Test Drive Unlimited[TGS 2005] Carrellata a 360 

Chiudiamo la copertura dei titoli Xbox 360 giocabili al TGS con una carrellata di giochi, visti per la prima volta a Tokyo! Fra questi c'è anche un candidato al miglior gioco di lancio... buona lettura!

Rare, croce e delizia di migliaia di fan sparsi in tutto il globo, oggetto del mistero tra le software house che gravitano nell’universo Microsoft Games Studios, dopo aver pubblicato Conker Live & Reloaded e Grabbed by the Ghoulies su Xbox, si appresta al lancio di Xbox 360 con ben due titoli: Kameo e Perfect Dark Zero. Kameo: Elements of Power era, in prima battuta, destinato alla pubblicazione su Xbox, e già l’anno scorso avevamo avuto l’occasione di provarne una versione praticamente definitiva. Data la qualità del titolo e la possibilità di adattarne la veste grafica alla Next Generation, il gioco è stato spostato sulla nuova console e dopo essersi presentato all’E3 di quest’anno in forma di rolling demo, qui al Tokyo Game Show c’era una versione perfettamente giocabile della stessa demo che avevamo provato l’anno scorso. Sicuramente è uno dei titoli presenti che impegna il nuovo hardware con più decisione, il nuovo Kameo è fluido, pieno di dettagli e d’effetti.

Sicuramente è uno dei titoli presenti che impegna il nuovo hardware con più decisione, il nuovo Kameo è fluido, pieno di dettagli e d’effetti

Oltre alle scende di battaglie di massa, inserite appositamente per Xbox 360, anche le altre sezioni sono state infarcite di personaggi, elementi architettonici e animazioni aggiuntive che facevano fermare meravigliati i giocatori davanti ai totem del TGS. Vi basterà dare un’occhiata alle foto della galleria immagini per farvi un’idea precisa di cosa vi aspetta il 2 Dicembre, giorno di lancio di Xbox 360. Il gioco è evidentemente concluso e ha tutte le carte in regola per affermarsi come uno dei migliori della line up iniziale. Dato il lungo periodo di gestazione, siamo sicuri che si tratterà di un titolo complesso, longevo e pieno di trovate, sperando in un definitivo rilancio di Rare dopo qualche anno di silenzio di troppo. Sicuramente da tenere d’occhio, ma se anche lo prenotaste dal negoziante come gioco da affiancare a 360 il 2 Dicembre, probabilmente fareste una scelta azzeccata...

Filmato Esclusivo di Multiplayer.it!

[TGS 2005] Carrellata a 360 [TGS 2005] Carrellata a 360

Oltre ai Jrpg, il buon supporto a Xbox 360 da parte degli sviluppatori nipponici porta con sé una serie di giochi tipicamente orientali e che gli appassionati di Xbox 1 non avevano potuto sperimentare. Un filone che ha una certa tradizione in Giappone, con Ace Combat di Namco come esponente più famoso, è quello dei simulatori di volo a matrice arcade. A metà tra le seriose controparti per PC e gli shooter derivati da Afterburner, questi titoli riscuotono sempre un discreto successo; allo stand di Microsoft e a quello di Taito, che lo pubblicherà sulla nuova console in uscita a Dicembre, era presente in forma giocabile la demo di World Airforce. Il gioco Taito offre due modalità, una arcade e l’altra denominata Simulation, che però non era testabile in fiera, dato che gli assistenti che spiegavano come giocare selezionavano obbligatoriamente la prima modalità. Una volta lanciata la missione, si veniva catapultati in oceano aperto in direzione di una grande metropoli costiera, sorvolata da una serie di caccia nemici che andavano abbattuti a suon di missili. Comandi semplici ed un’interfaccia a schermo molto intuitiva con tutte le informazioni su altezza dal suolo, velocità e un radar che indicava la posizione degli altri caccia. Una volta inquadrato un nemico per il tempo sufficiente, accanto al mirino appariva la scritta Shoot ad indicare che lanciando un missile il bersaglio sarebbe stato colpito di sicuro. Quando un nemico si metteva in coda ed era pronto a colpire il nostro jet, un segnale di Warning indicava il giusto tempo per virare e cercare di scampare il pericolo di un attacco mortale. Troppo presto per un’idea precisa su World Airforce: un discreto orizzonte visivo, una buona fluidità ed un sistema di controllo accessibili sono, però, buone credenziali e nei mesi a venire Multiplayer lo terrà d’occhio per scoprire se gli amanti di simulazioni e follie aeree a cuor leggero avranno trovato pane per i loro denti.

