Top Spin 2[X05] Tutto lo sport di T2 

Al'X05 abbiamo provato tutta la linea sportiva di T2 per Xbox 360. Seguiteci in questa carrellata di muscoli e sudore...

Nba 2k6, però, non è sola grafica, ma ben altro. Anche il sistema di gioco, infatti, ha subito notevoli miglioramenti

NBA 2k6

I Visual Concepts, nel corso degli anni a partire dai primi titoli per Dreamcast, hanno saputo guadagnarsi l’affetto e la stima di migliaia di giocatori in tutto il mondo. Loro, infatti, era la sola serie di giochi di pallacanestro in grado di rivaleggiare con Nba Live di Electronic Arts. Ora che sta per uscire su Xbox 360 il nuovo capitolo di NBA 2k, sembra proprio che abbiano tutte le intenzioni di accontentare i tanti fan che li seguono puntualmente ad ogni pubblicazione. Tra i titoli sportivi di T2 presenti al’X05, NBA 2k6 era sicuramente il più spettacolare. Se Top Spin 2 è in fase più avanzata ed è animato da un frame rate più solido (NBA 2k6 viaggia ancora a 30 fps e non costanti ndr), il lavoro svolto dall’engine poligonale di NBA 2k6 è davvero notevole. Tralasciando i dettagli dei volti, dei fisici e delle animazioni dei giocatori, pur spettacolari, a colpire sono i riflessi dati alla pelle dalle mille goccie di sudore che sgorgano dalla fronte e che finiscono ad inzuppare maglie e pantaloncini, che si fanno pesanti e meno animate. Pubblico, pon pon girl e arbitri a bordo campo sono interamente ricostruiti con poligoni, ma nelle beta di Amsterdam dovevano essere ancora attivati tutti gli effetti grafici del caso. Nba 2k6, però, non è sola grafica, ma ben altro. Anche il sistema di gioco, infatti, ha subito notevoli miglioramenti e si avvale di una bella caratteristica. Con la leva analogica sinistra, infatti, si muovono i vari giocatori, con X si effettua un tipo di tiro, con A il passaggio corto e con B il passaggio cross per chiamare al rimbalzo i centrali. La novità consiste nella possibilità di tirare anche con la leva analogica destra, descrivendo semi cerchi e mezze lune in senso orario ed antiorario e dando la sensazione di poter controllare il tiro e la chiusura del polso al momento di lanciare la palla verso il canestro. La stessa leva può essere usata in fase difensiva per intervenire sugli avversari con maggiore precisione, così da allungare le braccia del proprio giocatore verso la palla piuttosto che verso il corpo degli attaccanti. Insomma, c'è di che stare attenti, soprattutto se si ama la pallacanestro.

[X05] Tutto lo sport di T2 [X05] Tutto lo sport di T2 [X05] Tutto lo sport di T2

Top Spin 2

Uno dei titoli più venduti di Xbox in Europa è stato senza dubbio Top Spin. Sviluppato dalla Power & Magic e prodotto per conto dei Microsoft Games Studios, Top Spin è da molti considerato il miglior gioco di tennis mai sviluppato, superiore persino a quel Virtua Tennis al quale si ispirava per molti aspetti e per le indubbie qualità. Proprio alla luce del successo ottenuto, ha destato scalpore la dipartita del team di sviluppatori da sotto le ali protettive di Microsoft e la seguente acquisizione da parte di T2. Cambiato il nome in Indie Built, il team si è gettato sullo sviluppo di Top Spin 2 e di Amped 3, che dovrebbero uscire in concomitanza con Xbox 360 il prossimo dicembre. Top Spin 2 era giocabile al’X05 ed era anche in forma piuttosto avanzata. Il passaggio alla next gen si fa notare per la consueta pulizia d’immagine, per la fluidità ancorata ai 60 fps, il pubblico sugli spalti, completamente poligonale, e le animazioni dei vestiti che cadono sui corpi dei giocatori in maniera realistica. La telecamera durante le sessioni di gioco, per forza lontana dal centro dell’azione, non aiuta ad apprezzare i dettagli dei modelli poligonali, che ricordano a chi gioca che si tratta di una 360, grazie ad adduttori e quadricipiti che si flettono, alla peluria mossa da un effetto di blur e dal notevole dettaglio poligonale dei volti e delle espressioni dei giocatori. Certamente solido, ma meno spettacolare di NBA 2k6. Da tenere d’occhio.

[X05] Tutto lo sport di T2 [X05] Tutto lo sport di T2 [X05] Tutto lo sport di T2

Amped 3

Anche questo in arrivo dagli sviluppatori di Top Spin, ecco il terzo capitolo della saga che viene da sempre considerata l’equivalente di Gran Turismo per i giochi di Snowboard, ovvero Amped. Il titolo degli Indie Built, siamo certi che desterà molto scalpore tra i tanti amanti della saga, anch’essa passata da Microsoft a T2. Da questa prima prova infatti, sembra sia stata in gran parte abbandonata la difficoltà simulativa della serie, tanto che in pochi istanti ci siamo trovati a compiere evoluzioni incredibili su tutti i pendii nevosi. L’impostazione dei controlli è rimasta la stessa, tenendo premuto A, ci si china per saltare più in alto a ridosso di una cunetta e, una volta in aria, si compiono i trick con l’aiuto dei grilletti analogici e delle leve. La differenza è che raramente ci è capitato di cadere o di trovarci in difficoltà, insomma, sembrava tutto un po' troppo semplice, dando l’impressione che gli sviluppatori si siano lanciati nella scia del successo di SSX, piuttosto che migliorare una formula che caratterizzava la serie. Ovviamente si tratta ancora di primissime impressioni, dato che dei titoli 2k sembrava il più indietro come sviluppo, non fosse altro che per l’appena accennato sfruttamento dell’hardware di Xbox 360 o per il fatto che le piste sono ora disseminate di spettatori, attraverso i quali, però, si passa senza problemi con il proprio snowboarder.

[X05] Tutto lo sport di T2 [X05] Tutto lo sport di T2 [X05] Tutto lo sport di T2

2k Sports

Ad Amsterdam, tra le decine di totem di giochi a portata di pad del’ X05 ce n’erano alcuni a dimostrare il buon interesse di una softco tra le più importanti per Xbox 360: T2. Oltre a The Elder’s Scroll: Oblivion, di cui parleremo a parte, a farsi notare erano tutti i titoli della serie sportiva, ovvero i 2k Games. Sotto questa sigla sono stati raccolti alcuni tra i più talentuosi e quotati sviluppatori di giochi sportivi degli ultimi anni e l’evento organizzato da Microsoft è stato provvidenziale per permetterci di toccare con mano i progressi fatti nello sviluppo di questi, che dovrebbero essere tutti giochi di lancio per la nuova console. O che quantomeno dovrebbero essere sugli scaffali dei negozi entro la fine dell’anno. Preparate scarpe e attrezzature varie che ci sarà da correre un bel po’…

TI POTREBBE INTERESSARE