Warcraft 3 beta - Day Five: NPC & more  0

Il quinto appuntamento con il nostro coverage di Warcraft 3 è dedicato ai personaggi di contorno , siano essi non giocanti o razze neutrali, che avremo occasione di incontrare durante i nostri peregrinaggi in cerca di risorse e di esperienza. A questo il nostro Simone Pesenti Gritti ha pensato di cominciare ad affiancarei primi commenti relativi all'interfaccia di gioco, ed alla qualità delle 8 mappe Multiplayer disponibili in questa versione Beta. Basta con le parole, sia fatto largo agli Gnoll e ai Troll ...

Azerhot nel Caos

Le mappe a disposizione per la beta sono otto, di cui la maggioranza verdeggianti e boscose, tranne una che è innevata e rocciosa, tipicamente montana.
Una piacevole sorpresa è l'impatto grafico di questi ambienti, colli verdeggianti si alternano a cascatelle e corsi d'acqua creando altitudini e depressioni che saranno realmente determinanti ai fini delle battaglie!
Prendete di sorpresa un nemico all'interno di una gola e vedrete che se disponete di unità di attacco a distanza, anche se in inferiorità numerica, avrete buone probabilità di scamparla.
Oddio, in molti casi il tutto si riduce a una carneficina , con corpi che restano sul campo di battaglia (utili solo per necromanti e meat wagon) e in quei momenti l'abilità del giocatore sarà quella di conservare il sangue freddo per effettuare le proprie mosse a dovere, facendo avanzare le unità corpo a corpo, bilanciando attacchia distanza e incantesimi. Senza dimenticare le abilità dei nostri eroi, che spesso risulteranno determinanti.
Una mappa riporta un tempio a cielo aperto adornato da imponenti colonne al centro del quale si erge una fonte della vita, che guarisce le unità.
Le miniere d'oro sono sparse in modo uniforme, in modo che chiunque abbia l'opportunità di occuperne una o più di una. Infatti non basterà, mediamente, una sola miniera per sostenere i costi della guerra e saremo forzati a cercane almeno un'altra.
L'esplorazione quindi come punto fondamentale, e sarà un piacere, perché anche dopo svariate partite le mappe riservano qualche angolino nascosto che non avevamo visto e che valeva la pena di visitare, per trovare ad esempio...

Edifici e Razze Neutrali

E' possibile che nella vostra esplorazione troviate squadre di gnoll che attendono qualche sventurato da razziare, o addirittura gruppi di troll assembrati attorno ad enormi golem di pietra. Per non parlare delle bande di Ogre che vi attendono in una radura armati di enormi clave.
Ecco un'altra bella idea di Warcraft 3, un altro elemento che aggiunge varietà al gioco e invita ad esplorare rendendo dinamiche le partite.
Quale miglior modo di far crescere in esperienza il vostro eroe, e arricchire il loro inventario con oggetti magici, se non affrontare queste bande?
Di solito le troverete a guardia di qualche miniera, oppure di edifici importanti come il Goblin Merchant o ancora i campi dei mercenari.
Nel primo caso potremo sostare per "fare acquisti" comprando ogni genere di oggetto utile, come pozioni guaritrici, verghe in grado di teletrasportarci lontano dal pericolo, o ancora gemme in grado di farci vedere al di là di ogni distanza. Altrimenti, nel secondo caso, potremo assoldare guerrieri mercenari molto potenti, come il troll axethrower che colpisce andando anche in berserk, lo sciamano troll che guarisce le truppe oppure l'enorme ogre a due teste, una vera locomotiva in battaglia.
Aumentare il proprio bagaglio di esplorazione non può che far bene alla vostra causa!

STESSI COMANDI, NIENTE DI COMPLICATO

L'interfaccia di Warcraft 3 è stata lasciata identica al predecessore nelle funzionalità di base, con aggiunte ulteriori per quanto riguarda l'attivazione di alcune abilità dell eroe, l'inventario, e naturalmente l'aspetto estetico.
Partendo da quest'ultimo è doveroso notare come la posizione sia stata spostata in basso, ricordando vagamente Starcraft.
Ogni razza possiede la propria grafica: la roccia squadrata in stile castello per gli umani, il legno delle palizzate per gli orchi, il fogliame per gli Elfi e i teschi e le iscrizioni demoniache per i nonmorti.
A sinistra risiede la solita comoda mappa in miniatura, al centro la descrizione di ciò che è selezionato in quel momento con un ottima animazione in grandezza "portrait" per ognuna delle unità presenti nel gioco.
Per gli eroi sono riportate anche le caratteristiche base di forza, agilità e intelligenza, nonché il livello e i punti esperienza.
Segue l'inventario dell'eroe, con un massimo di sei oggetti trasportabili.
A destra il consueto menù a icone per impartire i comandi, arricchito appunto dalla schermata per la scelta delle abilità uniche dei vostri campioni.
Ogni cosa viene gestita con naturalezza, d'altronde è un sistema collaudato da anni, perché mai non dovrebbe essere così?
Ah dimenticavo, per rimediare al parziale torto fatto a molti togliendo la possibilità di ruotare la visuale della telecamera a 360° (e credetemi, se ne sente davvero la mancanza in certi casi) è stato inserito uno zoom attivabile con la rotellina del mouse. Non indispensabile, ma certamente pratico e perché no...scenografico!