Unreal Tournament 2004: il demo è tra noi  0

Ecco le prime impressioni giocando a Unreal Tournament 2004.

Prima di tutto il demo

L'avete scaricato? Se non l'avete fatto, correte a farlo. E' disponibile anche la versione per Macintosh.

Si è fatto attendere ben oltre il consueto ritardo "fisiologico", ma Unreal Tournament 2004 è finalmente ai blocchi di partenza.
Diretta conseguenza di questa buona novella è il demo nuovo fiammante che lesti come delle faine abbiamo provato per voi, così da avere qualcosa con cui saziarvi mentere le vostre connessioni macinano il prezioso programma di installazione dalla nostra Area Files.
Iniziamo dalle modalità di gioco incluse: Deathmatch, Team Deathmatch e Capture the Flag non hanno naturalmente bisogno di presentazioni, così come il Bombing Run che è stata una delle novità più originali della release 2003.
Il gradito ritorno di Assault e l'arrivo di Onslaught però meritano senz'altro un approfondimento.

La modalità Assault risale al primo Unreal Tournament e nella miglior tradizione degli FPS multiplayer "à la Counter-Strike" prevede due squadre di avversari che si contendono un obiettivo strategico in una mappa che si confà a un gameplay di taglio estremamente tattico (anche se inconfondibilmente frenetico in pieno Unreal-style).
Nella fattispecie la mappa inclusa (AS-Convoy) presenta una location molto originale: due giganteschi camion collegati da un ponte sospeso che procedono a tutta velocità in mezzo al deserto.
Suggestivo il "trasbordo" da un colosso all'altro: presenta infinite possibilità di camping per i cecchini, mentre all'interno dei convogli ci attende il solito labirinto di corridoi claustrofobici (interessante la lucetta volante che indica al giocatore la direzione da seguire).

La modalità Onslaught condivide in qualche modo l'impostazione di base di Assault, ma in spazi estremamente più ampi e molti più giocatori. Difatti l'impressione avuta di primo acchito è stata proprio quella di giocare a Tribes, con tanto di basi dotate di distributori automatici di armi e munizioni e spawn points dei veicoli.
L'obiettivo in questo caso è di distruggere il Power Core della rispettiva base avversaria, posta nell'enorme valle ricca di sporgenze rocciose, colline e vegetazione di ONS-Torlan.

Prima di tutto il demo

Le mappe per Deathmatch e Capture the Flag (DM-Rankin e CTF-BridgeOfFate) appaiono meno interessanti e più convenzionali (la base abbandonata, la cattedrale gotica...) mentre quella dedicata al Bombing Run (BR-Colossus) si distingue per un design al tempo stesso intricato nelle architetture ma lineare nella visione d'insieme... oltre ad essere uno spettacolo per gli occhi.
Per quanto infatti i miglioramenti grafici rispetto alla precedente versione si osservino per lo più nelle piccole cose (nuove texture, effetti di luce più elaborati, correzioni varie qua e là) il maggior numero di poligoni impiegato dona al tutto un look più fresco e appetibile.
Considerando la rapidità con cui il server-browser scarica la lista, anche il netcode mostra segni evidenti di revisione, anche se è presto per dire come si comporterà il gioco in circostanze di reale congestione. Peccato non aver avuto modo di provare il sistema di comunicazione vocale integrato... vorrà dire che in questo caso lasceremo a voi l'onore di provarlo per primi!

Buon divertimento e i migliori auguri di una felice Killing Spree!

Se vuoi raccontarci le tue impressioni è aperta una discussione nel Forum!

Gusto per gli occhi

Il filmato qui sotto risale alla nostra "prima incursione" in Atari, quasi un anno fa, durante l'E3 di Los Angeles. Allora Multiplayer.it fu la prima a presentare immagini in movimento del gioco. Oggi ovviamente potete giocarci direttamente voi.

Richiede Windows Media Player 9.