WipeOut Fusion  0

Il torneo di corse antigravitazionali bussa alle porte della PS2. Siete pronto per una nuova esperienza videoludica sconvolgente?

Curve da voltastomaco

In Wipeout Fusion il giocatore dovrà partecipare e, possibilmente, vincere diversi tornei di corse antigravitazionali della più varia difficoltà. Le navicelle o i “bolidi” (sicuramente più azzeccato quest’ultimo termine) disponibili sono numerosissimi e presentano ognuno diverse peculiarità. Ci sarà quindi il mezzo più equilibrato accanto a quello super scattante ma incontrollabile e così via. A voi l’importante scelta. La rosa sarà upgradabile man mano che le diverse competizioni risulteranno vincenti. La giocabilità e, quindi, i comandi dovrebbero essere rimasti immutati rispetto alla vecchia versione per Psone tranne che per qualche piccolo miglioramento. Sembra che i mezzi siano maggiormente “incollati” al terreno. Una vera manna dal cielo per i fans della serie. Durante le folli corse avrete a disposizione un armamento non indifferente che spazia dall’ “insignificante” missile con traiettoria prefissata alla potente e distruttiva bomba atomica! Avete capito proprio bene, nuove armi sono state aggiunte alle precedenti. Sarà un vero piacere friggere l’avversario che avrà la sfortuna di trovarsi davanti a noi con un missile a ricerca automatica. L’altrui sofferenza sarà il proprio gaudio in WF. Con i tasti dorsali sarà possibile effettuare il solito strafe necessario per affrontare le curve più complicate. La velocità raggiungibile dai bolidi è davvero elevata e riesce a sfiorare tranquillamente numeri incredibile come 800/1000 kmh. Ma avete la patente per andare così veloci? Niente paura, è solo un videogioco. Il gioco in questione, anche se viene considerato un racing, non deve essere assolutamente confrontato con altri del genere. Infatti esso si discosta completamente dalla classica e “tradizionale” struttura delle corse d’auto in quanto apporta delle innovazioni fondamentali al concept ed alla giocabilità. E’ quindi impossibile accostare GT3 con questo WipeOut Fusion in quanto si confronterebbero due giochi troppo differenti. Il primo viene designato come un simulatore di guida (“the real driving simulator”…), mentre il secondo rientra nel mondo delle folli corse futuristiche su mezzi che fluttuano nell’aria. Un vero spasso. Sappiate che in WF non sarà solo la potenza del mezzo controllato a farla da padrone. Infatti anche la componente strategica avrà un ruolo strumentale ai fini della vittoria. Ciò vuol dire che quando il vostro veicolo raggiungerà una dose massiva di danni, sarà fondamentale passare su apposite strisce impresse sul terreno per ricaricare la barra ad essi dedicata e continuare così la propria folle corsa invece di esplodere sul più bello.

La velocità del suono

Tutto ciò che si può ammirare nei filmati di WF è un piacere per gli occhi. Infatti a meno che non soffriate di mal d’auto il gioco risulterà molto fluido e veloce. Le animazioni sono state curate nei minimi dettagli e si attestano fissi sui 60 fps. A differenza del vecchio capitolo qui è possibile notare alcune tocchi di classe grafici che aiutano a rendere molto più realistica l’esperienza videoludica (è gratificante scorgere le animazioni degli alettoni e delle alette in curva). Graficamente parlando, quindi, il gioco degli Studio Liverpool è davvero ottimo, anche a giudicare dalla qualità delle piste, ognuna creata con la massima cura. Come i pionieri della serie conoscono non è raro trovarsi di fronte a giri della morte chilometrici o a curve in massima pendenza. Davvero molto suggestive. L’unico difettuccio cosmetico che merita di essere menzionato consiste nella “solita” vacanza dell’anti-aliasing. Che ci volete fare... ormai bisogna rassegnarsi. Dunque sul piano visivo il gioco offre un esperienza molto soddisfacente. Lo stesso si può affermare per il comparto sonoro, da urlo! Ricordate le vecchie musiche che accompagnavano gli altri capitoli di questa mitica serie? Tra gli artisti erano presenti nomi del calibro di Fluke, The Prodigy, Underworld. Che dire. Una colonna sonora fantastica. Gli autori del gioco promettono che anche in questo nuovo episodio la storia si ripeterà facendone uno dei punti di forza del gioco. Proprio come i vecchi tempi. Immaginate allora di sfrecciare alla velocità del suono godendo anche con le orecchie grazie a musiche degne del sapore della velocità che si addicono perfettamente allo spirito “techno” dell’intero gioco. Il divertimento dovrebbe essere assicurato. Speriamo anche nella sua durata! Nei filmati disponibili è stato possibile notare un numero elevato di tracciati e di veicoli tutti diversi tra loro sia graficamente che qualitativamente. WipeOut per PSone rappresentò un must-buy ai suoi tempi e crediamo che le premesse per bissare questo successo su PS2 ci siano tutte. Grafica mozzafiato, giocabilità di alto livello, sonoro da paura e, forse (incrociamo le dita), alta longevità. La release ufficiale non parla di una data precisa e lascia solo intendere che il gioco sarà nei negozi verso il prossimo autunno. Nell’attesa potete rimanere sintonizzati su Joypad.it per nuovi aggiornamenti.

Una vecchia conoscenza

Ebbene si. Quegli scalmanati di Studio Liverpool stanno lavorando al nuovo capitolo della mitica saga che ha rivoluzionato ed ha scoperto nuovi orizzonti nel mondo delle corse automobilistiche aggiungendo un improbabile pizzico di fantasia che permette ai mezzi controllati di sfrecciare a velocità assurde sospesi per aria. Potenza di Playstation… Chi di noi non è rimasto letteralmente estasiato al primo sguardo del primo capitolo della serie prima targata Psygnosis? Il titolo in questione proponeva infatti una grafica super massiccia ed una giocabilità di altri pianeti. La situazione sembra volersi ripetere quest’anno con l’uscita del quarto episodio, ovvero il primo sul monolite nero. Allacciate le cinture e armate i vostri lanciamissili. Si parte!