THEYTHEY - Anteprima 

Il mistero si infittisce su PC e console, dove a partire dal 2009 le macchine invaderanno la Terra, partendo da Londra. Riusciremo a respingerle in questo nuovo FPS multipiattaforma?

Sviluppato da Metropolis Software – gli stessi dell’ottimo Infernal con cui condivide il motore – They uscirà nel 2009 su Xbox 360 e PC (con supporto per DirectX 10). Una possibile versione Playstation 3 verrà realizzata a seconda della volontà del publisher che si accaparrerà il gioco, che mentre scriviamo è ancora sviluppato in modo del tutto indipendente.
Sparatutto in soggettiva dal sapore fantascientifico, They parte dal presupposto di volersi distinguere nel panorama degli FPS per esserne il primo esponente a proporre uno stile narrativo di stampo "misterico", riferendosi esplicitamente a telefilm come Alias, Lost e Heroes per proporre una trama convoluta e volutamente oscura. In They ogni pezzo del puzzle porterà a nuovi interrogativi, ma dal momento che la storia avrà una componente così importante, vi risparmiamo gli spoiler cui siamo stati costretti a sottoporci, rimandando ai più coraggiosi la lettura dell'apposito box.
In questa sede vale piuttosto la pena citarne altre caratteristiche, come quelle tecniche e lo specifico gameplay che vorrebbe proporre: il motore grafico sarà una versione potenziata di quello di Infernal, con pezzi forti quali il sistema di illuminazione (con supporto per un numero illimitato di sorgenti dinamiche, a dispetto dei paletti "imposti" da NVIDIA e ATI) e gli ambienti distruttibili, grazie ai quali le sparatorie ambientate a Londra si risolvono in un letterale tripudio di frammenti di mura e finestre.

THEY - Anteprima THEY - Anteprima

Tempi duri per la capitale inglese, che dopo Resistance: Fall of Man e Hellgate London, si ritroverà nuovamente devastata dall'avvento degli ambigui esseri di They: una scelta naturale e consapevole, fatta da un gioco con velleità di distribuzione globale, per il quale incasellare le proprie sparatorie all'ombra del Big Ben, è un modo per connettersi all'immaginario simbolico collettivo del proprio potenziale pubblico.
In fase di realizzazione da circa 4 mesi, il titolo è in stato ancora embrionale, ma i suoi tratti essenziali sono parsi ben definiti e curati nei dettagli, pur mostrandosi con luci e colori forse un po' troppo saturi e texture non esattamente impressionanti per un titolo next gen che vorrebbe imporsi da qui a due anni.
Ciò nonostante abbiamo potuto osservare alcune delle feature più caratteristiche e originali che avrà da offrire, fra cui il sistema di customizzazione dell'arma più flessibile e potente mai visto in un FPS... probabilmente più simile a uno strumento di tuning automobilistico degno di Need for Speed Underground.
A partire dal nucleo di base del nostro fucile, potremo scegliere quali moduli assemblare fra una selezione di circa 250 opzioni, di fatto stravolgendone completamente forma, funzione ed estetica, restando vincolati soltanto ad alcune basilari regole di bilanciamento. A seconda delle componenti installate in un dato momento, potremo causare danni basati su semplici proiettili, piuttosto che su ghiaccio, elettricità e così via, regolando poi cadenza di fuoco, gittata e simili, in modo da progettare qualcosa di più simile a un mitra, a uno shotgun o a un'arma a raggi.

THEY - Anteprima THEY - Anteprima THEY - Anteprima

Data l'estrema versatilità delle armi ci si potrebbe aspettare di impazzire dietro a decine di tipi di munizioni, ma anche in questo caso They cerca di innovare, visto che queste sono organizzate per macro categorie (proiettili fisici, energia per il reattore che alimenta il fucile...) e una sorta di semplice sistema di "crafting" permetterà di crearle combinando il "loot" lasciato dai nemici abbattuti. Come in una sorta di MMORPG infatti, ogni avversario avrà qualcosa di valore da lasciarci una volta sconfitto e in questo modo gli sviluppatori sperano di premiare l'impegno di chi vorrà cimentarsi anche contro le creature che non sarebbe tenuto ad affrontare.
Da ultimo, il nostro personalissimo gioiello - che col tempo assomiglierà all'Heavy Bolter di un arrabbiatissimo Space Marine - potrà essere personalizzato con colori e texture tramite un'interfaccia estremamente intuitiva e veloce, che permette di fare modifiche o interi redesign semplicemente aprendo un menù durante una normale partita e vedere all'istante il risultato. Un aspetto divertente che - a seconda della propria attitudine artistica - può diventare quasi goliardico, facendo praticamente a pugni con la cupa ambientazione fantascientifico-occulta del gioco. Molto interessanti sono le prospettive d'uso, soprattutto relative alla componente online e alle competizioni multiplayer.

THEY - Anteprima THEY - Anteprima THEY - Anteprima

Gli sviluppatori di They si dicono infatti in trattativa con le principali organizzazioni di "eSport", per includere il loro titolo fra le discipline previste, in quanto il sistema di personalizzazione delle armi si presta tanto alla creazione di modelli esclusivi da dare in premio ai vincitori, e all'introduzione di modalità di gioco innovative (immaginate giocatori con un'arma nuda, una somma di crediti da spendere, 5 minuti per montare il proprio giocattolo e poi affrontarsi in un'arena).
In definitiva, l'impressione è che They cerchi seriamente di non diventare semplicemente "un altro FPS", introducendo una serie di concetti nuovi che contribuiranno, se non altro, a renderlo un'esperienza diversa dal solito. Aggiungiamo a questo il suo inquietante e originale background tra il fantascientifico e il sovrannaturale e ci ritroviamo con un progetto indubbiamente promettente.

Attenzione: SPOILER

In un futuro prossimo, dove il terrorismo ha ormai raggiunto proporzioni endemiche, vestiremo i panni di un disilluso militare britannico, che si ritrova di punto in bianco nel bel mezzo dell'invasione della capitale inglese da parte di enormi automi umanoidi, devoti al sistematico sterminio della razza umana e che già hanno fatto polpette del nostro sfortunato plotone.
Il mistero si infittisce quando le strategie e il comportamento altamente organizzato tenuto in battaglia da questi robot inizia a suggerire che non si tratti di semplici macchine: dopo una serie di eventi non meglio specificati, guadagneremo infatti la capacità di vedere a occhio nudo "They", misteriose creature dall'aspetto alieno, simili a tentacolari fantasmi che ricordano gli invasori de "La Guerra dei Mondi" e che - invisibili - scendono in battaglia controllando le loro marionette come grotteschi parassiti che protrudono alle loro spalle degli automi antropomorfi. Le loro motivazioni restano un segreto, ma è interessante come il giocatore possa scegliere di abbattere prima il robot - affrontando successivamente l'ectoplasma alieno - o mirare direttamente a quest'ultimo per poi poter abbattere con calma l'automa, che, privato del suo padrone, inizierà a comportarsi secondo i prevedibili schemi di una macchina.