KinectMolyneux non sopporta più i controller 

Ma proprio più

L'ormai ex-capo di Lionhead Peter Molyneux si era piuttosto sfogato con Digital Spy durante l'Xbox Spring Showcase sull'argomento controller tradizionali.

"La gioia dev'essere, per me, quella della scoperta", ha affermato il game designer nell'occasione, "sono semplicemente annoiato a morte da quei fottuti controller, davvero!" Si è lasciato andare, in uno dei suoi accessi caratteristici. "Un controller al giorno d'oggi è sperimentale quanto un mattone. Qualsiasi gioco sia, ci ritroviamo comunque a fare le stesse azioni, gli stessi movimenti con i pollici", ha spiegato Molyneux, in contrasto con quanto accade invece con Kinect.

Tutto il discorso si incentra ovviamente sul contrasto tra l'impostazione tradizionale dei "fottuti controller" e quella innovativa offerta da Kinect. Secondo Molyneux, buona parte dell'attrattiva in un gioco come Fable: The Journey deriva dal fatto che il giocatore può mettersi davanti al gioco e, per la prima volta, provare nuove azioni, nuovi movimenti e scoprire le reazioni che questi causano sullo schermo.

Fonte: Digital Spy

TI POTREBBE INTERESSARE