Software HouseActivision paga 42 milioni ad ex-membri di Infinity Ward 16

Riconosciuti i diritti alle royalties

Secondo quanto riportato da Gamespot, Activision avrebbe pagato la non indifferente somma di 42 milioni di dollari a 40 ex-membri del team Infinity Ward che avevano aperto un contenzioso legale con il publisher nel 2010.

Il pagamento è avvenuto in seguito ad una revisione del caso, su decisione di Activision, che avrebbe giudicato regolari le richieste sui pagamenti di royalties avanzate dall'"Infinity Ward Employee Group" e legate alle performance di Call of Duty: Modern Warfare 2. Nonostante il gruppo di sviluppatori fosse stato inserito nella disputa con West e Zampella, gli avvocati di Activision hanno comunque ritenuto che non ci fosse motivo di collegare i 40 alle accuse di infrazione di contratto.

Quest'ultima accusa resta invece pienamente attiva per West e Zampella, accusati di aver "sabotato" Activision (nella visione del publisher) con accordi segreti presi con Electronic Arts per l'apertura del nuovo team, Respawn Entertainment. A quanto pare, il publisher continuerà il suo percorso legale concentrandosi esclusivamente sui due ex-capi di Infinity Ward.

Fonte: Gamespot