The Legend of Zelda: Cronologia della saga  0

Dare un ordine cronologico ai vari capitoli della saga di Zelda è impresa ardua. Nintendo non ha mai diffuso molte informazioni in proposito e, come già accennato, Link non è un vero e proprio personaggio ma una rappresentazione dell’eroe che si oppone al male. Quindi non esiste un solo Link, ma molti eroi diversi che affrontano a più riprese Ganon in differenti epoche temporali.
C’è però una curiosa teoria che vuole che gli episodi di Zelda si presentino a coppie, con un nesso temporale tra due giochi della serie per volta. Sinora questa regola non scritta è stata rispettata. Escludendo i giochi ‘apocrifi’, i Game & Watch e i terribili Zelda’s Adventure e Zelda: The Wand of Gamelon usciti per CD-i, vediamo di dare una collocazione temporale ai vari episodi della serie…

The Legend of Zelda (NES)
Zelda II: Adventure of Link (NES)
In realtà non si capisce bene se Zelda II sia un seguito diretto di The Legend of Zelda o meno. Di fatto non ci sono indizi che denotano un qualche nesso temporale tra i due titoli.

The Legend of Zelda: A Link to the Past (SNES/GameBoy Advance)
The Legend of Zelda: Link’s Awakening (GameBoy/GameBoy Color in versione DX)

Anche questi due episodi sono collegati tra loro. Il Link che naufraga sull’isola deserta di Link’s Awakening è lo stesso che sconfigge il male in A Link to the Past.

The Legend of Zelda: Ocarina of Time (Nintendo 64/GameCube)
The Legend of Zelda: Majora’s Mask (Nintendo 64/GameCube)

Anche in questo caso è chiaro il nesso cronologico. Majora’s Mask si svolge immediatamente dopo la fine di Ocarina of Time, con lo stesso Link che si avventura in una dimensione parallela.

The Legend of Zelda: Oracle of Seasons (GameBoy Color)
The Legend of Zelda: Oracle of Ages (GameBoy Color)

Due avventure ambientate esattamente nello stesso periodo di tempo, strettamente vincolate tra loro.

L’ordine delle coppie è stabilito in base alla data di uscita dei vari giochi e alle piattaforme per cui sono stati commercializzati. E’ certo comunque che sia il primo Zelda per NES a dare il via alla serie, mentre l’ultimo capitolo, anche come collocazione temporale, sia quello per GameCube. I fatti narrati in Kaze no Takuto si svolgono circa cento anni dopo quanto narrato in Ocarina of Time. Takuto dovrebbe poter essere considerato l’ultimo capitolo della saga in ordine cronologico.