Resistance: Retribution[TGS 2008] Resistance Retribution - Anteprima 

Siamo tornati a vedere Resistance Retribution, capitolo appositamente realizzato per PSP di una neonata saga di shooter action. Ecco le nostre impressioni direttamente dal Tokyo Game Show 2008.

Un cavo USB è per sempre

Nodo focale dell'intera presentazione è stata l'interessante e ben studiata possibilità di collegare la PSP alla PlayStation 3 per mettere in collegamento Retribution con Resistance 2. Una volta messe in comunicazione le due console con i relativi giochi, è possibile infatti sbloccare due feature nel capitolo per la piccola portatile di casa Sony: PS3 Connect e PSP Plus.
Partiamo da quest'ultima decisamente più semplice e immediata nei suoi risvolti. Una volta selezionata la specifica voce in uno dei menu avanzati di Resistance 2, diventa immediatamente possibile utilizzare un joypad DualShock 3 per controllare e comandare Retribution e il suo personaggio principale, James Grayson. In automatico viene disattivata la mira automatica e il sistema di lock avanzato implementato nel gioco per PSP e i controlli vengono riconfigurati in modo da sfruttare i pulsanti aggiuntivi disponibili sul controller per PlayStation 3. Ovviamente per utilizzare questa modalità, Resistance 2 deve rimanere in funzione in background visto che fungerà da interprete dei comandi mentre è vivamente consigliato l'uso del cavo output component per collegare la PSP al televisore così da giocare molto più comodamente a Retribution senza starsi a preoccupare di come e dove è posizionata la console portatile.

[TGS 2008] Resistance Retribution - Anteprima [TGS 2008] Resistance Retribution - Anteprima [TGS 2008] Resistance Retribution - Anteprima

Comodi è bello, ma infettati è meglio

Dietro l'anonima e piuttosto fuorviante nomenclatura PS3 Connect, si nasconde invece la vera innovazione implementata in Retribution. Tramite la consueta interfaccia di Resistance 2 è possibile anche "infettare" la PSP e attivare la seconda feature citata poco sopra.
Dopo aver assistito a una piccola sequenza di atmosfera ci troviamo subito di fronte al menu iniziale del gioco con un Grayson vestito di tutto punto con una nuova fiammante tuta Spectre a simboleggiare il suo nuovo legame con il sangue Chimera. Similmente a quanto avvenuto a Nathan Hale, il protagonista del primo Resistance, nel corso della sua avventura, anche Grayson potrà essere esposto artificialmente al contagio alieno per sbloccare tutta una serie di interessanti aggiunte al gameplay.
Oltre al nuovo vestiario già menzionato, avremo quindi accesso alla pistola Magnum HE.44 presa di sana pianta da Resistance 2 e a due nuove abilità che influenzeranno in modo sensibile lo stile di gioco. Da un lato infatti Grayson vedrà modificato il suo sistema di energia, non più numerico e legato alla raccolta di medikit per essere ripristinato, ma interamente basato sulla rigenerazione a "blocchi": quattro quadrati che tendono a diminuire se colpiti ma che tornano a riempirsi lentamente se riparati dal fuoco nemico, a patto che non siano stati completamente svuotati. In aggiunta, il nostro alter-ego acquisirà anche la capacità di respirare sott'acqua. Proprio la possibilità di nuotare e immergersi, altra novità del gameplay resa possibile dall'infezione, consentirà al giocatore di esplorare aree normalmente non accessibili per cercare e trovare 20 indizi di intelligence recuperabili esclusivamente quando Retribution viene giocato in modalità Infected e che vanno ad aggiungersi ai 60 indizi normalmente disponibili. Se raccolti tutti, l'armamentario del giocatore verrà ulteriormente espanso con l'aggiunta della granata al plasma. Tutta questa serie di implementazioni hanno il preciso obiettivo di estendere esponenzialmente la longevità e il grado di rigiocabilità di Retribution, stimolando il giocatore a rivisitare i livelli già affrontati in precedenza alla ricerca di zone prima interdette e anche per vedere le reazioni dei personaggi incontrati nel corso della storia, davanti al Grayson infettato. L'unico appunto che ci sentiamo di fare riguarda la natura temporanea di questa modalità Infected. Se infatti la PSP viene spenta, è necessario nuovamente ricollegarla alla PlayStation 3 con Resistance 2 in funzione per infettarla e ripristinare i contenuti aggiuntivi anche se, ci preme sottolinearlo, i salvataggi non vengono persi ma anzi tengono correttemente conto degli indizi e delle zone sbloccate in precedenza.

[TGS 2008] Resistance Retribution - Anteprima [TGS 2008] Resistance Retribution - Anteprima

Tecnicismi

Nulla di nuovo sotto il fronte tecnico. Anche se la build era decisamente più aggiornata rispetto a quella mostrata all'E3 2008, non abbiamo apprezzato migliorie tecniche ma, è doveroso sottolinearlo, Retribution si presenta già in splendida forma con un frame rate granitico, ambientazioni di estensione notevole, una pulizia grafica che, unita a un sistema di illuminazione e gestione degli effetti particellari decisamente ben implementati, restituiscono un risultato tecnologico finale di ottimo livello.
Una piccola nota dobbiamo spenderla anche per i nemici visto che ci siamo approcciati per la prima volta con i boilers, la specie femminile delle chimera che, una volta individuato il giocatore, cercano di raggiungerlo di corsa per poi lanciare un agghiacciante urlo ed esplodere a distanza ravvicinata. Quindi è stata la volta dei leapers, una sorta di grossi ragni che possono saltare sulla testa del giocatore morsicandolo ripetutamente (sarà possibile liberarsi da questi parassiti, soltanto premendo ripetutamente un tasto). E infine abbiamo visto i due droni presi direttamente dai capitoli PlayStation 3: quello di lavoro e quello di attacco.
Nella demo mostrata tra l'altro, abbiamo potuto saggiare il buddy system in via di implementazione nel gioco: altro non è che la possibilità di avere compagnia nel corso di alcune missioni. A differenza del primo Resistance infatti, che si svolge praticamente tutto in solitaria, in Retribution capiterà di andare avanti nell'avventura con un compagno di squadra (controllato dal computer). In queste occasioni avremo sempre su schermo l'energia vitale del nostro "aiutante" e dovremo stare bene attenti a non lasciarlo mai solo, specie nelle situazioni più caotiche.

[TGS 2008] Resistance Retribution - Anteprima [TGS 2008] Resistance Retribution - Anteprima [TGS 2008] Resistance Retribution - Anteprima

Resistance Retribution arriverà sul mercato a molta distanza da Resistance 2, ovvero entro l'estate del prossimo anno. Di tempo per tornare a provarlo ne abbiamo quindi in abbondanza, ma già da ora possiamo dire che il progetto ha tutte le potenzialità per essere un ottimo rappresentante delle capacità videoludiche di PSP.