[TGS 2008] Dissidia: Final Fantasy - Provato  27

In occasione del TGS 2008, mettiamo le mani sull'ultimo "esperimento" di Square nell'ambito dei picchiaduro.

Anteprima

“La fantasia non ha fine”. E' stata questa la frase scelta da Square-Enix lo scorso anno, in occasione dello Square Enix Party 2007 per presentare al mondo intero il trailer che svelava il suo nuovo progetto esclusivo per PlayStation Portable. Un titolo concepito anch'esso per celebrare degnamente il ventesimo anniversario della sua serie storica, Final Fantasy, e conosciuto come Dissidia. Dopo i vari Final Fantasy Tactics: The War of the Lions, seguito da Final Fantasy: Anniversary Edition e Final Fantasy II: Anniversary Edition, oltre al recente, per il nostro mercato, Crisis Core: Final Fantasy VII, Square-Enix porterà quindi su PSP un altro episodio inedito della sua famosissima saga, ma tecnicamente diverso dai suoi predecessori, reinterpretando in chiave picchiaduro l’intero universo che ha fatto da sfondo ai suoi numerosi giochi di ruolo. Dissidia Final Fantasy, che vede tra gli sviluppatori Tetsuya Nomura (Kingdom Hearts), è infatti un beat ‘em up a incontri in cui i personaggi più memorabili dell’intera saga, buoni e cattivi, si scontreranno fra loro in scenari tridimensionali a loro volta tratti dai momenti più simbolici dei vari capitoli della serie stessa. Gidan Tribal e Kuja (Final Fantasy IX), Tidus e suo padre Jecht (Final Fantasy X), Squall e Artemisia (Final Fantasy VIII ) o Sephiroth (Final Fantasy VII) saranno solo alcuni degli eroi disponibili, per un totale approssimativo di venti combattenti.

Dramatic Progessive Action

Secondo alcune voci da confermare, tuttavia, altri personaggi della saga potrebbero fare la loro apparizione in Dissidia, o come combattenti segreti da sbloccare, o come semplici guest star durante alcune fasi dello Story Mode. Nonostante il genere, infatti, gli sviluppatori hanno voluto ideare e inserire una trama che rendesse più coinvolgente l’esperienza videoludica, inventandosi perfino una nuova definizione per il gameplay che ne dovrebbe derivare, cioè Dramatic Progessive Action. Sulla storia si sa ancora poco, ma a grandi linee sembrerebbe raccontare della battaglia tra Cosmos (divinità dell’armonia) e Chaos (disordine) e del coinvolgimento nello scontro di dieci guerrieri per parte reclutati dai due, come detto prima, direttamente dal cast dei vecchi Final Fantasy. Per il resto

la struttura di gioco sarà molto simile a quella di Super Smash Bros. Melee di Nintendo

Dramatic Progessive Action

Durante i combattimenti l’azione verrà inizialmente inquadrata lateralmente, con i due contendenti posti l'uno di fronte all'altro. Gli indicatori di energia dei personaggi saranno collocati, a seconda della rotazione delle camera e del movimento (i vari eroi potranno spostarsi dove vogliono, arrampicarsi, saltare sulle pareti, etc), in alto e in basso sullo schermo, sia lateralmente che al centro, mentre nell'angolo in fondo a sinistra troveremo un menù contestuale che elencherà i possibili attacchi, e dalla parte opposta una descrizione delle azioni e dei bonus. Le opzioni disponibili cambieranno in base a vari fattori, come la distanza dall'avversario o l’arma equipaggiata. Ciascun combattente avrà inoltre una ulteriore barra denominata Brave che potrà essere riempita attraverso alcune azioni particolari, soprattutto distruggendo gli ambienti circostanti. Secondo quanto lasciato intendere dalla stessa Square-Enix, una volta colmo, l'indicatore consentirà al giocatore di far effettuare una mossa speciale al proprio lottatore. Ma attenzione ai Dejon Trap: questi “elementi” sono in grado di far perdere punti Brave.

I Personaggi

Questo l’elenco completo dei personaggi fino a oggi annunciati ufficialmente o mostrati in video da Square-Enix e che dovrebbero essere disponibili nel gioco:

  • Garland e un Guerriero della Luce (Final Fantasy)
  • Firion e L'Imperatore di Paramekia (Final Fantasy II)
  • Cecil Harvey e Kain (Final Fantasy IV)
  • Sephiroth (Final Fantasy VII)
  • Squall e Artemisia (Final Fantasy VIII)
  • Gidan Tribal e Kuja (Final Fantasy IX)
  • Tidus e Jecht (Final Fantasy X)

Limit Break?

Altro aspetto interessante del gioco sembra la funzione EX: in ogni livello sarà presente un item chiamato EX Force. Tale oggetto apparirà in determinate aree e potrà essere utilizzato (non sappiamo ancora come) per caricare una sorta di "burst gauge", che una volta piena consentirà, attraverso la pressione contemporanea dei tasti Quadro e X, una combo che ricorda a tratti le Limit Break di FFVII. Per evitare di perdere di vista i nemici, inoltre, il gioco consentirà al videogamer di effettuare il lock sull’avversario premendo il tasto L, in modo tale da averlo a tiro anche nei momenti più caotici dello scontro. Non mancheranno delle cut scene realizzate con lo stesso motore grafico del titolo sia durante i combattimenti (ad esempio per l'esecuzione di attacchi speciali) che nelle fasi pre e post battaglia. Alla fine di ogni incontro le vittorie saranno premiate con dei punti esperienza molto simili a quelli ricevuti dopo gli scontri negli RPG. Questi potranno poi essere usati per far salire di livello il proprio eroe. Gli sviluppatori hanno confermato inoltre la possibilità di personalizzare i vari personaggi con oggetti sbloccabili nel corso del gioco. Chiudiamo con la grafica (per l’audio ci riserviamo di esprimere un giudizio solo quando avremo maggiori elementi di valutazione): da questo punto di vista Dissidia appare come uno dei migliori prodotti mai visti sulla console portatile Sony. L'engine sembra in grado di gestire senza problemi di sorta una grafica tridimensionale ricca di poligoni, dettagli e animazioni. Per il resto c’è poco da aggiungere per ora. Square-Enix non è nuova a incursioni nel mondo dei picchiaduro 1Vs1, basti ricordare ad esempio i vecchi Tobal 2 ed Ehrgeiz su PlayStation, titolo quest’ultimo che tra i suoi personaggi selezionabili annoverava anche Cloud, Tifa e Sephiroth, ma questo Dissidia Final Fantasy sembra avere qualcosa in più rispetto a loro.

Aggiornamento dal TGS 2008