Tre giorni con Serious Sam 2: Day One  0

Oggi cominciamo un'approfondimento con Serious Sam2: The Second Encounter, che ci terrà compagnia per tutta la settimana, e che sarà diviso in tre parti diverse. Ecco a voi la prima, in cui viaggeremo tra i vari livelli del gioco in compagnia dei pensieri del protagonista...

Serious Sam2

Poi l'attacco in massa mi spinge con le spalle al muro e mi ritrovo il corpo devastato da decine di tagli, dai quali il sangue scorre imbrattando i pochi brandelli dei vestiti rimastimi. Rispondo all'attacco con pieno vigore, armato con il mio fido fucile a doppia canna. Schivo le lame, mi allontano dal vicolo ed incomincio a riempirli di piombo sino al midollo. Imperterriti mi circondano ma incominciano a rendersi conto di avere a che fare con un umano poco propenso alla resa.

Serious Sam2

Si affiancano e colpiscono all'unisono, proprio mentre mi inginocchio e li trapasso dal basso in alto con una fucilata in pieno stomaco. I loro pezzi di carne squarciata riempono lo schermo, il verde del prato viene tramutato in un letto di sangue e le loro teste di zucca rotolano con il ghigno ironico trasformato in una sorda esclamazione di terrore.
Li ho sconfitti ma ho poco tempo per gioirne ... ecco una nuova ondata farsi avanti ... e stavolta ne sono molti di più ...

Ritorno a casa.

Dapprima il buio. Poi un barlume di luce. Ed infine davanti ai miei occhi appare in tutta la sua maestosa ed arcana bellezza una antica città, dall'apparenza azteca, con i suoi ziggurat possenti puntati al cielo e le sue torri di avorio dalle cupole dorate, inondate dai raggi di un sole morente pomeridiano.

Ritorno a casa.

Sento nell'aria la putredine di una vegetazione, intrisa d'umidità e da una sorta di lezzo di morti, in netto contrasto con la civile architettura cittadina. Antichi dipinti riempono le alte cinta di mura costruite a difesa di antichi regni nemici. Enormi tombe e cripte testimoniano la grandiosa potenza raggiunta dagli imperatori-dio di una antica razza da migliaia di anni decaduta. Ma cosa si cela adesso in questi luoghi remoti toccherà a me scoprirlo.

Ritorno a casa.

E presumo che non saranno mummie polverose quelle che mi si porranno davanti, in un viaggio che mi porterà a toccare i più reconditi luoghi, dalla Valle del Giaguaro alla Città degli Dei, dal Recinto dei Serpenti all'atrio degli Elefanti, sino a passare dalla Torre di Babele, per arrivare alla Terra dei Dannati, crocevia della Grande Cattedrale.

Un viaggio tra i livelli


Sierra de Chiapas

Livello di riscaldamento, dove balzano agli occhi i nuovi "ritocchi" fatti al motore grafico: cespugli ed alberi a profusione, una cascata che mozza il fiato e le nuove esplosioni dei kamikaze che fanno capolino già dai primi passi. Sono inclusi alcuni "goodies" create dai programmatori (vedi la cabina telefonica di Doctor Who e il trenino con "strani" passeggeri a bordo).

Valley of The Jaguar

All'inizio il livello è un vero e proprio platform game. Dopo, raggiunta l'ampia vallata del Giaguaro, rimarrete sorpresi dai kamikaze trasportati dalle arpie, mentre una intera mandria di scheletri vi assalta senza tregua. Bellissime le scalinate dei templi, che hanno una angolazione ed un'altezza da farvi venire le vertigini.

Un viaggio tra i livelli

The City of The Gods

Detta anche Teotihuacan, il centro nevralgico dell'impero Maya. Alte mura a difesa della città, trappole ovunque ed avamposti sparsi per la mappa, faranno da contorno ad un livello dove la difficoltà incomincia a fare la sua comparsa.
Bellissima la Piramide del Sole ed altrettanto pericolose le insidie contenute in essa.

Serpent Yards

Dopo la Piramide del Sole ecco quella della Luna, raggiungibile dopo aver schiantato come minimo un migliaio di baldanzosi scheletri. Stupendo il tramonto che tinge di un caldo e tenero arancione tutta la mappa. Ovviamente non saranno altrettanto romantici i nemici, pronti a lisciarvi le penne alla prima distrazione.

Un viaggio tra i livelli

The Pit

Obiettivo principale "Soulgrave", protetta da parecchie trappole letali. Chiamata dai Maya Ichal Uxil, rappresenta il luogo dove venivano sacrificate le vergini agli Dei (che peccato!). Le trappole saranno influenzate da repentini cambi di forze di gravità, trasformando il livello in un immenso "flipper" dalle fatture antiche.

Serious Sam2

All'improvviso eccoli piombati nella scena. I Cucurbito The Pumpkins. Uno ... cinque ... venti contemporaneamente e tutti contro di me! Il rumore cigolante delle catene è assordante, il loro ghigno ritagliato in quella zucca al posto della testa, rimarcato dal fuoco vivo interno che svavilla da quelle orbite accigliate, mostra in pieno il crudele ed atavico odio verso l'intero genere umano.