro ai vari minigiochi di Wario: ovviamente ogni cambiamento porta nuove situazioni e difficoltà. Nella seconda invece ci si ritrova proprio nella schermata della chat del DS! Il fondale viene via via disegnato a colpi di pennino e muta in tantissimi disegni diversi ognuno con le sue peculiarità. E poi, ancora, la modalità sfide con tanti sotto giochi da sbloccare, i minigiochi già incontrati in Melee, la modalità di allenamento, l’incredibile editor per creare i propri livelli da scambiare poi via wi-fi, la possibilità di fare foto da memorizzare sulla scheda SD, adesivi e trofei da collezionare… La quantità di materiale proposto non finisce certo qui con l’implementazione di una incredibile modalità single player che per la prima volta non ci farà rimpiangere di non avere sempre amici in casa. Come non necessita la presenza fisica di amici la possibilità di giocare on-line contro una lista prefissata o completamente fissata dal caso… Insomma, ci troviamo davanti un titolo potenzialmente infinito con una quantità di idee e contenuti decisamente molto sopra la media. Esteticamente curatissimo con animazioni grandiose e ottimi filmati: Super Smash Bros Brawl è sicuramente uno dei titoli da tenere maggiormente d’occhio in questo lungo 2008.

Super Smash Bros Brawl sarà disponibile per Nintendo Wii.