Tony Hawk: American Wasteland - First Look  0

Piccoli skateboarders crescono

Da questo punto di vista, il fatto di impersonare un ragazzino inesperto con un duro percorso di miglioramento da affrontare prima di confrontarsi con i grandi, rende TH:AW vicino al primo titolo della serie, mentre la struttura delle missioni, le gare bonus, le vincite in denaro, i negozi e così via, seguono lo schema che ben conosciamo dai tempi di TH2.
Per quanti non fossero interessati alla trama, è dedicato un inossidabile, rassicurante Classic Mode.
Chi invece cerca un’esperienza diversa dal “solito” Tony Hawk, troverà pane per i suoi denti nella nuova modalità cooperativa in split-screen e l’inedito supporto online per Xbox.
A questo proposito, vale la pena notare che sebbene American Wasteland resti un titolo dell’attuale generazione di console, è prevista una sua versione per Xbox 360, che dovrebbe offrire un imponente upgrade grafico, dalle texture in alta risoluzione, al normal mapping, a un frame rate superiore.
C’è da dire che anche la versione “liscia” per Ps2 che abbiamo visionato presenta più di qualche miglioramento rispetto al passato, soprattutto per quel che concerne le animazioni, decisamente più fluide e connesse in modo naturale.
In aggiunta al consueto arricchimento del repertorio di tricks, che non possono naturalmente mai mancare in un nuovo capitolo, la caratteristica forse di maggiore spessore di American Wasteland sembra essere l’implementazione di un concetto di free riding decisamente più evoluto di quanto visto nei precedenti Tony Hawks.

Piccoli skateboarders crescono

In particolare, una volta sbloccate tutte le varie zone della città, sarà possibile correre sulla nostra fida tavola da un capo all’altro dell’immenso conglomerato urbano, senza barriere e muri invisibili né l’accenno di un caricamento. Potenzialmente potreste iniziare una combo a Santa Monica, continuarla fino a Downtown e concluderla dall’altro capo della città: qualcosa che gli appassionati della serie chiedono e sperano da anni.
Ovviamente, non doveste avere la voglia o il tempo di percorrere i chilometri che vi separano dal vostro pipe preferito a Beverly Hills, potete sempre salire su un autobus, che vi porterà sul luogo pressoché istantaneamente.
Un’altra novità che ci ha piacevolmente colpito è la presenza, oltre al classico skateboard, anche della sua controparte su due ruote per eccellenza: la bicicletta BMX.
Un vero e proprio “gioco nel gioco”: quando più ci aggrada è possibile mettere a riposo la tavola e montare sul nostro agile mezzo a pedali, performando un ragguardevole numero di tricks e stunts inediti, seguendo un sistema di controllo e un modello fisico completamente diversi.
Ciò detto, restate in ascolto per ulteriore aggiornamenti: l'uscita sugli scaffali è attesa per Ottobre.

Senza stravolgere schemi e modelli di gioco collaudati e familiari, il nuovo capitolo di Tony Hawk si presenta come ultimo esponente della “saga” sull’attuale generazione di console, puntando a una serie di miglioramenti e aggiunte specifiche e incrementali e rimandando ai prossimi capitoli qualsiasi “rivoluzione”.
Curiosamente intitolato “American Wasteland”, si direbbe intenzionato a catturare le stesse atmosfere da “gioventù bruciata” di GTA: San Andreas – la storyline è persino ambientata nella Los Angeles degli anni ’80 – e racconterà le peripezie del classico baldo giovine alle prese col suo avventuroso riscattarsi dai bassifondi, puntando a partecipare a una competizione di skateboard che gli porterà fama e denaro.