The ConduitThe Conduit - Anteprima 

Un eroe solitario, una razza aliena, armi distruttive a volontà... no, non è Metroid Prime 4.

"Troppo spesso si è detto che nella ludoteca Wii non c'è spazio per giochi seri con grafica di alto livello: con The Conduit vogliamo dimostrare che questa affermazione è sbagliata, fornendo ai giocatori quel tipo di prodotto che che si erano immaginati quando la console è stata annunciata." Con queste parole Eric Nofsinger, leader del team creativo di High Voltage Software, ha chiarito il significato del loro nuovo prodotto per Wii, uno sparatutto in prima persona che dovrebbe segnare un traguardo importante nella storia della chiacchierata console Nintendo: non più soltanto una piattaforma per giocatori "casual" di tutte l'età, ma una macchina in grado di rivaleggiare a testa alta con le più potenti console Microsoft e Sony.
Alla base dei piani di High Voltage Software c'è naturalmente il loro engine proprietario Quantum 3 e il rivoluzionario sistema di controllo concesso dal Wiimote.

Un Wiimote e un'invasione aliena

Il giocatore si cala nei panni dell'agente Ford, membro dell'organizzazione speciale Trust, chiamato ad affrontare l'invasione dei Drudge, un popolo alieno che ha messo Washington sotto assedio. La trama naturalmente è soltanto un pretesto, neanche dei più originali, per dare un senso agli scontri a fuoco che ci coinvolgeranno dall'inizio alla fine del gioco, ma non ci risparmierà comunque interessanti evoluzioni narrative, suggerendo fin dall'inizio l'esistenza di un complotto governativo che avrebbe aperto le porte all'assalto extraterrestre. L'agente Ford è solo contro tutti, dunque, ma fortunatamente ha a disposizione un arsenale di tutto rispetto, che mischia armi tradizionali come pistole, mitragliatori e granate con strumenti a dir poco fantascientifici e congegni alieni piuttosto originali. Il concetto più interessante sviluppato da High Voltage Software però è la possibilità di personalizzare a piacimento numerosi elementi del gioco, dall'interfaccia grafica alla "dead-zone" delle armi, passando per la velocità di rotazione durante la mira: il giocatore può quindi adattare il sistema di controllo via Wiimote, estremamente simile a quello - ottimo - di Metroid Prime 3, per soddisfare le proprie esigenze e giocare come preferisce. The Conduit è un First Person Shooter tutto sommato tradizionale in cui si intrecciano, durante i vari livelli di gioco, frenetici scontri a fuoco e puzzle più o meno complessi, da risolvere usando il cervello e, spesso, anche un bizzarro strumento chiamato "All-seeing Eye", dalle molteplici funzioni, in primis quella di proiettare un fascio luminoso rivelatore. L'originalità di alcune armi e il loro utilizzo, legato al Wiimote, lascia ampio spazio alla fantasia ed inventiva del giocatore, che si troverà a sfruttarle insieme all'ambiente circostante per avere la meglio sui nemici, proposti tra l'altro in numerose varietà, ognuna dotata di abilità e pattern d'attacco caratteristici.

The Conduit - Anteprima The Conduit - Anteprima The Conduit - Anteprima

Ai limiti estremi del Wii

Il merito più notevole da riconoscere a High Voltage Software non è tanto quello di aver proposto su Wii un gioco veramente "adulto" o di aver elaborato delle armi originali che si basano sulle capacità del Wiimote, quanto più che altro essere partiti in quarta con l'obbiettivo di spremere il Wii il più possibile, al fine di generare una grafica che non abbia nulla da invidiare ai più blasonati prodotti delle altre console casalinghe. Il risultato sembra convincente e si ha la netta sensazione di non trovarsi di fronte a un videogioco per Wii: bump-mapping dappertutto, effetti di rifrazione e interazione realistica con i liquidi, una modellazione poligonale ricchissima e una notevole cura per i dettagli di personaggi, ambientazioni e animazioni. Il risultato sembra sfiorare le più rosee aspettative dei giocatori e potrebbe aprire le porte a un nuovo modo di intendere la ludoteca della console Nintendo, da qualche tempo ormai considerata non proprio mainstream. The Conduit sembra quindi unire una realizzazione tecnica stellare a un gameplay solido e originale, nonostante il genere FPS sia un po' abusato negli ultimi anni; High Voltage Software non si è sbilanciata, ma prevede l'implementazione di svariate modalità multiplayer da giocare online, come nei FPS più canonici. Le carte in regola per un prodotto di alta qualità ci sono tutte, speriamo che il coraggioso team di sviluppo mantenga le incoraggianti promesse.

The Conduit - Anteprima The Conduit - Anteprima The Conduit - Anteprima

TI POTREBBE INTERESSARE