Journey stava per diventare un MMO  8

Lo rivelano gli sviluppatori di thatgamecompany

Nel corso di una lunga intervista rilasciata a VG247, Jenova Chen e Robin Hunicke di thatgamecompany hanno rivelato che il gioco è stato a un passo dal diventare un MMO. "Era probabilmente il 2006", ha detto Chen, "e all'università tenevano una lezione sul Viaggio dell'Eroe, un concetto creato da Joseph Campbell. A quei tempi stavamo pensando di fare di Journey un MMO, con centinaia di migliaia di giocatori online, persi fra le montagne mentre cercavano di raggiungere la vetta."

"All'inizio volevamo inserire una chat, con inviti per gli amici e messaggi testuali. Però poi abbiamo concluso che ben poca gente avrebbe collegato una tastiera alla propria PlayStation 3", ha continuato Chen. "Se si fosse trattato di un gioco per PC, sarebbe stato naturale scambiare messaggi con gli altri giocatori. Poi c'è la questione spinosa degli headset sulla console Sony, nonché il fatto che trovarsi a dialogare con un dodicenne avrebbe rovinato l'atmosfera."

"Insomma, il fatto di imbatterci in queste limitazioni è stato fortuito, ma grazie a ciò abbiamo potuto introdurre elementi che in precedenza non avevamo considerato. Come la possibilità di mantenere il giocatore immerso nell'atmosfera anche mentre interagisce con un'altra persona, visto che quest'ultima non può parlare."

Fonte: VG247