Filmato Esclusivo di Multiplayer.it!

[TGS 2005] Carrellata a 360 [TGS 2005] Carrellata a 360

un discreto orizzonte visivo, una buona fluidità ed un sistema di controllo accessibili sono, però, buone credenziali

Test Drive è una delle saghe di racing game più longeve della storia dei videogiochi. Dopo anni di assenza dagli scaffali dei negozi, Atari, detentrice dei diritti, ne ha affidato lo sviluppo di un vero e proprio seguito ai tipi degli Eden Studios, sviluppatori di quei Vrally che su console si erano sempre distinti per le discrete qualità tecniche. Il progetto è decisamente ambizioso, se è vero che Test Drive Unlimited, questo il titolo per esteso, sarà ambientato su un’isola tropicale attraversata da mille strade tutte percorribili e sulle quali ci si potrà aggirare alla ricerca di avversari da sfidare. La caratteristica innovativa dipende dalla completa integrazione del gioco con Xbox Live, che farà popolare le strade dell’isola da tante macchine quanti i giocatori in rete in una sessione di gioco, che potranno essere sfidati semplicemente mettendosi in coda e lampeggiando con gli abbaglianti. A quel punto, la gara avrà inizio e si potrà scegliere di gareggiare su qualsiasi strada od anche per tutti i percorsi dell’isola in competizioni di lunghissima durata e sempre stando attenti a non farsi arrestare dalle pattuglie della polizia gestite dalla CPU.

grazie a degli accordi che Atari sta stringendo in tutto il mondo, sarà possibile ascoltare in streaming e online le trasmissioni di radio realmente diffuse nell’etere

Atra innovazione è la possibilità di ascoltare la radio durante le sezioni di gioco come in Project Gotam Racing. La differenza è che, grazie a degli accordi che Atari sta stringendo in tutto il mondo, sarà possibile ascoltare in streaming e online le trasmissioni di radio realmente diffuse nell’etere. Ancora non si sa quali saranno le radio previste per l’Italia, ma giocare ascoltando Radio Deejay o RDS sarebbe davvero fantastico. La strada da percorrere, però, è ancora tanta a giudicare dalla demo giocabile qui al TGS. Il gioco di Eden è ancora in fase piuttosto arretrata con visuali che, definizione a parte, ricordano da vicino quelle di una Xbox 1, grazie anche a problemi di fluidità e clipping. Continueremo a seguire TDU da molto vicino, però, perché le potenzialità che ha sono davvero notevoli.

[TGS 2005] Carrellata a 360 [TGS 2005] Carrellata a 360

Il Tokyo Game Show 2005 è stata l’occasione per i videogiocatori nipponici di mettere per la prima volta le mani sui joypad di Xbox 360 e di avere un primo contatto con la nuova console Microsoft. A conti fatti un’esperienza positiva, viste le code ai totem dei giochi in prova e l’assidua folla di spettatori seduti davanti al video wall dove veniva presentati in rotazione i filmati di molti dei titoli della line up. Molti i giochi presenti allo stand ma, a parte Ridge Racer VI, Dead Rising e Ninety Nine Nights, la mancanza di versioni giocabili di Perfect Dark Zero, Project Gotham Racing 3 o Lost Odissey di Sakaguchi ha tolto un po’ di peso alle possibilità di impressionare in via definitiva i visitatori della fiera. Resta la sensazione di una line up di lancio che sta prendendo una forma sempre più definita, in attesa del X05 ad Ottobre, e di una console che avrà di sicuro risultati migliori di Xbox 1 nella terra del Sol Levante. In attesa di un lancio sempre più imminente, ecco le impressioni a caldo degli altri titoli presenti allo stand di Microsoft qui al Tokyo Game Show.