War Front: Turning Point - Hands On  0

Altri tedeschi da eliminare, altri alleati da condurre, altre unità da accumulare e Jetpack da abbattere... Un momento, qualcuno ha detto JETPACK?

Cosa sarebbe successo se...

La trama di War Front si preannucia particolarmente interessante: Hitler è stato eliminato e al suo posto è salito al potere uno stratega meno malvagio e molto più lungimirante, tant’è che la Seconda Grande Guerra non è ancora finita.
Vi troverete a dover combattere in diverse campagne militari, schierandovi con le truppe alleate, i russi, e con il nuovo esercito tedesco, avendo cura di sfruttare i diversi eroi che gli sviluppatori vi hanno messo a disposizione, accumulando truppe su truppe (reali e fantascientifiche) nel tentativo di sopraffare il nemico.
Può suonare famigliare, ma possiamo assicurarvi che non lo è...

RTS o FPS? O magari RPG?

Anzi, i ragazzi di 10Tacle hanno introdotto alcune peculiarità che rendono War Front un prodotto unico: nella versione di prova fornitaci, molto vicina alla release finale per il mercato, abbiamo avuto modo di testare alcune di queste particolarità.

Sebbene l’impostazione strategica ripercorra quella iniziata da Age of Empires (accumula risorse, accumula truppe, massacra il nemico), gli sviluppatori hanno pensato di inserire un semplice espediente per rendere la partita molto più frenetica: siccome l’intero gioco non ha alcuna presunzione di realismo e di solito avrete modo di arruolare una valanga di unità, potrà sicuramente tornarvi comoda l’opzione di comandare, personalmente, una delle difese della vostra base; una volta selezionata la struttura, con la semplice pressione di un tasto potrete entrare in “modalità FPS”, prendendo il controllo diretto dell’arma, così da massacrare personalmente tonnellate di nemici.

Sebbene l’impostazione strategica ripercorra volgarmente quella iniziata da Age of Empires,gli sviluppatori hanno pensato di inserire un semplice espediente per rendere la partita molto più frenetica

RTS o FPS? O magari RPG?

Non si tratta, ovviamente, di una rivoluzione al genere, ma piuttosto di un éscamotage che smorzerà l’azione tipica dei giochi strategici, interrompendo le lente fasi di costruzione e sviluppo, con un po’ di sana azione sparattuto.

Ritorno alle origini

Se cominciavate a stufarvi dei titoli ad impronta tattica, dove bastava un niente per vedere le vostre unità spazzate via, probabilmente War Front sarà il gioco che farà per voi: gli sviluppatori hanno ben pensato di riprendere la strategia del “tank rushing” dove, essenzialmente, vince chi costruisce il maggior numero di unità più avanzate tecnologicamente: spesso le mappe di gioco saranno sommerse dalle vostre unità e da quelle del nemico, vista l’abbondanza di risorse con le quali edificare costruzioni ed armate.
Un particolare plauso va mosso al lavoro creativo dei programmatori: le unità a vostra disposizione spaziano dai classici fanti armati di Thompson e Bazooka, fino ad arrivare alle Wehrmacht dotate di JetPack, agli esocheletri pesantamente armati e ai simpaticissimi Zeppelin pesanti, veri e propri portatori di morte.

War Front ha tutte le carte per diventare uno dei titoli più validi di questo nuovo 2007, miscelando un’ottima trama con una giocabilità che ormai si era dimenticata.
Purtroppo la versione che abbiamo avuto modo di testare presentava alcuni problemi, primo tra tutti una serie di errori grossolani durante il path-finding delle unità, una grafica a tratti spartana e qualche errore di clipping, che in un RTS è comunque un difetto assolutamente minore, mentre gli altri possono essere facilmente corretti: non ci resta che confidare nell’attenzione dei ragazzi di 10Tacle.

Oh mio eroe!

Pur non avendo avuto modo di provare tutti gli eroi previsti dal gioco (intorno alla decina), siamo rimasti estremamente colpiti dal carisma con cui sono stati caratterizzati, doppiati con sapienza e con dialoghi molti simili a quelli dei migliori film d’azione: emerge, tra tutti, il classico biondo colosso tedesco armato di un comodo triplice-bazooka sulle spalle, libero così di spazzare via tonnellate di carri nemici con un semplice gesto.
Suona irrealistico? Non avete idea di cosa vi aspetti...

Ancora!?!

Come per i bambini esiste l’Uomo Nero, per spaventare i redattori si usa lo spauracchio di un nuovo, ennesimo titolo strategico sulla Seconda Guerra Mondiale: l’idea di tornare a costruire Sherman, accumulare truppe alleate e lanciarle al massacro contro il nazista nemico, dopo quasi dieci anni ha iniziato a stufare.
Ben venga la piacevole ventata di freschezza portata da Company of Heroes, ma sinceramente, vedendo il disco di questo War Front, abbiamo subito temuto il peggio: fortunatamente, alla 10Tacle Studios hanno capito che, per vendere e ottenere il successo bisognava stravolgere qualcosa, e quale migliore distorsione se non mescolare storia con fantascienza?