GDC 2012 - Dust 514 diventa free-to-play  13

Il gioco sarà disponibile nel solo formato digitale

Dust 514, il promettente MMOFPS sviluppato dagli autori di EVE Online, salterà completamente il mercato retail e adotterà il formato free-to-play. Non bisognerà neppure pagare il download dal PlayStation Store, inizialmente previsto per la somma di 10-20 dollari.

"Volevamo non ci fossero equivoci sul fatto che si tratta di un titolo free-to-play", ha dichiarato ai microfoni di Eurogamer l'executive producer Brandon Laurino, aggiungendo che le microtransazioni faranno parte del pacchetto, ma non influenzeranno il bilanciamento del gioco. "Non ci sarà alcuna microtransazione in grado di apportare un vantaggio rispetto a un avversario che non ha pagato nulla per giocare." Si pagherà per ottenere un determinato oggetto, insomma, ma tale oggetto non influirà sulle nostre capacità offensive in modo sostanziale. Il sistema di crediti di Dust 514 prevede blocchi da 1, 2, 10, 20, 50 o 100 dollari. Si potrà utilizzare anche la valuta virtuale, tuttavia, come in EVE Online.

"Non faremo cose del tipo 'saranno disponibili quattro mappe al lancio'. Nel gioco copriremo un intero universo di pianeti, dunque ci saranno migliaia di mappe differenti e saranno disponibili per qualsiasi utente", ha rivelato Laurino. "Non ci saranno sezioni inaccessibili. Il focus sarà su ciò che riusciremo a costruire su questi pianeti: qualcosa magari la guadagneremo da soli, qualcos'altro lo acquisteremo. Ripeto: nessun oggetto fornirà un vantaggio ingiusto, ma potrà donarci un look particolare o una determinata abilità."

Fonte: Eurogamer.net

GDC 2012 - Dust 514 diventa free-to-play