SimCity è stato progettato per il multiplayer  18

Un mondo connesso online

In un'intervista pubblicata da PC Gamer, Jason Haber, producer di Maxis impegnato su SimCity, ha affermato che il nuovo "reboot" della serie è stato progettato dall'inizio come gioco da fruire in un contesto multiplayer.

Secondo quanto riferito da Haber, ogni città costruita nel gioco è pensata come un tassello che si inserisce in un contesto più grande, un ambiente online persistente che si modifica in tempo reale con le creazioni degli altri giocatori. Questo è il motivo per il quale SimCity richiede una connessione costante, una decisione che secondo lo sviluppatore non ha a che fare con il controllo sui DRM o altri sistemi anti-pirateria.

"Le città non stanno dentro a delle bolle nel mondo reale", ha spiegato Haber, "le scelte intraprese in una città hanno effetti sulle altre, così come le modifiche alle altre città possono influire sulla nostra". Si tratta dunque di inserire la propria città all'interno di un sistema più grande, una sorta di ecosistema urbano che vive online.

Fonte: PC Gamer